mercoledì 31 dicembre 2008

martedì 30 dicembre 2008

Appuntamento a teatro con la Pro-loco

Questa sera, presso il teatro "Domenico Savio" di S. Andrea Superiore si terrà la prima delle due rappresentazioni teatrali organizzate dalla Pro-loco "Sant'Andrea" (col patrocinio della Provincia e del Comune) per le festività natalizie.
Alle 20:00, verrà messa in scena "U ziu d'America", a cura del gruppo folkloristico musico-teatrale "Città di Chiaravalle Centrale".
L'appuntamento successivo, invece, è per il 4 gennaio presso la Villa della fraternità, con la rappresentazione "U cortile d'a pacia", curata dalla compagnia teatrale "'A Trambi'a".

sabato 27 dicembre 2008

Presentazione del dizionario Andreolese-Italiano

Una nuova importante opera va ad arricchire il panorama culturale calabrese: si tratta del Dizionario Andreolese-Italiano realizzato da Enrico Armogida. La presentazione ufficiale del volume avverrà il 28 dicembre alle 16:30 nella sala consiliare del Comune di S. Andrea Jonio.
Nelle locandine, ulteriori dettagli.

venerdì 26 dicembre 2008

Musica e dibattiti alla Festa di Liberazione

Musica, dibattiti, libri e gastronomia.
Sono i contenuti della Festa di Liberazione (il quotidiano) "d'inverno" che si terrà il 27 dicembre in piazza Berlinguer.
L'iniziativa promossa dal circolo del Prc di S. Andrea partirà nel pomeriggio. con gli stands librari, gastronomici e di Emergency.
Alle 20:30, si terrà il dibattito "In basso a sinistra, ricominciamo", con gli interventi della segretaria del circolo, Sara Corasaniti, e di Ramon Mantovani, componente della direzione nazionale del partito.
Alle 21:30, invece, via al concerto di Mimmo Cavallaro e i Gozzansamble.

Rifiuti abbandonati nei pressi della spiaggia

Si pensa di trasformare in area protetta o di sottoporre un territorio a vincolo paesaggistico ma c’è sempre chi provvede a deturparlo.
E’ il caso di quanto accaduto nei giorni scorsi nella località Vallone Bruno di S. Andrea Jonio, dove ignoti hanno pensato di abbandonare all’aria aperta e, per giunta, a nemmeno trenta metri dal mare una notevole quantità di materiale spugnoso, residuo, in tutta apparenza, di qualche tappezzeria o di attività lavorative similari. Alcuni dei grandi sacchi neri si sono aperti e il loro contenuto si è sparso tutt’intorno, altri, invece, giacciono ancora chiusi ma con il frequente maltempo di questi giorni non ci vorrà molto perché si aprano anche questi.
E fa un certo effetto osservare un simile spettacolo di inciviltà intravedendo tra gli alberi, sullo sfondo, l’intenso blu del mare. Si tratta, insomma, di uno sfregio evidente nei confronti di una realtà ambientale che si vorrebbe salvaguardare ma che, purtroppo, è sempre a rischio incuria.
Qualche mano “pietosa” ha pensato di delimitare la zona con un nastro bianco e rosso ma, forse, questa stessa mano avrebbe anche potuto comporre il numero di telefono del Comune o dei carabinieri per segnalare il problema. E una situazione analoga si è anche verificata sul lungomare di S. Andrea (via Riccardo Lombardi), dove sono state abbandonate diverse componenti di automobili: alcuni paraurti, qualche pneumatico, parte della carenatura di un vecchio scooter e altri pezzi.
Tali rifiuti sono stati lasciati nella parte centrale del lungomare, in prossimità di un cassonetto (come se si trattasse di normalissimi rifiuti), e in località “Taverna”, proprio di fronte ad una stazione di sollevamento del depuratore consortile.
Ancora una volta, dunque, emerge in tutta evidenza il problema legato allo scarso senso civico di chi si comporta in questa maniera, non seguendo i canali legali prescritti per lo smaltimento dei rifiuti. A maggior ragione se si tratta, poi, di rifiuti che hanno bisogno di particolari procedure di smaltimento, per evitare rischi di inquinamento ambientale.

mercoledì 24 dicembre 2008

Auguri!

Buon Natale
Merry Christmas
Joyeux Noël
Feliz Navidad
da
SantandreaBlog

lunedì 22 dicembre 2008

Sconfitte nette per le squadre andreolesi

Battute le squadre di calcio andreolesi impegnate nei campionati di Terza categoria e Serie D di Calcio a 5.
Un pesante 8-2 è il bilancio dell'Asd André nella trasferta di sabato, giocata contro il Centro Salute Turano a Crotone.
Sconfitta esterna anche per l'Us Andreolese, battuta per 3-0 sul difficile campo dell'Ambrosiana Calcio a Cardinale.

giovedì 18 dicembre 2008

"Vi acconciamo per le feste"

Iniziativa di volontariato del centro delle opere femminili salesiane alla Villa della fraternità

Tagli e acconciature, manicure, massaggi per le mani e anche pedicure .
No, non fatevi ingannare dalle apparenze, non stiamo proprio parlando di un salone del “fashion” ma di quanto, invece, si è visto lunedì scorso nella Villa della fraternità-Onlus di S. Andrea Jonio, dove il Ciofs-Fp (Centro italiano opere femminili salesiane – Formazione professionale) dell’istituto Maria Ausiliatrice di Soverato ha portato un gruppo di studentesse (trenta) per uno stage pre-natalizio con gli anziani ospiti della Villa.
E' bene sottolineare che oltre ad essere stato uno stage tout court, per le studentesse si è trattato anche di un’esperienza formativa personale.
Il Ciofs-FP, infatti, ha pensato di organizzare “Vi acconciamo per le feste”, una dimostrazione pratica sugli ospiti della casa di riposo all'insegna della gratuità e del volontariato.
L’entusiasmo delle ragazze (e dell’unico ragazzo presente, “beato tra le donne”) ha invaso la Villa ma, soprattutto, ha portato uno spirito di gioia e leggerezza a quante si sono sottoposte alle “cure” delle future acconciatrici ed estetiste. La giornata, sotto lo sguardo attento di suor Anna Guarino, si è svolta in maniera esemplare, con ordine e serietà.
In particolare le anziane ospiti, più che gli anziani, hanno scelto di saggiare le capacità delle ragazze che, oltre a fare il loro lavoro, sono riuscite (in molti casi) anche a stabilire una relazione tra generazioni altrimenti lontanissime per ragioni anagrafiche, dialogando e, soprattutto, ascoltando le loro "clienti".
Ad accompagnare il gruppo, le docenti Gerarda Sestito e Alide Origlia, il coordinatore Alessandro Catalano, Carmen Macrina e le tutor Antonella Leone e Angelica Melina.
Soddisfatta per l'iniziativa l’amministratrice della Villa della fraternità, Marina Voci, "per questa visita che ha regalato serenità ai nostri ospiti”.

lunedì 15 dicembre 2008

Calcio: un week end di successi

US Andreolese - Sporting S. Anna 8-0
Asd André - Circolo S. Marco Squillace 8-5
Otto gol ciascuno e rispettive vittorie assicurate.
Non poteva andare meglio per le "due andreolesi del pallone": l'US Andreolese è ora capolista nel campionato di Terza Categoria, l'Asd André ha invece ottenuto la prima vittoria nel campionato di Serie D di Calcio a 5.
Ha stravinto in casa contro lo Sporting S. Anna (8-0) la formazione allenata da mister Saverio Feudale, con marcature di Samà (doppietta), Rudi, Frustagli, Mammolenti, Bevivino, Screnci e Guarna. Certo, l'avversario affrontato è il fanalino di coda (zero punti in classifica) ma la squadra rossoblù ha finora raccolto ben sette vittorie e una sola sconfitta sulle otto partite giocate.
Un andamento da "grande", che nelle prossime gare, comunque, verrà messo alla prova dagli incontri con le "colleghe" di alta classifica: domenica prossima, la trasferta a Cardinale contro l'Ambrosiana Calcio; dopo la pausa natalizia, arriva in casa l'Amaroni 08 (che occupa il secondo posto) e, a seguire, l'Uesse Soverato.
Discorso a parte, invece, per l'Asd André che sabato pomeriggio ha ottenuto la sua prima vittoria nel campionato che la vede al debutto.
Finalmente, la squadra del presidente Stillo è riuscita ad ottenere un risultato positivo, dopo i tentennamenti di avvio stagione, legati all'inesperienza e ad una preparazione tecnico-atletica non ottimale che, adesso, con il lavoro svolto da mister Rava, pare inizi a dare dei frutti.
La formazione ospite, d'altra parte, non poteva certo definirsi una "corazzata".
Al palazzetto si è presentata con gli uomini contati e consapevole di andare incontro ad una partita difficile. Da lodare, comunque, l'impegno e la volontà che quei ragazzi hanno messo sul campo, riuscendo, ad inizio ripresa, anche a creare qualche apprensione alla formazione di casa.
(Nella foto, Vincenzo Chiodo, Asd André)

venerdì 12 dicembre 2008

Il maltempo abbatte uno dei "Pignari"

Il forte vento delle ultime ore ha abbattuto uno degli storici "Pignari" di S. Andrea.
Per la verità, il pino era già "morto" da tempo ma la sua figura lignea si stagliava ancora nel paesaggio della collina andreolese.
Nel corso della notte scorsa, le violente raffiche di ponente hanno fatto sradicare dal terreno le sue possenti ma ormai secche radici. Si è rotta così una delle immagini storiche di S. Andrea, rappresentata su innumerevoli cartoline fotografiche e, probabilmente, scolpita nella memoria di tanti andreolesi emigrati.
Nelle foto, scattate nel primo pomeriggio di oggi, la Pignara "superstite" e le operazioni di taglio di quella caduta.

Sull'esecuzione dell'ordinanza di sgombero il Tar rinvia la decisione al 29 gennaio

Proroga “ad tempus” per la sospensiva in via cautelare verso la nota n. 6311 del 21 ottobre 2008 del Comune di S. Andrea Apostolo dello Jonio.
La prima sezione del Tar Calabria (Presidente Cesare Mastrocola, relatore Giovanni Iannini, consigliere Concetta Anastasi) nella seduta di ieri ha deciso di prorogare temporaneamente, fino al 29 gennaio 2009 (data della nuova udienza), la sospensione della nota con cui si sarebbe dovuta eseguire la delibera n. 4/2005, per lo sgombero di un’area di demanio marittimo (113mila metri quadrati) che risulterebbe abusivamente occupata.
Rispetto alla nota, che fissava lo sgombero al 24 novembre scorso, venne presentato ricorso al Tar da Enrichetta Lucifero, indicata nel provvedimento comunale come una delle persone “occupanti”, rappresentata dall’avvocato Giovanna Altilia. Tra le motivazioni presentate dalla ricorrente, la dichiarata proprietà dell’area in oggetto e il pericolo di uno stravolgimento irreversibile dei luoghi in caso di sgombero forzato.
E già il 23 novembre scorso, la sezione del Tar presieduta da Giovanni Iannini aveva accolto la richiesta di sospensione della nota, rinviando la discussione alla camera di consiglio di ieri, in cui il Comune si è costituito, rappresentato dall’avvocato Antonello Sdanganelli.
La vicenda si incastra però con un altro ricorso, avanzato verso la delibera 4/2005, dai presunti occupanti di quell’area: la stessa Enrichetta Lucifero, Francesco Montesi Righetti e Elzivieta Musielak. La loro richiesta di annullamento era stata respinta dal Tar, che nell’ottobre 2008 aveva poi dichiarato “perento per inattività delle parti” tale ricorso.
Proprio di fronte al “decreto di perenzione”, però, il legale della Lucifero ha di recente presentato ricorso, inserendo così un nuovo elemento nella vicenda. E nel corso dell’udienza di ieri, è stata portata agli atti anche tale richiesta di opposizione, elemento che ha spinto il collegio del Tar a rinviare la discussione di entrambi i punti al prossimo 29 gennaio.
In quella sede potrebbe, dunque, essere messa una parola definitiva sulla questione, che si protrae con alterne vicende da circa vent’anni.

giovedì 11 dicembre 2008

Allerta maltempo

L'allerta maltempo delle ultime ore riguarda l'intera fascia jonica.
Già da 24 ore una perturbazione sta interessando l'intera zona, causando allagamenti e piccole frane sulle strade più interne.
A S. Andrea, nella giornata di ieri si sono verificati alcuni problemi legati alla notevole quantità di pioggia che si è abbattuta sul territorio, complici alcuni pozzetti intasati.
Sul "lungomare", un tombino è letteralmente saltato, contribuendo ad allagare l'intera area circostante.
Disagi anche nel centro abitato.
Stessa situazione nel comprensorio, con diversi allagamenti di scantinati e strade. E le previsioni per le prossime ore non sono delle migliori.

"Salta" la mostra-mercato

E' stata annullata la mostra-mercato programmata per il prossimo 14 dicembre.
Lo ha comunicato l'ufficio tecnico della Comunità Montana "Versante Jonico", che in questi giorni stava contattando le varie aziende agricole da invitare all'esposizione degustativa.
A far rinviare l'evento, sarebbe stato il basso numero di adesioni raccolte.
L'appuntamento verrà organizzato nei prossimi mesi, probabilmente all'inizio del periodo estivo.

martedì 9 dicembre 2008

Mostra-mercato con degustazione di prodotti tipici

La Comunità Montana "Versante Jonico" organizza un appuntamento con l'esposizione e la degustazione di prodotti tipici calabresi, forniti dalle aziende agricole del comprensorio.
Si tratta di una mostra mercato che si terrà il prossimo 14 dicembre presso il Ventaclub Nausicaa di S. Andrea Jonio.

lunedì 8 dicembre 2008

Risultati calcistici

Ennesima sconfitta per l'Asd André, battuta fuori casa (6-2) dalla Cavita C/5 a Simeri Mare. Evidente la situazione ancora "in fieri" della formazione di Calcio a 5, che ancora non ha trovato il giusto assetto tecnico-tattico e con una condizione atletica ancora ben lungi dall'essere ottimale.
Convince sempre di più, invece, l'US Andreolese che ha vinto per 5-3 (doppietta di Samà e tripletta di Primonato) a Gasperina, contro la squadra di casa.
La formazione di mister Feudale occupa ora il secondo posto in classifica, con 18 punti, staccata di una sola lunghezza dalla capolista Amaroni.
Un bel cammino quello finora percorso dalla formazione di Terza categoria, che in questi giorni sta anche muovendosi sul mercato.
Domenica, infatti, ha debuttato con la maglia rossoblù il giovane Antonio Larocca, proveniente dalle fila dell'US Badolato e altri due giocatori della stessa società dovrebbero arrivare in questi giorni, andando a rinforzare un organico già forte, che fino ad ora ha dimostrato qualità e continuità.

venerdì 5 dicembre 2008

Mare in tempesta

Forte mareggiata nei giorni scorsi su tutta la costa jonica. Nel video, potete apprezzare direttamente il mare di S. Andrea, alla foce del "Cupito".
Le foto, invece, riguardano quanto accaduto nella vicina San Sostene, dove il fenomeno si è manifestato con maggiore violenza, causando danni anche al lungomare.


mercoledì 3 dicembre 2008

Il consiglio comunale punta all'Istituto scolastico omnicomprensivo

Dimensionamento scolastico e vincolo tutorio su parte del territorio comunale gli argomenti principali
E’ partita la richiesta di creare un Istituto scolastico omnicomprensivo a S. Andrea Jonio. L’argomento sul dimensionamento ottimale delle istituzioni scolastiche è stato discusso nell’ultimo consiglio comunale.
L’istituto comprensivo di S. Andrea (che comprende Isca e San Sostene) conta 401 studenti. Il minimo prescritto dalla legge è di 500. Dell’istituto comprensivo, fanno parte due centri montani (Isca e San Sostene) mentre S. Andrea lo è parzialmente.
Tenendo conto di questo aspetto, si verrebbe ad abbassare la soglia minima per mantenere l’autonomia amministrativa ma il consiglio comunale ha avanzato alla Provincia una richiesta di più ampio respiro: inserire nell’istituto comprensivo anche l’Ipsia, (l’istituto professionale), creando un istituto omnicomprensivo. “In tal modo – ha spiegato il sindaco Maurizio Lijoi - ai 401 alunni si aggiungerebbero i 114 dell’Ipsia ma, soprattutto, si creerebbe un polo scolastico completo, dalla scuola dell’infanzia fino a quella superiore, che darebbe alla scuola la giusta visibilità sul territorio”.
Così, probabilmente, potrebbero cambiare pure le sorti dell’istituto professionale, con la diversificazione dei corsi disponibili, come suggerito dalla minoranza, che ha appoggiato la richiesta.
Appoggio che non è mancato neanche sulla proposta avanzata al Ministero per i beni e le attività culturali sulla tutela paesaggistica di parte del territorio comunale, con la dichiarazione di area di notevole interesse pubblico. Si partiva dalla proposta di Soprintendenza e Ministero per un vincolo tutorio su circa 600 ettari di territorio comunale, compreso tra i corsi d’acqua Cupito e Alaca, dal mare fino alla collina. “Un progetto non condivisibile – ha spiegato il sindaco – perché si tratta di una fetta enorme di territorio, in parte antropizzata e, in parte, anche abbandonata. In quel tratto, poi, esistono centinaia di particelle e il vincolo causerebbe danni ai piccoli proprietari”.
Sulla scorta di tali motivazioni, il consiglio ha deciso di ridurre la zona da vincolare: “La nostra proposta – ha riferito il capogruppo di maggioranza Pino Commodari – è quella di porre il vincolo solo sulla fascia costiera. Inoltre, inserire nella tutela anche Villa Condò e chiesa di Campo, visto il loro grande interesse storico”.
L'assemblea cittadina ha anche approvato, con l’astensione del gruppo di minoranza, l’assestamento di bilancio 2008, dopo una variazione dovuta a spese impreviste, coperte con una quota di avanzo amministrativo e alcuni storni di fondi, “senza turbare gli equilibri dei conti comunali” ha sottolineato l’assessore al bilancio Nicola Ramogida.

lunedì 1 dicembre 2008

Calcio: i risultati delle andreolesi

Un convincente 4-2 in trasferta regala tre punti all'US Andreolese.
La doppietta di Samà e i gol di Parisi e Primonato rifilati all'Olicentro confermano, dunque, il buon momento della formazione rossoblù che su sei partite ne ha vinte cinque perdendone soltanto una.
E domenica prossima, ancora una trasferta, sul campo del Gasperina.
Nuova sconfitta (5-4), invece, per l'ASD André che stenta a trovare la giusta quadratura in questo avvio di campionato e di nuova esperienza nella serie D di Calcio a 5.
Dopo aver concluso in vantaggio (2-0) il primo tempo, la società sportiva andreolese allenata da mister Rava ha ceduto alla Brico Center Catanzaro, che ha rimontato bene nella ripresa.

La conferenza stampa dopo la sospensiva del Tar

Il Comune si costituirà in giudizio di fronte al Tribunale amministrativo
“E’ una situazione che si protrae da oltre vent’anni eppure, nel ricorso al Tar si sono addirittura appellati all’art. 7 della L. 241/90 perché non sarebbero stati preavvisati del provvedimento di sgombero”.
E’ un fiume in piena il sindaco di S. Andrea, Maurizio Lijoi, nel ricostruire la mancata esecuzione dello sgombero (fissato per il 24 novembre) di 113mila metri quadrati in località Vallone Bruno. Il Comune sostiene la demanialità marittima di quella parte di territorio, non dello stesso avviso è chi lo occupa, alcuni eredi Lucifero (Enrichetta Lucifero e Francesco Montesi Righetti), che lo ritiene di sua proprietà.
Il sindaco mette in fila gli ultimi sviluppi, dopo la sospensiva che il Tar di Catanzaro ha concesso alla ricorrente Enrichetta Lucifero rispetto alla nota 6311 con cui il Comune preavvisava l’esecuzione dell’ordinanza 4/2005 di sgombero.
“Il Tar si è pronunciato di domenica – ha spiegato Lijoi – e al Comune abbiamo ricevuto la comunicazione della sospensiva lunedì mattina alle 6:47, un orario incredibile per degli uffici pubblici”. Orari e forme a parte, il sindaco scaglia i suoi dardi sulla sostanza della questione: “Il Comune ben conosce i limiti della proprietà Lucifero, in quel tratto, peraltro, implicitamente riconosciuti da una sentenza penale risalente al 1992”.
Una serie di ingiunzioni comunali di sgombero (nel ’92, nel ’99 e nel 2005) non hanno finora risolto la faccenda, che ora sarà affrontata nel merito dal Tar in camera di consiglio l’11 dicembre. “Il Comune si costituirà in giudizio – riferisce il sindaco – per restituire alla collettività l’area abusivamente occupata. Tra l’altro – prosegue Lijoi – il Tar si era già pronunciato su un precedente ricorso verso la delibera del 2005, non concedendo sospensiva e dichiarando poi perento quel ricorso. Oggi, invece, si ricomincia daccapo”.
Un altro elemento che ha suscitato interrogativi nei rappresentanti istituzionali è il fatto che il Comune ha sì competenza sul demanio, come da delega regionale, “eppure – aggiunge il capogruppo Pino Commodari – la sua attività è stata di fatto bloccata. La politica, ora, dovrà stare accanto all’amministrazione di S. Andrea, per tutelare gli interessi esclusivi della collettività e non per agevolare interessi particolari”.

sabato 29 novembre 2008

Il fine settimana calcistico

Domenica alle 14:30, l'US Andreolese di mister Feudale, reduce dalla vittoria casalinga di domenica scorsa contro la formazione catanzarese della Kennedy JF, fa visita alla Olicentro di Centrache.
Impegno casalingo, invece, per la ASD André, che oggi (sabato) alle 15 affronta la Brico Center Catanzaro.

mercoledì 26 novembre 2008

Riunione del consiglio comunale

Adunanza ordinaria del consiglio comunale: prima convocazione alle ore 17:00 del 27 novembre 2008; seconda convocazione ore 12:30 del 28 novembre 2008.
Ordine del giorno:
1) Lettura ed approvazione verbali sedute precedenti;
2) Assestamento di bilancio - Esercizio finanziario 2008;
3) Dimensionamento ottimale delle istituzioni scolastiche e determinazione dei singoli istituti a norma dell'art. 21 Legge n. 59 del 16 luglio 1997. Determinazioni del consiglio comunale. (in seduta aperta ad interventi del pubblico);
4) Proposta al Ministero per i beni e le attività culturali di tutela paesaggistica di parte del territorio comunale ai sensi dell'art. 138 e ss. del D.Lgs. n. 42/2004 per la dichiarazione di area di notevole interesse pubblico. (in seduta aperta ad interventi del pubblico).

martedì 25 novembre 2008

Tar sospende sgombero

Il Tar di Catanzaro ha accolto (con decreto del presidente ff Giovanni Iannini, del 23 novembre 2008) la richiesta di sospensiva in via cautelare avanzata da Enrichetta Lucifero verso la nota n. 6311 emessa dal Comune di S. Andrea Jonio il 21 ottobre 2008.
La nota in questione prevedeva l’esecuzione di uno sgombero forzato su un’area di demanio marittimo di circa 113mila mq (che ricadrebbe nella futura area protetta), “abusivamente occupata”.
L’area era stata già oggetto di apposita ordinanza comunale, la n. 4/2005, che spiegava l’esistenza di un “mantenimento abusivo su area demaniale marittima di 113mila mq in località Vallone Bruno”.
Già verso quella delibera era stato presentato ricorso al Tar dalle persone citate nel provvedimento come “occupanti”: Enrichetta Lucifero, Francesco Montesi Righetti e Elzivieta Musielak. Ma la loro richiesta di annullamento era stata respinta dal Tar, che nell’ottobre 2008 ha poi dichiarato “perento per inattività delle parti” tale ricorso.
E si è così arrivati alla nota 6311 di quest’anno, con cui il Comune avvisava che il 24 novembre 2008 si sarebbe proceduto “alle operazioni di esecuzione d’ufficio dell’ingiunzione 4/2005”. La signora Lucifero, tramite il suo avvocato, Giovanna Altilia, ha presentato ricorso verso la nota, chiedendo la sospensiva cautelare del provvedimento esecutivo perché il terreno in questione sarebbe “privato e non demaniale” e perché lo sgombero coatto, con l’estirpazione degli agrumeti, comporterebbe l’impossibilità di ripristinare successivamente lo stato dell’area. Motivazioni che il giudice ha accolto, concedendo la sospensiva e rinviando la discussione in camera di consiglio all’11 dicembre.
Il Comune di S. Andrea, con il sindaco, ha annunciato una conferenza stampa per mercoledì mattina (ore 12): “Riteniamo strano quanto accaduto e cioè che il Tar emani decreti anche di domenica – ha sostenuto Lijoi – considerato che la decisione è stata presa il 23 novembre. Nell’incontro col prefetto Calvosa di domani (martedì pomeriggio alle 17:30) esporremo anche questa situazione”.

La festa di S. Andrea

Nella foto, il manifesto con il programma dettagliato della festa patronale di S. Andrea Apostolo, organizzata dalla Parrocchia Santi Pietro e Paolo.

lunedì 24 novembre 2008

I risultati della domenica calcistica

Con una doppietta di Daniele Samà, l'US Andreolese archivia la "pratica" Kennedy JF e si rilancia in classifica, dopo la battuta d'arresto subìta domenica scorsa sul campo del Borgia.
Comunque, è un bilancio finora positivo quello della formazione allenata da Saverio Feudale, che nelle prime cinque giornate ha raccolto ben quattro vittorie e una sola sconfitta.
Discorso diverso, invece, per l'ASD André, superata per 6-1 sul campo della Polisportiva Decathlon, a Simeri Mare.
La neonata società di Calcio a 5, infatti, soffre ancora d'inesperienza in questa disciplina ed è in attesa di trovare un assetto definitivo sul campo, dopo alcune prestazioni che hanno evidenziato un buon potenziale ancora, però, tutto da esprimere.

sabato 22 novembre 2008

Appuntamenti sportivi

Incontro casalingo per l'US Andreolese di mister Feudale che, domenica alle 14:30, affronterà sul campo di Isca Jonio la formazione catanzarese della Kennedy J.F..
Trasferta, invece, per l'ASD André, che, sempre domenica ma alle 15, farà visita alla Polisportiva Decathlon, sul campo del Circolo sportivo Paima di Simeri Mare.

venerdì 21 novembre 2008

La riunione del consiglio

Dialogo e responsabilità.
Due parole che hanno contraddistinto il dibattito politico sviluppato dal consiglio comunale che ha salutato la nascita del gruppo di minoranza “Area civica democratica”, formato da Carlo Renda (capogruppo) e Italo Ranieri.
L’altro consigliere di minoranza, Pietro Frustagli, ha scelto di non aderire ad alcun gruppo, considerata la sua appartenenza al Pd, partito in cui militano anche diversi membri dell’amministrazione. "Per ragioni di opportunità politica, - ha sostenuto Frustagli - ho ritenuto di non entrare in maniera organica nel gruppo di opposizione in cui, pure, sono stato eletto". Vincenzo Ammendolia, invece, è entrato nel gruppo di maggioranza Primavera andreolese.
La seduta ha messo in evidenza quello che potrebbe essere un clima politico nuovo: “La nostra è una partecipazione diretta a tutela della cosa comune – ha dichiarato Renda – per risolvere i problemi attraverso un confronto chiaro e corretto”. Anche Ranieri si è soffermato sul dialogo come “espressione di uno sforzo comune per sviluppare la politica che risolve (o almeno ci prova) i problemi dei cittadini”.
Parole che il sindaco Maurizio Lijoi ha accolto di buon grado, sottolineando: “Da parte dell’amministrazione c’è sempre stata disponibilità al dialogo. Purtroppo, non sempre tali sforzi sono stati apprezzati. Oggi, - ha proseguito – si deve aprire una pagina nuova, fatta di rispetto per le istituzioni comunali, per costruire un’immagine nuova del nostro paese”. Il sindaco ha poi rivolto un apprezzamento – “ha sempre lavorato in seno al consiglio con senso di responsabilità durante l’autosospensione dei suoi colleghi di minoranza” - verso il consigliere Enzo Vivino.
Nel corso dei lavori, il consiglio ha approvato lo statuto dell’Unione dei Comuni del Versante Jonico, nominando i suoi rappresentanti: per la maggioranza Francesco Mirarchi e Giuseppe Commodari, per la minoranza Italo Ranieri.
L’assise ha anche aderito e approvato il PIAR Serre calabresi II, per lo sviluppo delle aree rurali.

mercoledì 19 novembre 2008

Consiglio comunale il 20 novembre

Torna a riunirsi il consiglio comunale, con adunanza d'urgenza, alle 12 del 20 novembre e, in seconda convocazione, alle 12:30 del 21 novembre.
I punti all'ordine del giorno sono 1) Adesione ed approvazione Progetto Integrato per le Aree Rurali denominato "PIAR SERRE CALABRESI II"; 2) "Unione dei Comuni del Versante Jonico". Approvazione nuovo statuto e atto costitutivo; 3) "Unione dei Comuni del Versante Jonico". Nomina rappresentanti.

martedì 18 novembre 2008

Surrogati i consiglieri autosospesi

Ma la vicenda proseguirà in prefettura, dove i 4 "decaduti" saranno ricevuti venerdì da Calvosa
Vincenzo Ammendolia per la maggioranza, Pietro Frustagli, Carlo Renda e Italo Ranieri per la minoranza. Sono i nuovi consiglieri comunali, subentrati ai quattro “autosospesi” decaduti (per “assenze ingiustificate”) nella seduta consiliare di sabato.
Ad essere surrogati sono stati Pietro Aloisio (quota maggioranza) Sabina Carioti, Giuseppe Marcello Samà e Giulio Calabretta per la minoranza di Ora et labora, che non hanno prodotto le giustificazioni richieste entro i termini prescritti. La delibera che contestava loro le assenze fissava in dieci giorni dalla sua notifica tale termine perentorio.
La decisione del consiglio ha chiuso, così, un periodo di polemiche seguito alla scelta di autosospendersi che i quattro consiglieri surrogati avevano preso da oltre un anno, in segno di protesta verso la maggioranza.
L’autosospensione, però, non è contemplata nel diritto degli enti locali. Infatti, le delibere approvate dal consiglio hanno contestato ai consiglieri le violazioni all’art. 30 c.1 del regolamento che disciplina il funzionamento del consiglio comunale – “il consigliere è tenuto a partecipare a tutte le adunanze del consiglio” – e dell’art. 16 c.2 del vigente statuto comunale – “I singoli consiglieri possono decadere per il mancato intervento ad un’intera sessione ordinaria senza giustificato motivo” – che hanno comportato la decadenza ai sensi dell’art. 16 c. 2 lett. C dello statuto comunale.
Le loro assenze consecutive sono state tra le 12 e le 14. “Quanto è avvenuto negli ultimi due anni – ha sostenuto il sindaco Maurizio Lijoi – deve fare riflettere. E’ stato mortificato il valore di questo civico consesso, che è la sede privilegiata in cui fare politica. E oggi, quei consiglieri non hanno ritenuto di degnarci neanche di una risposta – ha proseguito – evidentemente non hanno più alcun interesse a partecipare alle sedute e a risolvere le problematiche di questa comunità”.
Il consiglio intanto, prima di effettuare la surroga, aveva rinnovato all’associazione Edelweiss il servizio di gestione del palazzetto dello sport e rinviato alla prossima seduta i punti sull’Unione dei Comuni, per mancanza del numero qualificato di consiglieri presenti.
E nella giornata di lunedì, gli ex capigruppo Aloisio e Calabretta hanno consegnato in prefettura un esposto in cui chiedono al prefetto Calvosa di sospendere l'efficacia della delibera di decadenza e disporre il loro reintegro. "Sua eccellenza il prefetto -ha affermato Aloisio - ci ha fissato un appuntamento per venerdì prossimo alle 10".

lunedì 17 novembre 2008

Week end negativo per le squadre andreolesi

Hanno rimediato tre sconfitte le formazioni sportive di S. Andrea.
Nel campionato di serie D di calcio a 5, l'ASD André è stata superata per 5-4 dal Maracanà di Catanzaro Lido. Una sconfitta di misura, maturata al termine di una gara che la formazione di casa, comunque, ha condotto per buona parte.
Fermata sul campo del Borgia 2007, invece, la corsa dell'US Andreolese, battuta per 1-0. La prima sconfitta stagionale, dopo le prime tre vittorie consecutive.
E prima sconfitta anche per la Fusion Volley Andreolese, superata per 3-1 dal San Giovanni in Fiore.

sabato 15 novembre 2008

Gli impegni delle formazioni andreolesi

Week end ricco di appuntamenti per le società sportive andreolesi.
Alle 15, incontro casalingo per l'Asd André.
La formazione andreolese di calcio a 5 fa il suo esordio tra le mura del palazzetto dello sport, affrontando la formazione catanzarese del Maracanà.
E a seguire, alle 18, si disputerà il match di pallavolo maschile con protagonista la Fusion volley andreolese.
Domani, invece, l'US Andreolese (Terza Categoria) affronterà in trasferta il Borgia 2007.

mercoledì 12 novembre 2008

Si riunisce il consiglio comunale

Di seguito, l'ordine del giorno del prossimo consiglio comunale:
Adunanza d'urgenza del consiglio comunale: in prima convocazione alle ore 18,00 del 15 novembre 2008 ed in seconda convocazione alle ore 13,00 del 17 novembre 2008.
Ordine del giorno:
1) Lettura ed approvazione verbale seduta precedente.
2) "Unione dei Comuni del Versante Jonico". Approvazione nuovo statuto e atto costitutivo.
3) "Unione dei Comuni del Versante Jonico". Nomina rappresentanti.
4) Affidamento quale forma di volontariato servizio di gestione e vigilanza della struttura comunale "Palestra polifunzionale comunale" - Stagione agonistica 2008/2009.
5) Decadenza del consigliere Aloisio Pietro. Determinazioni. Eventuale surroga e convalida neoeletto.
6) Decadenza del consigliere Carioti Sabina. Determinazioni. Eventuale surroga e convalida neoeletto.
7) Decadenza del consigliere Samà Giuseppe Marcello. Determinazioni. Eventuale surroga e convalida neoeletto.
8) Decadenza del consigliere Calabretta Giulio. Determinazioni. Eventuale surroga e convalida neoeletto.

martedì 11 novembre 2008

Arrestato l'autore di alcuni atti vandalici

Fermato un uomo di 38 anni mentre tentava di danneggiare un'autovettura
Danneggiamento aggravato. Con questa accusa, i carabinieri della stazione di S. Andrea Jonio hanno arrestato ieri mattina il 38enne G.P., del luogo, ritenuto l’autore di una serie di atti vandalici.
Il provvedimento è stato preso a conclusione di un’attività di pedinamento, che ha permesso di cogliere l’uomo in flagranza di reato. Infatti, i militari agli ordini del maresciallo Giuseppe Vergallo lo hanno sorpreso, intorno alle 12:15 di ieri, mentre era intento a danneggiare con l’ausilio di un punteruolo (e senza alcun motivo apparente) la fiancata di un’autovettura parcheggiata lungo la via Nazionale.
Per lui è subito scattato il provvedimento di arresto per “danneggiamento aggravato di cosa esposta alla pubblica fede”.
Successivamente, il 38enne è stato accompagnato presso il Comando Compagnia Carabinieri di Soverato, per essere poi trasferito nel carcere di Catanzaro-Siano dove è a disposizione dell’Autorità Giudiziaria inquirente, in attesa di essere giudicato per direttissima.
Di recente, i carabinieri di S. Andrea lo avevano denunciato in stato di libertà per danneggiamento aggravato e per interruzione di pubblico servizio. Il provvedimento era stato preso in conseguenza dei danneggiamenti, avvenuti nello scorso fine settimana, verso una centrale Telecom Italia e una cabina dell’Enel poste nell’abitato di S. Andrea Marina. Atti che avevano causato disagi in diverse zone del paese, con l’interruzione dell’illuminazione pubblica nella serata di venerdì e telefoni fuori uso in varie abitazioni.
Proprio perché ritenevano che l’uomo potesse reiterare questo tipo di atti, i militari dell’Arma avevano così deciso di predisporre su di lui un servizio di osservazione e pedinamento nel centro abitato di S. Andrea, anche per scongiurare l’eventualità che compisse altri gesti vandalici.

lunedì 10 novembre 2008

Vandali in azione

Disagi ai collegamenti ferroviari. Diversi telefoni in tilt.

Disagi al traffico ferroviario, alle comunicazioni telefoniche e all’illuminazione pubblica.
Sono questi i risultati di alcuni raid vandalici che negli ultimi giorni hanno colpito diverse zone di S. Andrea Marina.
Il più recente è quello con cui, ieri mattina intorno alle dieci, è stato incendiato un pozzetto elettrico di RFI, accanto alla strada ferrata e nei pressi del passaggio a livello. Sul posto, avvisati da un passante, sono giunti i Vigili del fuoco del distaccamento di Soverato, che hanno estinto l’incendio. Disagi per il traffico ferroviario, con lievi ritardi nelle percorrenze regionali.
L’incendio ha danneggiato il sistema di controllo del passaggio a livello e dei segnali luminosi, poi ripristinati dai tecnici di RFI giunti sul posto nella stessa mattinata, anche se la messa in funzione definitiva è ancora in atto in queste ore.
Invece, nei giorni scorsi, sono state prese di mira, a partire dal tardo pomeriggio di venerdì, diverse cabine di Telecom Italia ed Enel.
Notevoli i disagi per la popolazione, con intere vie e quartieri al buio nella serata di venerdì e numerosi telefoni di casa “muti” ancora fino a domenica. Sull’accaduto stanno indagando i carabinieri della locale stazione, agli ordini del maresciallo Giuseppe Vergallo, intervenuti sui luoghi dei raid.
Tra l’altro, si è trattato di atti vandalici compiuti in punti diversi e distanti del paese. Dall’armadio ripartitore Telecom della località “Fego” (zona sud) alla cabina centrale Telecom di via Guido Rossa, passando per la cabina Enel di via Aldo Moro e quella telefonica di via Andrea Campagna.
Tutte hanno subìto la forzatura degli sportelli, probabilmente con l’ausilio di un piede di porco, e al loro interno, oltre a strappare i fili, sarebbe stato anche gettato dell’acido. Per l'intera la mattinata di sabato, i tecnici della due società hanno lavorato sodo per iniziare a ripristinare i servizi primari.

Bene l'US Andreolese

US Andreolese: Posca, Rudi, Guarna, Samà, Piroso, Parisi, Frustagli, Bevivino G., Screnci, Pirelli. All.: Feudale
Casciolino 2007: Agosto, Serafino, Talotta, Papaleo, Cristofaro, Passafaro, Crasà, Mirarchi, Belfatto, Palaia, Litterio. All.: Mirarchi.
Arbitro: Leone di Catanzaro.
Vittoria e testa della classifica confermata per l'US Andreolese di mister Feudale.
Nove punti nelle tre partite iniziali sono il biglietto da visita che la squadra offre nella stagione 2008/2009. Quella contro il Casciolino 2007 è stata una partita messa al sicuro già nei minuti iniziali: all'11° si era già sul 2-0.
Il rigore trasformato al 7° da Pirelli (lo potete vedere nella foto), a portiere spiazzato, ha spianato la strada alla squadra andreolese che ha prodotto una buona mole di gioco.
Dopo soli quattro minuti, infatti, Samà ha raddoppiato con una gran rete dalla distanza, lasciando partire un destro da 25 metri che ha lasciato di sasso il portiere del Casciolino Agosto.
Gli ospiti hanno tentato di reagire al doppio svantaggio, senza però impensierire più di tanto Posca.
Buoni movimenti a centrocampo e sulle fasce, con Frustagli che al 30° ha anche colpito il palo.
La formazione ospite, nel frattempo, ha cercato di riorganizzarsi, andando a guadagnarsi diverse punizioni nei pressi dell'area andreolese. Una di queste, eseguita da Papaleo al 37°, ha sfiorato l'angolino esterno della porta difesa da Posca, anticipando quanto sarebbe accaduto di lì a sei minuti: Litterio, infatti, accorciava le distanze, riaccendendo le speranze ospiti.
Speranze che, però, sono rimaste tali, considerato che anche nella ripresa la squadra di mister Feudale ha mantenuto le redini della partita, conquistando con merito i tre punti.

Sconfitta all'esordio per l'ASD André

La sconfitta è stata senza dubbio netta ma le speranze per il futuro sono positive.
Dopo il 6-0 subìto sul campo dello Sporting Crotone, l'ASD André cerca di organizzarsi al meglio in vista delle prossime sfide (in particolare quella casalinga di sabato prossimo).
Il verdetto del campo parla di una squadra giovane e con ancora poca esperienza in questo campionato. Gli avversari crotonesi, del resto, lo scorso anno hanno sfiorato i Play off e anche in questa stagione intendono fare bene.
L'ambiente della squadra andreolese ha cercato, soprattutto, di fare tesoro di tutti gli elementi emersi nel corso della partita, in cui il livello non ottimale di preparazione atletica e il fatto di essere ancora alla ricerca della giusta "amalgama" come gruppo hanno inciso parecchio.
E sabato 15 novembre, dunque, ci sarà il debutto a S. Andrea, nel palazzetto dello sport, contro i catanzaresi del Maracanà.

I risultati delle squadre di calcio andreolesi

Sorti diverse per le due formazioni calcistiche andreolesi impegnate nel trascorso week end: bella vittoria in casa per l'US Andreolese (2-1 sul Casciolino 2007); sconfitta esterna all'esordio, invece, per l'ASD André nel campionato di serie D di Calcio a 5 (6-0 contro lo Sporting Crotone).
Nelle prossime ore, magggiori dettagli sugli incontri.

sabato 8 novembre 2008

L'US Andreolese affronta il Casciolino

Domenica arriva il Casciolino 2007 sul campo dell'Andreolese.
La formazione di casa si prepara così all'appuntamento contro la squadra catanzarese che è già a caccia di punti, dopo un esordio certamente non brillante.
Dai ragazzi di mister Feudale si attende una bella prova, a conferma di un inizio di stagione positivo con sei punti nelle prime due partite.
L'appuntamento è alle 14:30 sul campo communale di Isca sullo Jonio.

venerdì 7 novembre 2008

Parte il campionato di Calcio a 5

Una squadra andreolese debutta nel campionato di Calcio a 5, Serie D girone D.
E' la A.S.D. André, una società sportiva nata nel 2008, guidata dal presidente Giuseppe Stillo.
Domani (sabato 8 novembre), il gruppo andrà a giocare in trasferta sul campo dello Sporting Crotone.
Alle ore 15, dunque, il fischio d'inizio sancirà il via ufficiale per questa nuova realtà calcistica di S. Andrea che, ovviamente, disputerà le partite casalinghe nel palazzetto dello sport.

giovedì 6 novembre 2008

Ipsia: nessun interesse a trasferire l'istituto ma servono nuovi locali

Si prospetta un incontro tra amministrazione comunale e dirigente scolastico.
"Questo ufficio non ha alcun interesse a privare il Comune S. Andrea della scuola secondaria che tanto lustro ha dato al territorio ma altresì ha il dovere di garantire la sicurezza di studenti e personale scolastico assieme alle stesse opportunità formative di tutti gli altri alunni". Così si esprime l'ufficio di presidenza dell'Istituto d'istruzione superiore "G. Malafarina" di Soverato, guidato da Domenico Servello, dopo una settimana caratterizzata da polemiche sul destino dell'Ipsia.
"Come certamente è di sua conoscenza - scrive il dirigente al sindaco - i locali dove attualmente è ubicato l'Ipsia non sono idonei sotto il profilo dlel'igiene e della sicurezza; pertanto è necessario procedere con la massima urgenza alla loro ristrutturazione".
Dunque, si rende necessario reperire i locali adatti allo svolgimento delle lezioni: "Consapevole dell'importanza storica che l'istituzione scolastica in oggetto ha per il Comune di S. Andrea, al fine di non privare, sebbene temporaneamente, codesto Comune di tale patrimonio, si chiede alla S.V. di attivarsi per verificare la disponibilità in loco di un immobile adatto e idoneo allo svolgimento delle lezioni".
Dunque, si è arrivati ad un momento "chiave" della situazione.
"Questa presidenza - evidenzia Servello - è disponibile ad un incontro che miri non a mantenere l'esistente ma a prendere decisioni che vanno verso la tutela degli studenti".
E di fronte alla missiva, da parte dell'amministrazione comunale pare ci sia la disponibilità a sedersi attorno ad un tavolo per discutere concretamente del problema.

mercoledì 5 novembre 2008

Il sindaco interviene sull'Ipsia

“Non crediamo alle assicurazioni del dirigente scolastico, quando dice che non intende smantellare l’Ipsia. Anzi, siamo convinti del contrario”.
Va giù duro il sindaco di S. Andrea Jonio, Maurizio Lijoi, nei confronti del dirigente dell’Istituto d’istruzione superiore “G. Malafarina” di Soverato, Domenico Servello.
Lijoi, supportato anche da una delibera consiliare di protesta in merito, critica il trasferimento dei corsi serali dall’Istituto professionale di S. Andrea presso l’Istituto tecnico per geometri (ITG) soveratese, deciso dal collegio docenti del Malafarina lo scorso settembre: “Il passo è stato fatto senza minimamente coinvolgere le amministrazioni comunali di S. Andrea e Soverato. Una mancanza di rispetto istituzionale che secondo noi rispecchia la volontà di chiudere, in un futuro non troppo lontano, l’Ipsia”.
Già il 24 ottobre scorso, dunque, tale scelta era stata oggetto di dibattito in consiglio comunale e per capirne le ragioni, il 29 ottobre, si è anche tenuta una conferenza dei servizi presso la Provincia di Catanzaro. In quella sede, il dirigente Servello ha riferito di aver evidenziato “la sostanziale legittimità dell’operato del collegio docenti, che, sulla base del “congelamento” degli organici e sulla scorta del DM 275/99 (sull’autonomia delle istituzioni scolastiche), ha stabilito l’accorpamento dei corsi serali del geometra e del professionale, garantendo funzionalità e risparmi di gestione”.
Ma, a quanto pare, durante la conferenza in Provincia, i toni del confronto non sarebbero stati del tutto pacati, tanto che il sindaco Lijoi e il capogruppo consiliare di maggioranza Pino Commodari, per protesta, hanno abbandonato il tavolo della riunione: “Il nostro gesto è stato una reazione ad alcune affermazioni del dirigente scolastico - ha riferito il sindaco – inopportune per la popolazione andreolese e verso di noi in quanto rappresentanti istituzionali di una comunità. Siamo stati, infatti, ingiustamente accusati di cercare soltanto visibilità politica con questa battaglia. A questo punto, confermiamo la volontà di tutelare legalmente l’immagine di S. Andrea nei confronti di Servello. Ma, soprattutto, - prosegue Lijoi - è necessario lavorare per dare un futuro serio all’Ipsia”.
Il sindaco spiega infatti: “Di fronte al palese tentativo del dirigente scolastico di far chiudere l’istituto, presentando esposti di verifica e controlli all’Asl e ai Vigili del fuoco, noi dobbiamo invece cercare nuove strade per la sua valorizzazione, magari attraverso una riconversione e diversificazione degli indirizzi didattici. Del resto, che senso avrebbe, altrimenti, la spesa effettuata finora dalla Provincia per adeguare l’impianto elettrico e quello antincendio su un istituto tanto obsoleto?”.

Ipsia: dopo lo spostamento dei corsi serali, quale futuro?

Il dirigente scolastico interviene sullo spostamento dei corsi serali.

“Non vogliamo chiudere l’Istituto professionale per l’industria e l’artigianato (Ipsia) di S. Andrea”.
Con queste parole, Domenico Servello, dirigente scolastico dell’Istituto d’istruzione superiore “G. Malafarina” di Soverato, di cui l’Ipsia fa parte, chiarisce le intenzioni verso l’istituto professionale e risponde alle accuse che l’amministrazione comunale andreolese gli aveva rivolto nel consiglio comunale del 24 ottobre scorso.
In quella sede, il sindaco Maurizio Lijoi e l’assise cittadina avevano protestato duramente contro lo spostamento dei corsi serali dall’Ipsia all’istituto tecnico per geometri (ITG) di Soverato, deciso dal collegio docenti del Malafarina, temendo uno “spacchettamento” volto alla chiusura dell’istituto andreolese, nonostante gli sforzi per mantenerlo vivo.
In risposta, Servello spiega che “lo spostamento è stato un atto necessario, di accurata gestione delle risorse. In giugno, una circolare ministeriale ha “congelato” gli organici, bloccando ulteriori ingressi di docenti per le classi del serale. Ci siamo così trovati nella condizione, stante il numero di classi, di non poter avere, come sarebbe stato invece necessario, docenti in un numero tale da poterli dislocare sui corsi serali in due istituti, distanti peraltro 8 Km”.
L’idea, dunque, è stata quella di creare classi “articolate”, accorpate orizzontalmente negli insegnamenti comuni (italiano, matematica, storia, etc.) tra Ipsia e ITG, garantendo, comunque, i relativi insegnamenti professionalizzanti. Di tutto ciò, Servello ha parlato nella conferenza dei servizi che si è svolta il 29 ottobre alla Provincia di Catanzaro. “Abbiamo illustrato motivazioni, e relative delibere del Consiglio d’Istituto, che ci hanno portato a spostare il corso serale e le stesse sono state accolte come legittime, perché effettuate sulla scorta del DM 275/99 (sull’autonomia delle istituzioni scolastiche) e perché necessarie” ha spiegato ancora il dirigente.
Le motivazioni del trasferimento erano già state esposte in una comunicazione del 22 settembre, in cui si evidenziava “l’insufficienza del numero di collaboratori scolastici per garantire la vigilanza degli alunni del corso diurno e serale dell’ITG di Soverato, nonché la vigilanza del corso diurno e serale dell’Ipsia di S. Andrea”. “Visto che l’ITG resta aperto dalle 7:30 fino alle 22 – argomenta Servello – spostando il corso serale Ipsia all’ITG di Soverato si ottimizzano le spese per riscaldamento ed energia elettrica, aggiungendo poi il fatto che la maggioranza degli iscritti al corso serale a S. Andrea (18 su 30) hanno richiesto, per praticità, di svolgere le attività didattiche a Soverato”.
Il dirigente mette poi sul tappeto altri due elementi, “per chiarire ancora di più le nostre intenzioni verso l’Ipsia”: l’ottenimento di un finanziamento di 12mila euro per l’acquisto di 11 PC, che nella prossima settimana rinnoveranno il laboratorio informatico dell’istituto di S. Andrea, e l’installazione di un laboratorio ambientale, intorno al mese di dicembre (la gara d’appalto è stata indetta il 21 ottobre e si chiuderà il 22 novembre). “Inoltre, per dare un’offerta formativa migliore, una volta a settimana, una classe dell’Ipsia viene all’ITG per svolgere due ore di attività nel laboratorio elettrico. Al termine, seguono un’ora di inglese nel laboratorio linguistico e due ore di matematica in quello informatico, beneficiando così di strutture e strumenti all’avanguardia”.

domenica 2 novembre 2008

La Sagra della castagna

Buona la partecipazione e buone, soprattutto, le specialità dolci e salate offerte nella Sagra della castagna.
La seconda edizione della manifestazione organizzata dalla Pro-loco "Sant'Andrea" ha rispettato le attese della vigilia, confermando il buon "appeal" di questo genere di eventi, che, oltre ai cittadini, attira anche un buon numero di persone dal comprensorio.
Senz'altro, nell'edizione dello scorso anno, complice anche un ponte di Ognissanti più lungo, la partecipazione di turisti ed emigranti è stata maggiore ma, comunque, le presenze viste sabato in Piancastello sono state di tutto rispetto.
Soddisfazione, infatti, da parte degli organizzatori.
Il presidente della Pro-loco, Giuseppe Dominijanni, ha voluto ringraziare tutti coloro che hanno dato un contributo per la realizzazione della serata, che è stata anche caratterizzata da un clima molto gradevole.
Nella galleria fotografica di S. Andrea (tra i links andreolesi nella colonna di destra in basso), potete vedere le altre foto della Sagra.

Vittoria in trasferta

Ha vinto per 4-2 l'US Andreolese.
La formazione di mister Feudale ha disputato una gara grintosa sul campo dell'Aranceto Calcio.
Dopo essere addirittura andata sotto di due gol nel corso del primo tempo, giocato un po' sottotono, la squadra ha poi trovato la forza e la giusta mentalità per ribaltare il risultato.
Pareggiati i conti nei primi 45 minuti di gioco, la ripresa ha visto una squadra più tonica, che ha saputo imporsi a suon di gol con le marcature di Primonato, Piroso, Frustagli e Pirelli.
Dopo le prime due giornate, dunque, l'Andreolese viaggia a punteggio pieno.

sabato 1 novembre 2008

US Andreolese in trasferta

L'US Andreolese di mister Feudale va in trasferta sul campo dei catanzaresi dell'Aranceto Calcio.
Entrambe le formazioni sono reduci dalla vittoria nella partita d'esordio. Uno a zero per l'US Andreolese contro il San Sostene, uno a zero per l'Aranceto Calcio contro la Kennedy.
La partita avrà inizio domenica alle 14:30.

venerdì 31 ottobre 2008

Inaugurazione Centro revisioni "BN"

Apre un nuovo Centro di revisione per auto.
Ad avviare l'attività, la società "Revisione Auto BN", formata dal giovane andreolese Nicola Pugliese e dal collega Bruno Leuzzi.
L'inaugurazione avverrà sabato mattina (Primo novembre), alle 11, nei nuovi locali del Centro revisioni a San Sostene. (nella foto, la mappa)
"In bocca al lupo" da SantandreaBlog!

Presentazione della Fusion Volley Andreolese

Di seguito, il comunicato della Fusion Volley Andreolese:

Con la presente, si comunica che sabato Primo novembre, alle ore 11.00, in occasione della 1^ partita casalinga della prima squadra della Fusion Volley Andreolese, militante nel campionato di Serie D Regionale di pallavolo, presso il Palazzetto dello Sport di Sant'Andrea Jonio avverrà la presentazione ufficiale della squadra.
Interverranno:
- Ing. Maurizio Lijoi, Sindaco del Comune di Sant'Andrea Jonio;
- Christian Cosentino, Assessore allo Sport del Comune di Sant'Andrea Jonio;
- Massimiliano Giorgio, Presidente della Fusion Volley Andreolese;
- Emilio Grandinetti, Presidente Provinciale della FIPAV.
Alla fine della cerimonia, verrà servito un piccolo aperitivo.

mercoledì 29 ottobre 2008

Incidente stradale

Se la sono cavata con lievi ferite i conducenti delle due auto coinvolte in un brutto incidente verificatosi sulla SS 106 nel primo pomeriggio di ieri.
Lo scontro quasi frontale tra la Fiat Panda, condotta da B.F. di S. Andrea Jonio, e la Fiat 500 condotta da M.A. di Stilo, si è verificato nel pieno del centro abitato di S. Andrea Marina, 100 metri a nord dell’incrocio tra la SS 106 e la strada provinciale che porta nel centro storico.
La Panda proveniente da sud, all’atto di svoltare sulla sinistra, è stata “centrata” dalla 500 che giungeva dalla direzione di marcia opposta. Nessuno dei due conducenti si sarebbe reso conto per tempo del pericolo che gli si stava parando davanti.
La collisione è stata molto violenta, difatti le auto sono state sbalzate lontano, terminando la loro corsa piuttosto distanti dal luogo del primo impatto.
Contusi e doloranti i due conducenti non hanno, fortunatamente, riportato gravi conseguenze fisiche. B.F. ha avuto le maggiori conseguenze, con diverse escoriazioni al volto e una ferita all’altezza dell’arcata sopracciliare destra.
I rilievi sono stati effettuati da una pattuglia della Polizia Stradale di Soverato, che ha ricostruito la dinamica del sinistro.

martedì 28 ottobre 2008

II^ edizione della Sagra della castagna

Torna la "Sagra della Castagna".
Dopo il successo dell'edizione dello scorso anno, per il I° novembre, la Pro Loco "Sant'Andrea" ripropone l'evento dell'autunno andreolese, con la consueta degustazione di prodotti tipici, dolci e salati, a base di castagna.
L'appuntamento si terrà in Piancastello, nel centro storico di S. Andrea, a partire dalle ore 19.

lunedì 27 ottobre 2008

US Andreolese, buona la prima

US Andreolese 1 - San Sostene 0
Marcatori: 33° st Frustagli.
Us Andreolese: Posca, Rudi, Parisi, Piroso, Tassone, Marra, Frustagli, Bevivino G., Primonato (27° st Screnci), Corasaniti, Pirelli (35° Genco). All.: Feudale
San Sostene: Scicchitano, Melia, Altamura, Loiero F., Lucifero, Lentini L., Ranieri, Panaia, Pileci, Procopio, Zangari. All.: Sgrò
Arbitro: Garcea di Catanzaro.
Si aggiudica il derby e incassa la vittoria all'esordio l'Us Andreolese di mister Feudale.
Sul campo sportivo di Isca Marina, l'undici andreolese affronta un'ostica formazione sansostenese che nei primi minuti si fa vedere spesso davanti la porta difesa da Posca.
Più volte, infatti, il laterale Ranieri scende sulla fascia destra mettendo palloni in area che i suoi compagni non sfruttano però al meglio. Al 10°, l'attaccante Procopio lascia partire un tiro che viene deviato in angolo da Posca.
Pronta la risposta dell'Andreolese, che si fa vedere due volte: al 14°, con un calcio di punizione di Corasaniti che taglia pericolosamente l'area avversaria e, al 18°, ancora con Corasaniti, bravo a lanciare Primonato che, però, viene anticipato dal portiere ospite.
Partita gradevole, con le squadre pronte a ripartire molto rapidamente.
E' il San Sostene a sfiorare il gol per primo, quando al 23°, a tre metri dalla porta, Procopio riceve un pallone da calcio d'angolo e va a schiacciare di testa, mandando però poco alto sulla traversa.
Cerca la risposta la formazione di mister Feudale ma Primonato, al 32°, sbaglia da buona posizione mentre sei minuti più tardi gli ospiti impegnano Posca (che va in presa sicura) con un bel tiro di Zangari.
Nella ripresa, il San Sostene parte bene e al 13° sfiora il gol. Un minuto dopo, Primonato, dopo aver ricevuto palla da Frustagli, si vede deviare in corner un bel tiro. Nel frattempo, comincia a piovere e il gioco si frammenta un po', con le squadre che, complice un po' di stanchezza, si allungano.
Ma l'allungamento delle formazioni permette rapidi contropiede e, al 33°, proprio un'incontenibile discesa di Frustagli prepara le condizioni per il vantaggio andreolese: il numero 7 rossoblù parte palla al piede da centrocampo e si invola sulla destra fino alla linea di fondo, da cui lascia partire un tiro che coglie di sorpresa e supera l'estremo difensore ospite Scicchitano.
Di qui alla fine, l'Andreolese amministra l'incontro, senza correre troppi rischi, anche se il San Sostene tenta di riacciuffare la partita con un paio di interessanti occasioni, sciupate da evidenti errori in fase di tiro.

venerdì 24 ottobre 2008

Contestate le assenze a 4 consiglieri di opposizione

“Questi consiglieri sono venuti meno ai doveri sanciti nello statuto e nei regolamenti, non rappresentando i loro elettori in sede consiliare”.
Così, il sindaco Maurizio Lijoi ha motivato le delibere consiliari di contestazione delle assenze a quattro consiglieri di opposizione, autosospesi da agosto 2007: per “Ora et labora”, Giulio Calabretta (capogruppo) con 12 assenze, Sabina Carioti e Marcello Giuseppe Samà con 14; per il gruppo PdCI, il capogruppo Pietro Aloisio (ex di maggioranza) con 12.
“Intanto, il diritto degli enti locali non contempla l'autosospensione" ha evidenziato il sindaco che poi ha spiegato: "A partire dalla data di notifica della delibera odierna, - ha spiegato Lijoi - i consiglieri avranno dieci giorni per produrre documenti che ne giustifichino le assenze. Altrimenti, saranno dichiarati decaduti e si procederà a surroga”.
“E non si parli di volontà persecutoria, – ha dichiarato Pino Commodari – oggi inizia solo una procedura per bisogna ripristinare l’opposizione in consiglio. Se questi consiglieri giustificheranno le assenze manterranno lo status. Ma credo che sarebbe stato meglio per loro rispettare il mandato degli elettori, partecipando ai consigli”.
L’altro punto saliente discussa nell'assise cittadina ha riguardato l’Ipsia di S. Andrea e le azioni del dirigente scolastico Domenico Servello. “Senza alcuna autorizzazione da parte della Provincia di Catanzaro né del Comune, - ha evidenziato Lijoi - il dirigente scolastico ha trasferito presso l’istituto “Malafarina” di Soverato (di cui l’Ipsia fa parte) alcuni corsi serali e il laboratorio elettrico con un’autorizzazione del solo organo collegiale scolastico. E’ un’azione ingiustificata, che mira al trasferimento integrale dell’Ipsia a Soverato. Noi ci opponiamo ed eleviamo una protesta formale per questa prevaricazione, riservando alla giunta la facoltà di adire le vie legali”.
Il consiglio ha poi approvato la prima variazione di bilancio dell'anno, per maggiori entrate ammontanti a circa 30mila € provenienti da un protocollo d'intesa siglato tra amministrazione comunale e "Eolica Sud" (società impegnata nella costruzione del parco eolico di San Sostene) per l'attraversamento del territorio andreolese.
Il consiglio ha anche constatato gli equilibri di bilancio delineati dall'assessore Nicola Ramogida - "i conti sono in equilibrio, senza debiti fuori bilancio e non è pertanto necessaria alcuna azione correttiva" - che ha anche effettuato una breve ricognizione sullo stato di attuazione del programma - "sono stati conclusi i lavori della scuola media e per l'acquedotto in località "Campo". A breve partiranno i lavori per il potenziamento dell'illuminazione pubblica, grazie al finanziamento POR che abbiamo ottenuto dalla Regione, e da fondi PIAR avremo 230mila euro per la strada "Malarra-Incenso" e 80mila per un acquedotto rurale".
Inoltre, il consiglio comunale ha conferito la cittadinanza onoraria a due cittadini di Breda di Piave (TV), Sonia Foresto (amministratrice comunale) e Alfonso Beninatto (per due volte sindaco del Comune veneto), “per il loro importante lavoro di collaborazione culturale e civile tra le due comunità e tra i centri sociali “Il filò” di Breda di Piave e il Circolo Anziani “B. Genco” di S. Andrea. E per avere così agevolato l'avvicinamento delle due realtà comunali”.

Lieve sisma nel pomeriggio

Due lievi scosse telluriche nel giro di poche ore sono state registrate oggi pomeriggio nel tratto di mare antistante il territorio di San Sostene.
La prima, di magnitudo 2.8 della scala Richter, ha avuto l’epicentro in mare aperto, a circa 40 km dalla costa. Immediatamente, dal centro sismologico di Roma è giunto un allerta alla prefettura di Catanzaro e al comando dei Vigili del fuoco di Catanzaro che hanno provveduto a “girare” la comunicazione ai Comuni interessati e al distaccamento dei Vigili del fuoco di Soverato. L’altra scossa, di analoga entità, è stata registrata attorno alle 17.
Fortunatamente, non si è reso necessario alcun intervento di soccorso a persone né si sono verificati danni ad abitazioni e altre strutture. Evidentemente, la scossa, probabilmente depotenziata dalla distanza e dalla profondità a cui si è verificata (oltre 36 metri), non ha avuto la forza sufficiente per essere percepita nettamente sulla terraferma.

giovedì 23 ottobre 2008

Convocato il consiglio comunale

Di seguito, la convocazione e l'ordine del giorno della prossima seduta di consiglio comunale
Si riunisce il Consiglio Comunale in adunanza ordinaria in seduta aperta al pubblico: in prima convocazione alle ore 13,00 del 24 Ottobre 2008 ed in seconda convocazione alle ore 13,00 del 25 Ottobre 2008.
1) Lettura ed approvazione verbale seduta precedente.
2) Ricognizione equilibri finanziari – salvaguardia art. 193 D. Lgs. 18 agosto 2000 n. 267.
3) 1^ variazione al bilancio di previsione 2008. Esame ed approvazione.
4) Approvazione P. L. in località Silipà. Ditta IMM.BEL. di Andrea Nesticò.
5) Richiesta alienazione area di proprietà comunale ex P.L. “Parco dei Ricci”. Determinazioni.
6) Conferimento Cittadinanza onoraria alla Sig.ra Sonia FORESTO.
7) Conferimento Cittadinanza onoraria al Sig. Alfonso BENINATTO.
8) Contestazione assenze alle adunanze di Consiglio Comunale al Consigliere Aloisio Pietro.
9) Contestazione assenze alle adunanze di Consiglio Comunale al Consigliere Carioti Sabina.
10) Contestazione assenze alle adunanze di Consiglio Comunale al Consigliere Samà Giuseppe Marcello.
11) Contestazione assenze alle adunanze di Consiglio Comunale al Consigliere Calabretta Giulio.
12) I.P.S.I.A. di Sant’Andrea Apostolo dello Jonio. Azioni del Dirigente Scolastico. Determinazioni. 13) Provvedimenti Ministro Pubblica Istruzione. Determinazioni.

mercoledì 22 ottobre 2008

Parte il campionato di Terza Categoria - Girone "G"

Parte subito con un derby il campionato dell'US Andreolese.
Domenica alle 14:30, infatti, l'undici di mister Feudale affronterà in casa il San Sostene. L'incontro, però, non si giocherà sul terreno del comunale "A. Lucifero" di S. Andrea ma verrà disputato nello stadio di Isca Marina.
L'impianto sportivo andreolese, infatti, non può essere utilizzato per le gare ufficiali del campionato, ma solo per gli allenamenti, a causa della sua ormai ben nota "insufficienza" strutturale. Dunque, le partite casalinghe si giocheranno ad Isca.
Osservando, invece, quello che è l'aspetto puramente agonistico, già nelle prime uscite amichevoli la squadra allestita ha messo in evidenza un buon organico, giovane e con "numeri" tecnici interessanti e di qualità.
Sarà comunque la prova sul campo a fornire i primi effettivi ragguagli sulle potenzialità dell'US Andreolese 2008/2009. Appuntamento, dunque, a domenica pomeriggio.

martedì 21 ottobre 2008

Il nuovo sondaggio

Come annunciato nei giorni scorsi, arriva il nuovo sondaggio di SantandreaBlog.
Questa volta, ci si addentra nella società, con un quesito che riguarda l'accoglienza ai rifugiati.
L'iniziativa vuole essere, come sempre, un'indagine conoscitiva della realtà andreolese e su come verrebbe vista una partecipazione di S. Andrea ad un progetto di accoglienza sul modello di quelli gestiti dalla sezione calabrese (che ha sede a Badolato) del CIR (Consiglio Italiano per i Rifugiati). (Per maggiori informazioni su questi programmi potete cliccare su http://www.cir-onlus.org/ o, per info più generali, visitare il sito del Ministero dell'Interno http://www.interno.it/)
Negli ultimi anni, a parte l'esempio di Badolato che ormai dal 1998 è attivo in questo settore (vedi post precedente), anche altre comunità calabresi (ad esempio, Riace e Caulonia nei mesi scorsi) hanno deciso di sperimentare esperienze del genere.
Nel comprensorio del basso Jonio catanzarese, invece, il tema non è stato molto discusso finora e, dunque, è bene iniziare a farlo.
A questo punto, non resta che lasciare la parola a voi e ai vostri voti!

lunedì 20 ottobre 2008

Uno sguardo sul comprensorio - Badolato si pone come modello di accoglienza ai rifugiati

La sede calabrese del Consiglio Italiano per i Rifugiati (CIR) si trova nel borgo di Badolato.

Può dirsi giunto il momento di superare il vecchio e provocatorio slogan “Badolato-paese in vendita”?
Il quesito appare ormai legittimo: infatti, nonostante i molti problemi che tuttora lo affliggono, come tutti i paesi del comprensorio, il nucleo civile del centro ionico ha saputo dimostrare vitalità, con l’esperienza dell’accoglienza ai rifugiati. E’ proprio questa apertura, infatti, a parlare di Badolato come di un paese che può proporsi a modello per gli altri.
Non più ammasso di pietre cotte al sole estivo e ammuffite dall’umidità invernale ma luogo di accoglienza e di rifugio.
Ed è l’esperienza che da dieci anni si vive nel borgo antico. Protagonisti sono i suoi abitanti, che hanno superato ogni scoglio razziale di fronte ad un “gioco” molto grande, quello delle migrazioni umane.
Quando il 26 dicembre 1997 la nave Ararat poggiò sulla sua costa 836 profughi di etnia curda, fu un paese intero a mobilitarsi per accogliere e dare loro speranza. L’amministrazione comunale del tempo (guidata da Gerardo Mannello) lanciò l’idea di ospitare i curdi nelle case inutilizzate del centro storico, dando il via ad una corsa che nonostante infortuni e zoppie arriva sino ad oggi e già guarda al domani.
Chissà da dove arrivarono quelle energie emotive che scrissero una delle pagine più belle della storia locale e non solo. Oggi, (dal 1998) Badolato è centro di seconda accoglienza e sede calabrese del Consiglio Italiano per i Rifugiati (CIR), una Ong che si occupa di assistere chi fugge dal proprio paese per motivi religiosi o politici. E’ proprio la “fuga” a distinguere il rifugiato dall’immigrato, quella che non ti permette di preparare nulla e che ti catapulta in una terra sconosciuta, avendo come bagaglio solo te stesso e la tua storia.
La responsabile regionale del Cir, Daniela Trapasso, e i collaboratori, Rolando Piperissa e Cristina Cunsolo, sono i punti fermi di questo “scambio” vitale con culture diverse e lontane. E’ il Cir, infatti, ad “accudire e guidare” i rifugiati. Non appaia enfatico ma la realtà parla con numeri, volti e persone in carne e ossa. Numeri concreti e costruttivi, che hanno permesso a centinaia di rifugiati di avere una nuova chance nella vita.
Oggi sono in trenta a Badolato, nell’ambito del progetto Sprar (il Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati predisposto dal Ministero dell’Interno nel 2001, rivolto ai Comuni e gestito dal Cir) e di un altro progetto ministeriale. Il programma ha una durata temporale precisa (6 mesi prorogabili) in cui il Cir fornisce “strumenti” ai rifugiati (corsi di lingua, formazione lavoro).
Un’attività che ha già portato 170 rifugiati (nell’ambito del solo Sprar) a vivere e lavorare regolarmente in Italia, mentre il Cir Calabria, a Badolato, nel complesso ha assistito circa 1.200 rifugiati.
Badolato, dunque, è stato “pioniere” in tempi in cui gli “sbarchi” sulle coste calabresi erano ancora un fenomeno sconosciuto. Solo con il passare degli anni però l’esperienza ha dato i suoi frutti. “Certamente – spiega Daniela Trapasso – dobbiamo ringraziare tutte le amministrazioni comunali che si sono succedute negli anni, a partire da quella Mannello fino all’attuale, guidata da Nicola Parretta. Tutte hanno dimostrato sensibilità per ogni esigenza”.
Un sentimento di gratitudine che abbraccia la prefettura, la questura e il Ministero dell’interno “sempre vicini e ricettivi 24ore su 24”.
E che il “modello Badolato” funzioni lo dimostra il fatto che alcune famiglie di rifugiati, concluso lo Sprar, hanno deciso di restare a vivere nel paese.
L’idea originaria di ripopolare il borgo con i curdi si è infatti evoluta, sviluppando un equilibrio spontaneo, e oggi il centro storico presenta un volto multiculturale. Non un melting pot ma un piccolo sistema ordinato che accanto ai volti sornioni degli anziani del luogo vede i volti, finalmente sereni, di afgani, iracheni, africani, curdi, colombiani, kosovari. A cui ora si affiancano anche quelli di turisti europei e nordamericani, attirati dalla curiosità verso una “propaganda” umanitaria che negli anni ha portato nel mondo il nome della cittadina.
Un modello, dunque, che si offre ai paesi vicini. “Avremmo davvero bisogno di nuove risorse nel comprensorio – spiega la Trapasso – e siamo pronti a fornire ogni supporto ai Comuni che fossero interessati a realizzare progetti di accoglienza”.

venerdì 17 ottobre 2008

Detenzione illegale di munizioni: denunciato un pensionato

Un anziano di S. Andrea è stato denunciato a piede libero per detenzione illegale di munizionamento.
I carabinieri della stazione locale hanno trovato nell'abitazione dell'uomo, 79 anni, residente nel centro storico, 27 munizioni di vario calibro, tutte per pistola, subito poste, chiaramente, sotto sequestro.
Il provvedimento è stato preso al termine dell'operazione di controllo e verifica della corretta e legale detenzione e custodia di armi da fuoco e munizioni che i militari, guidati dal maresciallo Giuseppe Vergallo, stanno conducendo da diverso tempo. Infatti, tale attività anche nelle scorse settimane aveva portato a provvedimenti simili, con la denuncia di altre persone e il sequestro di armi e munizioni.

mercoledì 15 ottobre 2008

Superate le 40.000 visite!

SantandreaBlog ha sfondato il tetto delle 40mila visite (e quasi 70mila pagine viste).
Un grazie e un caro saluto a tutti i lettori che quotidianamente lo seguono da ogni parte del mondo: Canada, Stati Uniti, Sudafrica, Romania, Grecia, Svizzera, Germania, Francia, Belgio, Spagna, Regno Unito e, ovviamente, Italia.
E prossimamente, su queste pagine troverete un nuovo e interessante sondaggio su un tema di natura sociale.
Francesco Ranieri

S. Andrea sugli "schermi" di Village

Cliccando sul link sottostante, potete vedere il servizio di informazione turistica realizzato durante l'estate dalla redazione di "Village" (notiziario di informazione turistica) in Calabria.
A dare supporto all'iniziativa, il Ventaclub Nausicaa di S. Andrea.
E' stato, infatti, il direttore del villaggio turistico, Francesco Dominijanni, a fare da "cicerone" alla troupe che ha girato alcuni suggestivi scorci, oltre che della struttura turistica, anche del centro storico andreolese.
http://www.villagenews.it/servizi.asp?id=29

giovedì 9 ottobre 2008

Amichevole tra US Andreolese e US Badolato

Prima uscita per l'US Andreolese 2008/2009.
L'occasione è stata una partita amichevole disputata oggi alle 19 con l'US Badolato, formazione che quest'anno milita nel campionato di Promozione, girone C.
I riflettori dello stadio "Giuseppe Larocca" di Badolato Marina (un impianto sportivo unico nella zona, con un manto erboso eccezionale) hanno illuminato i movimenti dei ventidue in campo, seguiti con attenzione dai rispettivi allenatori: Saverio Feudale per gli andreolesi, Vito Sinopoli per il Badolato.
Per l'Andreolese, del resto, è ormai tempo di stringere la preparazione in vista dell'avvio del campionato di Terza Categoria, presumibilmente il 19 ottobre (anche se il calendario ufficiale non è ancora stato diramato). La squadra del presidente Gerardo Samà punta a disputare un torneo interessante, con una formazione rinnovata e giovane.
Nel corso dell'amichevole, si sono viste alcune giocate interessanti e delle belle reti (ma, ovviamente, il punteggio finale non conta), anche se per l'Andreolese la condizione atletica è ancora in fieri.
Per il Badolato, invece, a campionato già iniziato, è stata una "sgambata" utile in vista dell'impegno in trasferta di domenica (5^ giornata) contro la capolista Isola Capo Rizzuto.

martedì 7 ottobre 2008

L'"Officium" alla X^ rassegna internazionale di canto popolare

C'era anche un pezzetto di S. Andrea al X° Festival Internazionale di canto popolare che si è tenuto a Barcellona (in Spagna) dal 24 al 28 settembre.
La Schola Cantorum "Officium" di S. Andrea Jonio ha infatti partecipato alla kermesse canora "L'Europa e i suoi canti" assieme ad altri 22 cori provenienti da tutta Europa.
La schola cantorum, diretta dal M° Christian Cosentino, si è esibita nella prima serata presso la Chiesa della Madonna del Pì, nel Barrio gotico di Barcellona, presentando il suggestivo e raffinato “Salve Mater”, di Domenico Bartolucci, Direttore emerito della Cappella Sistina. Un'esibizione apprezzata, frutto di un intenso lavoro estivo di preparazione.
Il giorno successivo, il 25 settembre, il coro ha messo in mostra il proprio repertorio in un concerto di 20 minuti, davanti ad una giuria qualificata composta da: Michael Rinscheid (musicista e direttore di cori - Germania - presidente della giuria), Kai-Toe Ellermaa (musicista e direttore di cori - Estonia), Felix Resch (musicista e direttore di cori - Italia), Kàlmàn Strausz (musicista e direttore di cori - Ungheria).
"Un bel gruppo, molto ordinato e disciplinato - queste le parole del rappresentante italiano, il M° Felix Resch - in questo coro c'è molta disciplina e questo ci ha subito colpiti positivamente. Ci sono diversi giovani e questa è una cosa molto bella ed è un coro che ha una buona vocalità, un buon amalgama, delle voci molto ben curate. Il coro ha le qualità e le credenziali per poter affrontare anche repertori più impegnativi ed ardui. Questo è il consiglio che ci sentiamo di dare al Direttore M° Christian Cosentino, che, peraltro, all’unanimità è stato dichiarato il direttore che ha diretto meglio in questa X^ Edizione del Festival Internazionale di Canto Popolare".
Parole che hanno spinto il M° Cosentino a ringraziare i propri coristi per l'impegno profuso e ad affermare: "Tutto questo ci sprona ad andare avanti sulla strada imboccata qualche anno fa, perseguendo sempre questi obiettivi, migliorarsi e trasmettere sensazioni positive a tutti, al pubblico, agli amici, ai parenti ed a noi stessi".
Nel pomeriggio, poi, il coro si è poi esibito in un concerto all'aperto in Plaça del Rey, dietro la Cattedrale di Barcellona.
L'ultimo giorno, il 27 settembre, è stato il momento della grande parata dei cori: una sfilata di tutti i cori presenti, partiti da Plaça Catalunya, il cuore di Barcellona, fino alla Chiesa di Santa Maria del Pì.
Tutti i gruppi hanno sfliato con i loro caratteristici costumi, intonando le proprie canzoni.
E, prima di entrare nella Chiesa, ciascun coro ha intonato un canto davanti al sagrato. Solo dopo questo "prologo" e dopo aver intonato, tutti insieme, l’Inno alla Gioia di Beethoven (inno ufficiale europeo), si è passati alla consegna degli attestati di partecipazione.

lunedì 6 ottobre 2008

La prima Passeggiata Ecologica

Poco elevata la partecipazione ma, comunque, positivi i risultati della manifestazione

Una decina di sacchi riempiti, diversi ombrelloni, sedie, gonfiabili e materiale di vario genere raccolti.
Sono questi i numeri della "Passeggiata Ecologica d'Autunno-Puliamo la spiaggia" che si è svolta domenica mattina su un tratto della spiaggia di S. Andrea.
L'operazione è stata chiamata "passeggiata" e non "giornata" ecologica per sottolineare una sua duplice valenza: quella legata alla pulizia della spiaggia tout court accanto a quella squisitamente sociale, utile per trascorrere un po' di tempo assieme godendosi lo splendido spettacolo naturale del mare Jonio e della sabbia bianca e finissima.
Il gruppo, munito di guanti e sacchi, si è radunato intorno alle 11:30, partendo con la pulizia dal litorale del lido La Taverna e risalendo verso nord, fino all'area del Jungle Beach (ex Orso Polare).
Numerose le "tracce" lasciate dai bagnanti e da alcuni operatori turistici poco attenti che hanno "dimenticato" decine di gonfiabili, sedie e ombrelloni rotti, assieme a pezzi di plastica e di metallo arrugginito che stanno spesso nascosti nella sabbia.
Certo, le risorse umane non sono state poi così numerose (come in verità ci si attendeva), otto i partecipanti, cui si è aggiunto qualcun'altro strada, anzi "spiaggia" facendo.
Le tante (troppe?) assenze non hanno però impedito lo svolgimento regolare della manifestazione, un gesto di attenzione verso la nostra spiaggia di cui spesso si fa un gran parlare ma che, probabilmente, dai più viene considerata nella sua bellezza soltanto durante il periodo estivo.
Eppure, sta sempre lì, 365 giorni all'anno e non si deve certo attendere l'estate per godersela.
Indubbiamente, quando fa caldo la si vive appieno ma in ogni stagione essa assume un aspetto sempre nuovo e sempre affascinante.
E', insomma, un ambiente da valorizzare e tutelare, impedendo poi che i rifiuti abbandonati vadano a finire nel mare, come invece, purtroppo, accade.
N.B.: della spazzatura raccolta (come si vede nelle foto) la parte più ingombrante è stata posta accanto ai cassonetti dislocati sul "lungomare", la restante al loro interno.

martedì 30 settembre 2008

Passeggiata ecologica in spiaggia

Domenica la Prima Passeggiata Ecologica d’Autunno – “Puliamo la spiaggia”.
L’opportunità di contribuire a mantenere pulita la spiaggia di S. Andrea, l’occasione per un momento d’incontro e amicizia, tutto all’insegna della tutela dell’ambiente.
E’ questo lo spirito della prima “Passeggiata Ecologica”.
L’appuntamento è per domenica mattina alle 11:15, nel piazzale antistante il lido “La Sirena”.
Muniti di sacchetti e guanti (gentilmente offerti dalla ditta F.lli Nesticò) si effettuerà una pulizia, dai rifiuti di vario genere, del litorale andreolese, nel tratto compreso tra i lidi “Jungle Beach” e “Taverna”.
La cittadinanza è invitata a partecipare.

lunedì 29 settembre 2008

"Scippo" in campagna

Il fatto è accaduto venerdì scorso in località "Vallone di Bruno"
E’ stato “scippato” in piena campagna, mentre era intento a curare il suo appezzamento di terra assieme alla moglie.
E’ questa la disavventura accaduta venerdì mattina ad un anziano di S. Andrea Ionio, R.G., 70 anni, che si trovava nel suo terreno in località “Vallone di Bruno”, nella Marina di S. Andrea. L’uomo, chino e intento a raccogliere dell’uva, è stato bloccato da uno sconosciuto che lo ha sorpreso alle spalle impedendogli di muoversi. Il borseggiatore, di giovane età secondo le dichiarazioni di R.G., è riuscito così a sfilargli il portafogli, che conteneva circa 80 euro, dalla tasca posteriore dei pantaloni, dandosi poi alla fuga.
Nessun tentativo di reazione è stato possibile per l’anziano, cardiopatico, né alla moglie, che si stava lavorando in una zona più distante dell’orto ed è accorsa solo dopo aver sentito le urla del marito. I due coniugi non hanno potuto nemmeno fornire un sommario identikit del ladro, visto che, nel fuggire, ha subito dato loro le spalle. L’unico dato che R.G. ha avuto modo di riferire è che lo sconosciuto è salito a bordo di un’automobile di colore scuro, dileguandosi.
Sul fatto stanno indagando i carabinieri della stazione di S. Andrea, agli ordini del maresciallo Giuseppe Vergallo.