sabato 29 dicembre 2007

La Prima edizione del Presepe vivente

Il meteo non ha certo dato una mano ma la serata del Presepe vivente è stata comunque molto piacevole.
Non solo sotto l' aspetto squisitamente rievocativo, con la rappresentazione del presepe, ma anche grazie ad un' azzeccata commistione tra le atmosfere della natività e quelle più vicine alla tradizione andreolese, fatta di antichi mestieri, manufatti e attrezzature di un tempo e sapori tipici.
L' intera manifestazione si è svolta nei dintorni della Chiesa di Sant' Andrea, che per l' occasione è rimasta aperta al pubblico, offrendo una cornice d' eccezione all' evento. Anche il Museo della memoria è stato aperto e al suo interno i visitatori hanno potuto apprezzare gli oggetti esposti, espressione di una civiltà rurale e artigiana ormai scomparse.
L' impegno profuso per organizzare l' evento è stato notevole. A partire dalla Pro-loco, che lo ha ideato, per giungere ai ragazzi del Circolo culturale Corrado Alvaro e alle congreghe, passando per i volontari, tutti hanno dato un contributo fattivo. E il risultato si è visto.
La curiosità nel visitare i diversi stands rappresentativi, l' entusiasmo dei bambini che hanno animato alcune postazioni, il vivo apprezzamento di quanti hanno assaggiato i prodotti gastronomici: dalle classsiche zeppole alle salsiccie, dalla minestra di fagioli e cicoria alla trippa e al baccalà con le patate, per giungere ai dolci natalizi: torta di pinoli, sfogliatine alla crema di noci, pignolata, frollini all' Alchermes, "cumpìattu" (sesamo e vino cotto), zeppole dolci e varie altre leccornie che la golosità generale ha fatto letteralmente "sparire" in breve tempo.
Ma l' occasione è stata utile per scambiare un saluto, per rivedere vecchi amici e gustarsi una serata che è stata all' insegna della spensieratezza e della convivialità.

venerdì 28 dicembre 2007

Stasera il Presepe vivente

L' appuntamento è per le 19 nel centro storico, dove, nei pressi della Chiesa di Sant' Andrea, si svolgerà la rappresentazione plastica del "Presepe vivente".
L' idea dell' evento e la sua organizzazione sono a cura della Pro-loco, efficacemente affiancata dai ragazzi del Circolo Culturale "Corrado Alvaro" e dalle congreghe.
L' apertura del "Museo della memoria" rappresenta uno dei tanti aspetti positivi della manifestazione, che vedrà il ripopolarsi delle caratteristiche viuzze del paese. Gli altri aspetti interessanti potranno essere apprezzati nel corso della serata, durante la quale sarà anche attivo un ricco stand gastronomico.

giovedì 27 dicembre 2007

Rapinata la tabaccheria "Dante Betrò"

Quattro malviventi, di cui due a volto scoperto, uno di essi revolver in pugno, hanno "assaltato" la tabaccheria ricevitoria centro Tim "Dante Betrò". Tremila euro e qualche telefono cellulare sono il bottino.
Il fatto è accaduto intorno allle 18 di oggi pomeriggio, quando all' interno del negozio, situato sulla trafficata SS 106, si trovavano numerosi clienti, tra cui anche qualche minore.
I rapinatori hanno agito incuranti dell' impianto di telecamere a circuito chiuso, costringendo i presenti all' immobilità sotto la minaccia dell' arma da fuoco.
Le loro "operazioni" si sono svolte con estrema rapidità: hanno afferrato i soldi e hanno infranto la vetrina che custodiva i cellulari, dandosi poi alla fuga.
Sul posto, sono giunti i carabinieri della locale stazione e quelli del Nucleo Radiomobile di Soverato, che hanno effettuaato i consueti rilievi, preso la registrazione delle telecamere e raccolto le testimonianze dei clienti, letteralmente presi in ostaggio nei terribili minuti della rapina.
Per l' attività commerciale si tratta, tra l' altro, del secondo atto criminoso subìto, dopo il tentato scasso notturno (fallito) del primo novembre scorso.
Chissà, è forse davvero arrivato il momento di parlare di "escalation" criminale nel comprensorio? (vedi post precedente)

Sulla rapina della vigilia

Preoccupano i numerosi episodi di piccola criminalità nel comprensorio.
Si finisce quasi per sorridere di fronte all' esiguo "bottino" della rapina al distributore API di S. Andrea Marina il giorno della vigilia di Natale.
Appena 120 euro sono stati, infatti, rubati dal borsello dell' operatore, poiché l' incasso della mattina, come di consueto, era già stato portato via dai gestori.
Ma il sorriso diventa amaro, se si riflette sulle modalità del crimine e del contesto territoriale in cui è maturato.
Una rapina a mano armata e una pistola puntata contro una persona non sono davvero uno scherzo.
Fortunatamente, i malviventi (in base ad una prima ricostruzione dovrebbe trattarsi di due giovani) non hanno avuto momenti di panico né di nervosismo, altrimenti le conseguenze per il malcapitato operatore sarebbero potute essere ben più gravi.
I carabinieri, proprio in queste ore, stanno battendo una pista che potrebbe rivelarsi proficua e portare all' arresto dei responsabili.
I ladri, fuggendo a piedi dopo la rapina, si sono introdotti nelle vie interne del paese, dove avrebbero preso un' auto precedentemente parcheggiata e pronta per la loro fuga. La collaborazione di alcuni residenti, che avrebbero fornito testimonianze utili, potrebbe aver aiutato gli inquirenti ad imboccare la strada giusta.
Ma quanto accaduto non può essere legato esclusivamente al singolo episodio, dovendo invece essere letto da un punto di vista comprensoriale. Viene, infatti, in tutta evidenza un territorio decisamente troppo vulnerabile a questi fenomeni criminali.
Dal primo dicembre ad oggi, l' intero comprensorio sembra essere stato preso di mira dalla piccola criminalità.
Il primo dicembre, una tentata rapina a mano armata all' ufficio di Poste Italiane ad Isca Superiore, dove sono addirittura stati esplosi cinque colpi con una calibro 7.65 (fortunatamente finiti contro il banco blindato); pochi giorni dopo, un' altra rapina a mano armata presso una gioielleria di Davoli Marina, messa in atto alle 18 del pomeriggio e sventata grazie all' intervento di uno dei titolari. A metà dicembre poi, tre auto bruciate ad Isca Superiore; il 22 dicembre, furto notturno in una macelleria di S. Caterina dello Ionio; nella notte di Natale, furto in un bar di Isca Marina, dove ignoti hanno svaligiato le macchinette del videopoker, racimolando mille euro. Inoltre, anche in altre zone della provincia di Catanzaro si sono verificati analoghi episodi e se si andasse indietro, anche solo al mese di novembre, si troverebbero ulteriori preocupanti elementi (ad esempio il tentato furto alla tabaccheria Dante Betrò di S. Andrea Marina).
Magari non si può parlare di "escalation" ma è evidente che tale situazione suscita inquietudine.
Negli ultimi mesi, le istituzioni hanno fatto sentire la loro vicinanza, prendendo qualche provvedimento in termini di incremento dell' attività di controllo e prevenzione da parte delle forze dell' ordine.
Ma, a fronte dell' accresciuto (e peraltro visibile) impegno, l' insieme di questi episodi delinquenziali non fa altro che incidere negativamente sulla percezione che i cittadini hanno della sicurezza generale, fortemente intrisa di preoccupazione.

lunedì 24 dicembre 2007

Rapina a mano armata

Rapina a mano armata al distributore API di S. Andrea Marina.
Del bottino non si conosce ancora l' ammontare ma potrebbe trattarsi di poche centinaia di euro. Senz' altro una Vigilia di Natale col brivido per l' operatore che, intorno alle 13:30, si è visto puntare una pistola alla testa da due malviventi che lo hanno costretto ad entrare nel locale dell' impianto di distribuzione, gestito dalla società Varcom, per farsi consegnare l' incasso della giornata.
All' interno, però, i ladri hanno potuto prendere solo il contenuto del borsello dell' operatore, poiché la cassa non conteneva altri soldi.
Fortunatamente, nessun colpo di pistola è stato esploso.
I due malviventi si sono poi dati alla fuga a piedi. Probabilmente, la loro auto era parcheggiata poco distante dal distributore, dove, magari, ad attenderli c'era un altro complice.
Sul posto sono subito giunti i carabinieri del reparto Radiomobile di Soverato che hanno avviato le indagini e ascoltato la testimonianza dell' operatore. Sull' attività investigativa vige, comunque, il massimo riserbo.

Il 3-0 dell' US Andreolese

US Andreolese 3 - USD Borgia 0

Marcatori: 4° Frustagli, 87° Pirelli, 90° Primonato.
US Andreolese: Carioti, Cosentino, Parisi, Comito, Corasaniti, Papaleo A., Frustagli, Genco, Primonato, Samà, Papaleo S..
USD Borgia 2007: Daniele S. Daniele F., De Agostino, Varano, La Piana, Pugliese, Schicchitano, Izzo, Tavano, Passafaro, Tavano S..
Arbitro: La Manna di Catanzaro.

Parte forte l' US Andreolese e va subito a segno.
E' il 4° minuto, infatti, quando Genco crossa dalla sinistra per Frustagli che mette a segno un gran gol. Una marcatura pesante, che mette subito in chiaro le intenzioni dei padroni di casa. L' USD Borgia accusa il colpo, tanto che dopo pochi minuti è ancoraa la formazione di casa a rendersi pericolosa con Samà, il cui colpo di testa va di poco alto sulla traversa.
Gli ospiti mettono i brividi poco prima del 30°, con Schicchitano che però trova un Carioti in splendida forma a difendere la porta dell' Andreolese con un intervento decisivo.
Al 30° è di nuovo l' Andreolese a rendersi pericoloso, con un tiro da fuori di Corasaniti che non coglie impreparato il portiere del Borgia.
Un primo tempo che si conclude con il pareggio sfiorato dagli ospiti, una gioia negata loro da Comito, con un provvidenziale salvataggio sulla linea di porta.
L' avvio della ripresa non è esaltante.
Entrambe le squadre perdono incisività, anche se l' Andreolese riesce ad andare al tiro più volte.
Ad iniziare è Papaleo A., con un tiro da fuori che s' impenna sulla traversa. Poco dopo, Primonato, per un soffio, non corregge in rete un tiro sporco di Genco.
Intanto, il nuovo entrato Pirelli inizia a creare movimento e, assieme a Gualtieri (un rientro positivo dopo mesi di assenza), danno man forte a centrocampo, dove Corasaniti svolge un ottimo lavoro.
Il risultato, comunque, si sblocca dall' uno a zero iniziale soltanto all' 87°. Ed è proprio Pirelli, con una travolgente azione personale partita dalla tre quarti, che si sbarazza di due avversari e insacca agevolmente il numero uno ospite. Al 90° poi, Primonato mette il terzo sigillo su calcio di punizione.
Un risultato giusto, alla luce delle occasioni da rete create e del volume di gioco espresso. Un vittoria che dà morale e fa anche classifica, dopo la battuta d' arresto di Montauro.
Nota: Informazioni fornite dagli inviati Giuseppe Ammendolia e Francesco Menniti, ad entrambi il ringraziamento di SantandreaBlog.

Consistente vittoria dell' US Andreolese

Tre a zero per l' Andreolese, che si sbarazza così dell' USD Borgia 2007.
14 punti in classifica per la squaadra di mister Ritorto e la soddisfazione di occupare la quinta piazza col Casciolino (che però deve recuperare una partita).
Nelle prossime ore, tabellino e formazioni, fornite dall' inviato Giuseppe Ammendolia.

domenica 23 dicembre 2007

Oggi, US Andreolese Vs USD Borgia 2007

Questo pomeriggio alle 14:30 sul comunale "A. Lucifero" si disputerà la partita tra US Andreolese e USD Borgia 2007.
La nona giornata del campionato di Terza categoria prelude, dunque, alla sosta natalizia e si spera possa vedere vittoriosi i colori rossoblu, in cerca di riscatto dopo la sconfitta per 5-4, maturata sul campo del Montauro la scorsa settimana.

venerdì 21 dicembre 2007

Il "Presepe vivente"

Nella serata del 28 dicembre verrà animato il "Presepe vivente", una manifestazione proposta ed organizzata dalla Pro-loco Sant' Andrea.
La rappresentazione avrà inizio alle ore 19 e si snoderà per le vie e "viuzze" del centro storico.
Il percorso predisposto per la realizzazione dell' evento, che vedrà la partecipazione di almeno una trentina di "comparse", avrà come punto di inizio il Collegio delle Suore Riparatrici, per poi trovare nel piazzale della Chiesa di S. Andrea il luogo dove avverrà la rappresentazione della Natività.
La Pro-loco, per l' organizzazione del Presepe vivente, si avvarrà anche della collaborazione dei ragazzi del Circolo Culturale "Corrado Alvaro" e delle congreghe, che, già in questi giorni, stanno dando un valido contributo.
Lungo il percorso, verranno mostrate le attività e i mestieri di un tempo, "delle postazioni rappresentative saranno anche allestite all' interno del Museo della memoria, - spiega il presidente Giuseppe Dominijanni - che, per l' occasione verrà aperto, e sarà dunque possibile utilizzare i suoi oggetti per la rappresentazione".
E, durante la serata, sarà possibile visitare altri punti interessanti del cento storico di S. Andrea, non solo il Museo stesso ma anche il chiostro del Convento delle suore riparatrici e, probabilmente, la sua suggestiva balconata, da cui è possibile scorgere un invidiabile panorama.
Nei pressi della Chiesa di S. Andrea sarà operativo un punto ristoro, in cui saranno disponibili per i visitatori diverse prelibatezze "del territorio": dal baccalà alla trippa, dalla minestra di fagioli e cicoria alle tradizionali zeppole, dalle salsicce al vino locale, per concludere con gli squisiti dolci natalizi.
Inoltre, sarà anche allestito un punto informativo in cui sarà possibile conoscere l' attività che la Pro-loco ha pianificato per il 2008 e raccogliere le iscrizioni per il nuovo anno.

giovedì 20 dicembre 2007

Riapre il Circolo Culturale "Corrado Alvaro"

Erano ormai due anni che non se ne sentiva parlare ma già da qualche settimana il Circolo Culturale "Corrado Alvaro" ha ufficialmente ripreso la sua attività. Le novità si notano non solo nel nuovo aspetto della sala, pitturata e rimessa a nuovo dai soci, ma proprio nella presenza di tanti giovani, numerosi e dinamici.
Nell' assemblea del 12 dicembre scorso, è stato infatti eletto il nuovo direttivo e già in questo Natale i ragazzi saranno impegnati nei vari eventi, in collaborazione con la Pro-loco.
A guidare l' associazione, che conta circa 40 iscritti, è il presidente Marco Corasaniti.
Gli altri componenti sono: Vicepresidente: Pietro Frustagli, Segretario: Daniele Samà, Tesoriere: Bruno Scicchitano, Consiglieri: Andrea Cosentino, Giuseppe Parisi, Mariella Lijoi.
"Tra i nostri obiettivi - spiega il giovane presidente - figura quello di creare un punto d' incontro alternativo alla strada per tutti i giovani andreolesi, della marina e del paese".
A spingere il gruppo a prendere l' iniziativa è stata, effettivamente, l' esigenza di fare qualcosa per i giovani di S. Andrea, di ogni fascia di età, coinvolgendoli in attività ricreativa e culturale.
"Stiamo ragionando su un programma di attività per tutto l' anno - spiega Marco Corasaniti - puntando si sull' aspetto ricreativo ma introducendo elementi di impegno sociale".
Il presidente spiega che si sta infatti pensando a convegni su temi che possano interessare e coinvolgere i giovani, appuntamenti che dovrebbero vertere sulla società, sul mondo giovanile e sulla cultura.
D' altra parte, lo spirito del Circolo è anche questo e il nuovo corso dell' associazione intende insistere sulla possibilità di dar vita ad un' associazione che si distingua per la sua capacità operativa e anche per la qualità della propria attività.
Si tratta, oltretutto, di un' associazione longeva, che ha accompagnato numerose generazioni di andreolesi, da vent' anni a questa parte.
Una delle prime mosse del Circolo "Corrado Alvaro" sarà quella di fornire collaborazione alla Pro-loco nella realizzazione del "Presepe vivente" del 28 dicembre prossimo.
L' entusiasmo per il debutto sulla scena andreolese è tanto ma la testa del gruppo è già rivolta al 2008, con la predisposizione di appuntamenti per il Carnevale, per una stagione teatrale, cineforum e una serie di altre attività che saranno discusse nelle prossime riunioni.
Ovviamente, per concretizzare le idee sarà importante riuscire ad ottenere finanziamenti da parte delle istituzioni locali, migliorando la dotazione strumentale del circolo. Ad esempio, attualmente, c'è una postazione multimediale costituita da un PC (messo a disposizione da un socio), per il futuro sarebbe bello poter avere qualche mezzo informatico in più.
Comunque, il direttivo guarda con ottimismo al futuro e pensa ad organizzarsi al meglio. "Intanto, - ricorda ancora il presidente - le iscrizioni sono aperte tutto l' anno e invitiamo i giovani ad iscriversi, per dare vita ad un Circolo forte e coeso, in grado di dare segnali positivi ai ragazzi, creando anche i presupposti per garantire un ricambio generazionale nel corso degli anni a venire".

mercoledì 19 dicembre 2007

Natale in festa 2007, il programma

Di seguito, il programma "NATALE IN FESTA 2007"
L’ Amministrazione Comunale di Sant’Andrea Apostolo dello Jonio, in collaborazione con:

U.S. Andreolese
Pro Loco Sant’Andrea
Gruppo Folk “I PIgnatari”
Centro Sociale per Anziani
Schola Cantorum “Officium”
Gruppo di Protezione Civile Edelweiss

Presenta il programma delle manifestazioni natalizie:

Venerdì 21 dicembre: “È’ ARRIVATO BABBO NATALE”, visita nelle scuole di S. Andrea di Babbo Natale.

Sabato 22 dicembre ore 21,30: presso la Palestra Polifunzionale Comunale, Saggio di Natale della Scuola di Danza “Cubasi” di Davoli Marina.

Venerdì 28 dicembre ore 18,30: per le vie del Centro Storico, “Presepe Vivente”.
Rappresentazione della natività con dimostrazione degli antichi mestieri e degustazione di prodotti tipici.

Domenica 30 dicembre ore 17,00: presso la Casa Comunale, “Commemorazione dell’Architetto Francesco Armogida” Sindaco di S. Andrea Apostolo dello Jonio. Titolazione della Sala Consiliare al ricordo.

Sabato 5 gennaio ore 18,30: presso la Palestra Polifunzionale Comunale “7° Raduno Corale Regionale di Canti Natalizi”, con la partecipazione dei seguenti cori:

- “Schola Cantorum Officium” di S. Andrea Apostolo dello Jonio.
- Coro Polifonico “Dominicus” di Soriano Calabro (VV).
- Coro Polifonico “San Vitaliano” di Catanzaro.
- Ensamble Vocale Strumentale “Sound Academy” di S. Andrea Apostolo dello Jonio.
- Con la partecipazione della Scuola di Danza “Gladis Dance” di Davoli Marina.
- E con la partecipazione straordinaria della cantante americana “CHERYL PORTER”.

La cittadinanza tutta è invitata a partecipare, con l’augurio di trascorrere un piacevole e sereno Natale e felice Anno Nuovo

martedì 18 dicembre 2007

Novità di Natale

SantandreaBlog augura buone feste ai suoi lettori!
Bè, si, lo fa un po' in anticipo, con un regalo agli oltre 5500 visitatori da tutto il mondo (andreolesi e non) che hanno finora visionato le sue pagine.
Oltre ad un restyling "a tema", nella barra di destra, sotto la fotografia della stella di Natale, vengono inseriti due nuovi elementi video e musica natalizi, che potrete vedere, o anche solo ascoltare, nel corso della vostra normale lettura del blog.
Un po' di musica (nella prima serie di 4 video) e qualche risata (nella seconda serie) non possono che costituire un buon "viatico" per questo Natale 2007.
Un saluto e un augurio di buone feste a tutti!

Feste natalizie: qualche anticipazione

Il programma ufficiale delle manifestazioni natalizie ancora non è stato diffuso ma SantandreaBlog ha qualche anticipazione.
A gennaio, intorno al 5, si terrà il 7° Raduno Regionale di canti natalizi, organizzato dall' Associazione culturale Schola Cantorum "Officium".
Nell' occasione, l' associazione culturale, in collaborazione con l' associazione artistico musicale Sound Academy, con l' Organizzazione Cori Calabria e la Feniarco (federazione nazionale italiana delle associazioni regionali corali), organizza un "Seminario di Gospel, Spirituals and African American Music" con la cantante americana Cheryl Porter.
Il seminario si terrà nei giorni 3-4-5 gennaio presso il Cinema Teatro "Domenico Savio".
Sul "versante" Proloco, invece, è in fase di elaborazione una serie di eventi. Nel pomeriggio è stata fissata una riunione "operativa" ad hoc e già in tarda serata se ne dovrebbe sapere di più.

lunedì 17 dicembre 2007

Andreolese battuto a Montauro

Battuta d' arresto in trasferta per l' US Andreolese.
I ragazzi di mister Ritorto hanno perso per 5-4 a Montauro. Un match che si è caratterizzato per il freddo, particolarmente intenso nella giornata di sabato.
Un' occasione persa per la formazione andreolese che, nonostante sia riuscita a segnare quattro gol fuori casa, non ha avuto la meglio sulla formazione del Montedoro, che fino a quel momento aveva i suoi stessi punti in classifica.
Una formazione molto concreta quella montaurese, che non si è persa in preamboli e ha saputo chiudere bene la partita.
C'è ora attesa nell' ambiente sportivo locale per la sfida di domenica prossima, in cui l' US Andreolese affronterà tra le mura di casa il Borgia 2007.

La neve a S. Andrea



Una gran bella nevicata...
Il maltempo che ha imperversato sulla nostra regione ha certamente portato disagi alla circolazione stradale, freddo, piogge abbondanti. Non è, però, mancato l' aspetto positivo di questo evento meteo. Infatti, sabato notte, anche a quote piuttosto basse, all' incirca intorno ai 400 mt, è scesa, abbondante, la neve.
Già dal mattino, è stato possibie scorgere il paesaggio imbiancato della montagna di S. Andrea.
A partire dalla pineta un vero e proprio spettacolo bianco si è parato davanti agli occhi di chi si è avventurato (e non sono stati in pochi) per le strade innevate.

Nelle foto potete apprezzare il paesaggio, nonostante l' abbondante foschia. Per tutte le altre foto, visitate la galleria fotografica di S. Andrea, inserita nella sezione "Links andreolesi" che trovate sulla colonna di destra in basso.
















sabato 15 dicembre 2007

Inaugurata la struttura "Nuova Calabria"

Un' avventura iniziata nel 1958.
Allora, la Villa della fraternità vide la luce in una struttura costruita nel 1932 per ospitare gli sfollati di Cassino.
Don Edoardo Varano ricorda le difficoltà degli inizi, l' esigenza e il desiderio di andare incontro alle persone anziane e il dolore personale verso quanti non trovavano posto nella struttura, che non disponeva ancora di grandi spazi ospitativi.
Ma proprio da quella lontana esperienza prese avvio un 'iniziativa che ci porta direttamente a questa mattina, all' inaugurazione del Centro di riabilitazione, diagnosi e terapia "Nuova Calabria" di quella che è divenuta la "Fondazione Villa della fraternità - Onlus".
La sua costruzione è iniziata nel 1996 e don Edoardo spiega che la lunghezza dei tempi è dovuta al fatto che per la sua realizzazione non ha voluto chiedere fondi pubblici né contrarre mutui bancari, "aiutato dalla provvidenza e dalla generosità delle persone".
Se la nuova, ed attuale, struttura della Villa della fraternità venne inugurata nel 1989, con la presenza dell' allora Ministro Jervolino, oggi anche il centro medico ha avuto dei "padrini" d' eccezione. Hanno, infatti, partecipato alla cerimonia il Presidente della Regione Calabria, Agazio Loiero, il Presidente della' Amministrazione Provinciale, Michele Traversa, l' Arcivescovo di Catanzaro-Squillace Mons. Antonio Ciliberti, il Vescovo Emerito Mons. Antonio Cantisani, il Vescovo di Crotone, Mons. Domenico Graziani. A rappresentare l' amministrazione comunale di S. Andrea, il vicesindaco Giuseppe Stillo.
Oltre al compiacimento per la struttura, è emerso lo spirito con cui la si intende portare avanti.
All' ingresso della sala accettazione si legge "Al servizio della vita". Una massima che, nelle intenzioni del Fondatore, deve ispirare tutti gli operatori della struttura.
"Lo scopo - ha sottolineato don Varano - non è quello di lucrare ma quello di offrire un servizo all' altezza delle esigenze dell' uomo nella sua pienezza, della tutela della dignità umana".
Insomma, si dovrà rendere un servizio ineccepibile sotto l' aspetto tecnico ma contraddistinto ed intriso di profonda umanità e carità. Un aspetto che è stato ripreso anche dal Presidente della Regione, che ha evidenziato "l' importanza del ruolo del medico, non come semplice "tecnico" ma come persona competente ed in grado di stabilire un rapporto equilibrato ed umano col paziente". Loiero ha poi sottolineato la grande importanza del centro medico per S. Andrea e per l' intero territorio. "Un territorio che - ha spiegato il vicesindaco Stillo - è orgoglioso di ospitare una struttura del genere".
D' altra parte, gli ultimi tempi in Calabria hanno mostrato una situazione generale della sanità che è ormai piena emergenza e il Presidente della Provincia, Traversa, ha posto "Nuova Calabria" come esempio e modello di quella Calabria che riesce a fare bene, evidenziando "lo spirito d' amore e fratellanza che caratterizzza la Fondazione".
Nel corso della cerimonia, hanno preso la parola Marina Voci, Amministratore della Fondazione, e il Dott. Carlo Pietro Voci, che si è prodigato nell' esporre i dettagli tecnico-operativi del centro "Nuova Calabria", "una struttura che a pieno regime - ha spiegato - potrebbe erogare oltre 2000 trattamenti medici mensili".

Alcune foto all' esterno e all' interno del centro




















giovedì 13 dicembre 2007

Il Centro medico "Nuova Calabria"

Sabato mattina l' inaugurazione. Presenti anche il Presidente della Regione, Agazio Loiero, e il Presidente della Provincia, Michele Traversa.

L' obiettivo è quello di fornire un trattamento sanitario che vada oltre la sola cura della malattia e che investa, invece, la persona ammalata nella sua interezza.
E' questo uno degli importanti aspetti del Centro di Riabilitazione, Diagnosi e Terapia "Nuova Calabria", che nas
ce nei difficili tempi della sanità calabrese, la cui inaugurazione avverrà sabato 15 dicembre alle ore 10.
Alla cerimonia interverranno il Presidente della Regione, Agazio Loiero; l' Arcivescovo metropolita di Catanzaro-Squillace, Mons. Antonio Ciliberti; l' ex Assessore regionale alla Sanità, Doris Lo Moro; il Presidente dell’Amministrazione Provinciale di Catanzaro, Michele Traversa; il Presidente del Programma Integrato Territoriale, e sindaco di Soverato, Raffaele Mancini; il sindaco del Comune di S. Andrea Jonio, Ing. Maurizio Lijoi.
La struttura, che è una emanazione della Fondazione "Villa della fraternità - Onlus", è un "complesso polifunzionale - recita il comunicato stampa - in cui coesistono un’ampia area dedicata alla Fisioterapia e Riabilitazione e diversi ambulatori diagnostici dove operano professionisti qualificati scelti in ambito sia regionale che extra regionale".
Un aspetto particolare è dato dal fatto che "nel Centro Medico “Nuova Calabria” - si legge ancora - è presente una
piscina riabilitativa attrezzata, dedicata alla idrokinesiterapia, poco conosciuta e applicata nella nostra Regione".
Un centro che nell' obiettivo del fondatore, don Edoardo Varano, intende essere aperto al territorio con lo scopo di dare risposte efficaci in ambito sanitario.
Infatti, anche se il suo punto di forza è la medicina fisica e riabilitativa, in "Nuova Calabria" sono presenti numerosi ambulatori dedicati a diverse specializzazioni, per sviluppare "un' attività improntata alla qualità del servizio sanitario, all' immediatezza, alla puntualità e all' attenzione alla globalità della persona" - spiega don Varano che aggiunge "questo è un esempio di come, anche in Calabria, si possa creare qualcosa di positivo, avendo sempre come obiettivo "il servizio alla vita"".
La struttura, per il momento, erogherà prestazioni in regime privato.

mercoledì 12 dicembre 2007

Lavori sul palazzetto

Derivano da fondi comunali i circa 20mila euro stanziati per la sistemazione della copertura del palazzetto dello sport.
I lavori di posa e ancoraggio dei pannelli zincati, meteo permettendo, dovrebbero essere ultimati nel giro di una settimana. Intanto, per sopperire alla carente protezione dall' acqua piovana causata dalla corrosione del tetto in ferro, è stata apposta una vernice isolante nei punti più perforati.
Anche l' area circostante la struttura sportiva potrebbe, in tempi brevi, essere oggetto di un profondo "maquillage". Infatti, il responsabile del servizio dell' Ufficio Tecnico Comunale, geom. Salvatore Paravati, ha appena reso noto di aver inoltrato presso l' Assessorato Regionale ai Lavori Pubblici una richiesta di finanziamento che ammonta a circa 40mila euro.
Il finanziamento, se concesso, consentirebbe un' adeguata e definitiva configurazione urbana dell' area esterna alla palestra, con la sistemazione della strada laterale e il potenziamento dell' illuminazione.

lunedì 10 dicembre 2007

Il 4-2 dell' US Andreolese

US Andreolese 4 Sporting Catanzaro Calcio 2
Marcatori: 24° Critelli, 25° Parisi, 47° Pirelli, 49° Mazza, 65° Papaleo S., 75° Aversa.
US Andreolese: Carioti, Cilurzo, Comito, Corasaniti, Parisi (55° Primonato), Aversa, Frustagli, Genco, Pirelli (70° Samà), Papaleo A., Papaleo S.. All.: Ritorto.
Sporting Catanzaro Calcio: Brescia, Ranieri, Santise, Barone, Bove, Letizia, Cosco, Critelli, Mazza, Trapasso, Maidano. All.: Cosco.
Arbitro: Lizzio di Catanzaro.

L' US Andreolese è riuscita ad avere la meglio su un ostico Sporting Catanzaro Calcio. Non inganni la dimensione del risultato finale. Il 4-2 è maturato in maniera senz' altro meritata ma gli ospiti non si sono presentati a S. Andrea con paura. Anzi, hanno disputato una partita d' attacco e hanno ben approfittato di due svarioni difensivi della retroguardia locale.
Sono stati proprio gli ospiti ad aprire le danze con un bel tiro di Maidano che, al 9°, ha superato la difesa andreolese scagliando un bel destro che, però, non ha sorpreso l' attento Carioti. L' Andreolese tiene palla, facendola girare con scioltezza anche se spesso si muove troppo per linee orizzontali. Al 16°, capitan Aversa calcia fuori una punizione dal limite e, al 18°, un' altra punizione sfiora la traversa su tiro di Papaleo A..
Gli avversari dimostrano di non essere affatto intimoriti e, al 20°, un rapido scambio tra Mazza e Maidano termina con un insidioso tiro di quest' ultimo, che lambisce il palo esterno.
Un preludio al gol, insomma, che arriva al 24° con Critelli, attento a sfruttare un pasticcio difensivo della retroguardia andreolese. Nemmeno il tempo di esultare per gli ospiti che Parisi, dopo un minuto, ristabilisce la parità con un tiro al volo dal vertice sinistro dell' area. Un' azione partita dalla fascia sinistra con Comito.
A questo punto, le due squadre rifiatano e, fino al termine del primo tempo, la partita non offre grandi spunti.
La ripresa si apre sotto il segno dell' Andreolese, con il fulmineo gol di Pirelli al 2° minuto. L' attaccante, lasciato solo nell' area piccola, da par suo, non sbaglia. Ma, a parti rovesciate, si ripete quanto accaduto nel primo tempo. Questa volta è l' Andreolese a non poter esultare per il vantaggio, perché, dopo due minuti, Mazza pareggia i conti per gli ospiti. Un buon momento per lo Sporting Catanzaro, che si lancia all' attacco senza alcun timore, pur avendo i giocatori contati, senza possibilità di effettuare sostituzioni.
Un dato che alla lunga, però, fa sentire il suo peso. Al 20°, infatti, Papaleo S. insacca con una precisa punizione dal limite, portando il risultato sul 3-2. Il definitivo 4-2 arriva, invece, grazie al rigore trasformato da Aversa al 30°.
Partita ormai in pugno per i padroni di casa, con il nuovo entrato Samà che, al 40°, si coordina bene e sfiora il palo con un bel tiro, mentre sale in cattedra Comito che, al 42°, colpisce la traversa con un tiro-cross dalla sinistra e un minuto dopo va ancora al tiro. Il sussulto degli ospiti arriva nei minuti finali, trovando, però, un Carioti perfetto.
Vittoria meritata, dunque, per la formazione del presidente Gerardo Samà, anche se gli ospiti meritano un plauso per la tenacia e la grinta dimostrata in trasferta sul campo di S. Andrea.

Si ringrazia Nicola Ranieri per il contributo alla raccolta delle informazioni sull' incontro.

domenica 9 dicembre 2007

4-2 per l' US Andreolese

Con 4 gol nella ripresa, la partita cambia volto e si tinge dei colori rossoblu dell' US Andreolese.
Un secondo tempo ricco di occasioni da rete e molto combattuto.
Gli ospiti dello Sporting Catanzaro hanno giocato senza risparmiarsi, pur avendo i giocatori contati, lanciandosi senza alcun timore all' attacco con rapide e pungenti ripartenze.
Ma lo score di 4 reti della squadra di mister Ritorto ha messo al sicuro il risultato, regalando una bella vittoria ai propri tifosi.


Nota: Nelle prossime ore, tabellino e cronaca dettagliata della partita.

E' in corso la partita dell' Andreolese

Oggi, l' Andreolese sta giocando contro lo Sporting Catanzaro Calcio.
Sul campo di casa, il risultato alla fine del primo tempo è di 1-1. Sono passati in vantaggio gli ospiti al 24° ma già al 25° i locali hanno pareggiato.
Primi 45 minuti di gioco non molto accattivanti sotto il profilo estetico, con un vento freddo che, certo, non sta aiutando i 22 giocatori ad esprimersi al meglio.
Buona la presenza di spettatori.

venerdì 7 dicembre 2007

Intervento sulla copertura del palazzetto

Sono in corso i lavori di manutenzione alla copertura del palazzetto dello sport.
Da un paio di giorni, è ben visibile un' impalcatura sul tetto della struttura sportiva andreolese.
Gli operai incaricati dal Comune stanno, infatti, predisponendo la sistemazione della copertura, dopo il recente problema delle infiltrazioni di acqua piovana, in occasione di un violento temporale che si era verificato durante una partita ufficiale di volley femminile.
In un primo momento, si era ritenuto possibile intervenire esclusivamente nei punti compromessi e perforati ma, ad un esame più approfondito, è emerso che tutta la copertura risulta interessata dai problemi di corrosione. Così, si è deciso di effettuare questa manutenzione straordinaria sull' intera superficie, attraverso la sistemazione di pannelli zincati che verranno sovrapposti ed ancorati alla struttura.

mercoledì 5 dicembre 2007

Il black out di martedì

Il guasto localizzato nella cabina elettrica di via Trento
Gravi disagi nel centro storico per il black out di martedì sera.
Il temporale che ha colpito il territorio ha portato all' interruzione dell' energia elettrica in tutto S. Andrea ma se in Marina il buio è durato mezz'ora, nel borgo il disagio si è protratto fino a mezzanotte.
Almeno nella zona da Malajra in giù, il disagio è stato totale, mentre nelle altre zone solo per un paio d' ore, dalle 17 alle 19 circa. Il guasto è stato individuato nella cabina ENEL di via Trento, dove è saltato un "finale" in prossimità del palo elettrico adiacente. Le scintille e un principio d' incendio sono stati notati dai residenti, che hanno subito avvertito la società elettrica. Quella cabina, del resto, è sotto i riflettori già da qualche anno. Costruita oltre cinquant' anni fa, non è la prima volta, infatti, che crea apprensione in chi abita nel quartiere.
Numerose le lettere scritte dai residenti all' ENEL, alla Prefettura, al Ministero della Salute, per segnalarne l' eccessiva vicinanza alle abitazioni, per sollecitarne una verifica di regolarità sotto il profilo dell' emanazione di onde elettromagnetiche. Di risposte, ovviamente, poche e anche insoddisfacenti, pur se la verifica sulle onde elettromagnetiche è stata fatta, appurando che rientrano nei limiti di legge.
Già tre anni fa, però, la cabina si è incendiata in occasione di un altro temporale e c'è stato il concreto rischio di esplosione. L' ultimo episodio risale a due settimane addietro, ancora con scoppi, scintille e fiammate.
Oltretutto, il sito dov'è stata costruita è difficilmente raggiungibile con veicoli da lavoro, trovandosi in una piazzetta collegata alla strada solo attraverso un' angusta viuzza. E, infatti, martedì sera, uno dei furgoni degli operai della società elettrica non ha potuto raggiungere direttamente la cabina, costringendo i dipendenti ad un lavoro straordinario per il trasporto delle scale e degli attrezzi, sotto un violento temporale con pioggia e vento.
Una situazione complessiva disagevole ma soprattutto pericolosa per chi vive ogni giorno davanti alla cabina, di cui, si suggerisce, sarebbe opportuno lo smantellamento e la costruzione in un sito più adatto. Una struttura pericolosa, che è anche un vero e proprio "pugno in un occhio", in una zona che potrebbe, invece, diventare un suggestivo "belvedere" sul Golfo di Squillace.

martedì 4 dicembre 2007

Il passaggio del Giro d' Italia 2008

Passerà anche da S. Andrea il 91° Giro d' Italia.
Il 13 maggio, infatti, la mitica "corsa rosa" prevede la tappa "Pizzo Calabro - Catanzaro Lido lungomare". Proprio nei 187 Km è stato inserito il tratto che attraverso le montagne vibonesi scenderà verso Monasterace, sulla SS 106, per puntare Catanzaro Lido.
Una tappa pianeggiante, probabilmente ideale per i velocisti, considerato che solo nei primi cinquanta chilometri (quelli in provincia di Vibo) i ciclisti dovranno affrontare qualche difficoltà, come la scalata sul monte Arena (1100 mt). Il passaggio sulla Statale sarà sicuramente un magnifico spettacolo, una "prima assoluta" per S. Andrea, come del resto per gli altri Comuni interessati.
E chissà, magari, sarà anche l' occasione buona per veder effettuare qualche opera di manutenzione straordinaria sul manto stradale. Infatti, considerato che ormai la strada versa in condizioni penose, le opzioni sono due: o si riasfalta per intero oppure i ciclisti dovranno utilizzare delle mountain bike ammortizzate, per non incorrere in "traumi" poco graditi...

lunedì 3 dicembre 2007

Pari fuori casa per l' US Andreolese

1-1 contro il Casciolino
L' indisponibilità del campo di Catanzaro ha costretto Andreolese e Casciolino a disputare l' incontro sul terreno di gioco di Borgia.
Il risultato di 1-1 non rappresenta in pieno il match dell' Andreolese, che ha avuto un elevato numero di palle gol, non adeguatamente sfruttate. E' il Casciolino ad andare in vantaggio su punizione al 9° minuto, mentre l' Andreolese, poco prima, aveva avuto già un' occasione da rete. Al 14°, i padroni di casa beneficiano di un calcio di rigore che, però, va a finire sul palo della porta difesa da Carioti.
I ragazzi di mister Ritorto provano a reagire e nel giro di dieci minuti confezionano almeno tre nitide azioni che mettono apprensione alla retroguardia locale. E al 39° è Genco a segnare il gol del pareggio, suggellando il buon momento della propria squadra. Fino al termine del primo tempo, l' Andreolese potrebbe incrementare il suo score ma la palla non vuol saperne di entrare.
Nella ripresa, le due formazioni mostrano un differente approccio alla partita con l' Andreolese che cerca in tutti i modi di vincere e al 7° colpisce anche il palo con Papaleo A.. Ma il risultato non si sblocca e le tante azioni pericolose dell' Andreolese non portano i frutti sperati, a fronte delle due sole opportunità costruite dal Casciolino.
Bella cornice di pubblico, con l' Andreolese che ha potuto beneficiare del tifo locale.

Informazioni fornite dall' inviato Lorenzo Mirarchi.

venerdì 30 novembre 2007

La festa di S. Andrea Apostolo

E' forse ancora una delle feste più attese dall' intera popolazione di S. Andrea Ionio. Ed è per entrambe le comunità, del centro storico e della Marina, un importante momento di unione e devozione.
Una ricorrenza religiosa, quella del Patrono S. Andrea Apostolo, ormai radicata nel cuore degli andreolesi.
Basterebbe osservare la grande partecipazione della cittadinanza, dalle entusiaste corse dei bambini lungo il Pian Castello, tra i banchetti della fiera, ai capannelli degli adulti, intenti a scambiarsi saluti e opinioni, per cogliere l' essenza di questa festa. La tradizionale processione dell' antica statua del Santo resta sempre l' evento simbolico della ricorrenza, il Patrono in "visita" al paese... Un momento che è rimasto immortalato nel corso degli anni su molte fotografie e anche su filmati d' epoca. Immagini bellissime e rare, che suscitano profonda emozione in chi ha la fortuna di osservarle.
Nei ricordi dei "meno giovani" stanno scolpite proprio le feste del passato, soprattutto quelle degli anni successivi all' ultimo dopoguerra, quando ancora il nostro paese era gremito di abitanti e il 30 novembre assumeva davvero il carattere di una grande festa.
Non era solo l' occasione per tirar fuori il "vestito buono" ma anche un evento di socialità, di leggera e spensierata evasione dalle ristrettezze quotidiane.
I bambini di allora, come pure quelli di oggi, sempre attratti dalle leccornìe esposte sulle bancarelle, mentre gli adulti, con un occhio al portafoglio e l' altro alla dispensa ne approfittavano per alcune spese "extra". Non che a S. Andrea mancassero i negozi, tutt' altro, ma la fiera in quel tempo era ancora un' occasione per acquistare vestiti o articoli per la casa e, chissà, anche qualche piccolissimo sfizio. Torroni, mostacciuoli, paste di mandorla...Questi erano, e sono tuttora, i dolci della festa. Una parte veniva conservata per Natale, l' altra diventava l' immediata gioia dei palati, soprattutto dei bambini, in quegli anni decisamente poco abituati alle golosità e all' abbondanza odierna.
Per questo, probabilmente, oggi è arduo riuscire a cogliere gli aspetti più caratteristici di quella realtà, che, in fondo, è quella che hanno vissuto i nostri nonni e, forse, anche i nostri genitori. Eppure, proprio oggi la forza di quel ricordo, di quella festa, crea ancora profonda suggestione, quasi un invito per le generazioni più giovani a riscoprire una parte dell' identità andreolese, generosa e altruista, profondamente legata alle proprie radici.
Un legame che spinge anche molti emigrati a fare ritorno a S. Andrea in occasione del 30 novembre, stabilendo un ponte tra le comunità andreolesi di oggi e di un tempo e quelle sparse in tutto il mondo.



Nota storico liturgica

Nota storico liturgica. (tratta interamente dal libretto realizzato dalla Parrocchia SS. Pietro e Paolo)
La festa dell' apostolo Andrea (virile), celebrata già agli inizi del secolo V nel calendario di Gerusalemme al 30 novembre, come ci attesta il martirologio Geroniminiano e gli antichi sacramentari è stata sempre circondata di particolari solennità dal tempo di Papa Simplicio. Questi a Roma, verso il 475 d.C., dedicò una chiesa, vicino a S. Maria maggiore sull' Esquilino all' apostolo, perché egli era il fratello di Pietro.
Figlio di Giona di Betsaida (a nord -est del lago di Tiberiade), Andrea fu discepolo di Giovanni Battista, presso il quale conobbe l' apostolo Giovanni; e con lui seguì per primo Gesù, al quale condusse il fratello Pietro (Gv 1,35-42). Per questo motivo, i Greci lo chiamano "protocleto" (primo chiamato). La tradizione popolare, non documentabile, anche se antica, gli ha assegnato un campo di apostolato in Grecia: la Scizia e la Tracia, ma specialmente l' Epiro e l' Acaia, dove sarebbe stato crocifisso a Patrasso (nel 60 d.C.). Le sue reliquie da Patrasso sono state portate a Costantinopoli solo nel 357 d.C..
La passio apocrifa sul martirio lo pone crocifisso su una croce decussata, cioè con bracci disposti diagonalmente (detta di S. Andrea) a forma di lettera "X". Le sue reliquie, conservate dal secolo IV a Costantinopoli, furono trasportate ad Amalfi nel 1208 e il suo capo giunse a Roma nel 1462; ma nel 1964 è stato restituito, con gesto ecumenico, alla chiesa greco-ortodossa (a Patrasso). Si deve a S. Gregorio Magno, dopo il suo ritorno da Costantinopoli, l' inserzione del nome di Andrea nel calendario romano.

mercoledì 28 novembre 2007

La festa di S. Andrea

Nella foto potete leggere il programma religioso e civile della festa di Sant' Andrea del 30 novembre.

L' assemblea della Pro-loco

Per il programma delle festività natalizie della Pro-loco bisognerà attendere ancora alcuni giorni, per l' ufficializzazione di date ed eventi.
Intanto, l' assemblea generale dei soci che si è riunita ieri pomeriggio ha approvato il bilancio di previsione 2008, per un ammontare di 37.000 €.
La "concretizzazione" di tale cifra sarà, ovviamente, legata alla possibilità di accedere a finanziamenti da parte degli enti pubblici, oltre che alle quote associative ed alle "entrate derivanti da contributi volontari o di partecipazioni a manifestazioni organizzate", come recita il prospetto sintetico del bilancio.
Si è anche deciso che intorno al 20 dicembre ci saranno due incontri-visita , in occasione delle festività natalizie, presso la "Villa della Fraternità" e il Centro Terapeutico "Redancia".
La riunione è valsa poi ad informare i soci sulla bozza del "Piano d' azione per l'anno 2008", "un elenco di manifestazioni e attività - ha spiegato il presidente Giuseppe Dominijanni - aperto ai suggerimenti di tutti, considerando che il piano definitivo sarà approvato nell' assemblea di gennaio 2008".
Questo è il Piano d' azione attuale:
- Carnevale 2008;
- Stagione teatrale (da febbraio ad aprile);
- Pasqua (festa della "cuzzupa);
- Festa della birra "Gli amici della Dreher" (in primavera);
- Mostra di pittura estemporanea (in primavera);
- Concorso fotografico (in primavera);
- Sagra del pesce (seconda metà di luglio);
- Manifestazioni sportive in spiaggia (fine di luglio);
- 2^ Festa del ritorno (agosto);
- Festa del folklore (agosto);
- 2^ Sagra della castagna (ottobre);
- Festa di S. Andrea (Fine novembre);
- Feste natalizie (Dicembre).
"Oltre a questi eventi e manifestazioni - è spiegato ancora nella bozza - ci si dedicherà: alla rivalutazione della montagna (attraverso progetti per il risanamento e fruizione delle zone di maggiore interesse), alla realizzazione di materiale pubblicitario per la promozione del territorio, all' istituzione dell' ufficio I.A.T. (Informazione e Assistenza Turistica), alla raccolta di dati statistici, attraverso l' utilizzo di "questionari turistici" (per comprendere melio le esigenze dei turisti e visitatori).
Questo è quello che l' Associazione si propone di fare e tale programma preventivo è ancora in fase di elaborazione."

lunedì 26 novembre 2007

La sconfitta dell' US Andreolese

Us Andreolese 1 San Vito Calcio 2
Marcatori: 38° Primonato, 72° e 80° Aquilotti.
US Andreolese: Carioti, Cilurzo, Cosentino, Corasaniti, Papaleo A., Aversa, Frustagli, Genco, Primonato (53° Scicchitano), Samà (67° Screnci), Pirelli (80° Libroia). All.: Ritorto.
San Vito Calcio: Luppino, Sgrò, Barbieri (65° Giorgio F.), Parafati G., Giorgio L., Spanò, Parafati R., Calabraro, Chiavetta, Aquilotti, Papasodaro. All.: Esposito.
Arbitro: Gentile di Catanzaro.

La prima sconfitta stagionale dell' US Andreolese matura tra le mura di casa, ad opera di un San Vito che si è confermato squadra "tosta". Mister Ritorto aveva spiegato in settimana come la formazione ospite fosse ben messa in campo e dal difficile approccio tattico. E così, infatti, è stato.
La partita è stata equilibrata, anche se nel primo tempo l' Andreolese ha messo in mostra un buon repertorio di azioni offensive, con gli ospiti bravi e ben organizzati nel difendersi.
Al 7° una punizione di Samà metteva i brividi a Luppino. Al 9°, occasione di testa per Pirelli, su imbeccata di Genco, e sempre il numero 11 al 27° si involava sulla sinistra verso il portiere senza, però, che il tiro andasse a buon fine.
Al 19°, intanto, il San Vito si era fatto vedere con un calcio di punizione di poco fuori, mentre un altro calcio piazzato, al 33°, impegnava Carioti.
Papaleo A. si faceva vedere al 36° con un tiro da lontano. Analoga soluzione adottava due minuti dopo Samà, che costringeva il portiere avversario a deviare sulla traversa. La ribattuta veniva raccolta da Primonato che insaccava con facilità e portava in vantaggio l' Andreolese. Il San Vito tentava un' immediata reazione andando al tiro al 41°, senza però creare reale pericolo.
L' Andreolese andava negli spogliatoi in vantaggio, con la consapevolezza che la ripresa non sarebbe stata comunque una passeggiata.
Il San Vito rientrava in campo più convinto ma la retroguardia locale, guidata dall' ottimo capitan Aversa faceva buona guardia, ben supportata dal filtro di Samà a centrocampo.
Proprio Aversa saliva in cattedra con una splendida punizione calciata al 61°, sfiorando di un soffio il raddoppio. L' uscita dal campo di Samà al 67° veniva seguita, tre minuti dopo, da un rigore per il San Vito.
Ad incaricarsi della battuta era Aquilotti, che, pur costretto a ripeterne l' esecuzione, insaccava il penalty ristabilendo gli equilibri del match.
A quel punto il San Vito diventava temibile e, nel giro di pochi minuti, precisamente all' 80°, ancora Aquilotti andava a segno portando in vantaggio gli ospiti, con la complicità di un' incomprensione nella retroguardia locale. A nulla servivano poi gli attacchi finali dell' Andreolese, che nei minuti di recupero, 93° e 95°, poteva recriminare su una traversa colpita da capitan Aversa, che si rendeva pericoloso anche di testa, trovando però pronto il portiere avversario.

Nota: Un aspetto curioso riguarda il "rapporto burrascoso" con le rimesse laterali da parte dell' Andreolese. Ben sei volte, infatti, al 10°, 15°, 28°, 33°, 42° e 68°, la squadra locale ha commesso controfallo.

Informazioni raccolte per SantandreaBlog dall' inviato Nicola Ranieri (foto tratte dalla sua galleria fotografica) affiancato da Lorenzo Mirarchi.

Pro-loco: Assemblea dei soci

L' Assemblea generale dei soci è convocata, in seduta ordinaria, ai sensi dell' art. 11 dello Statuto, presso i locali della Delegazione Comunale in Marina di S. Andrea Jonio il 27/11/2007 -ore 18:00 in I^ convocazione
-ore 18:30 in II^ convocazione con il seguente ordine del giorno:
1) Approvazione bilancio di previsione 2008;
2) Programmazione manifestazioni natalizie;
£) Varie ed eventuali.

domenica 25 novembre 2007

Battuta d' arresto per l' US Andreolese

Con la vittoria per 2-1 del San Vito, è maturata la prima sconfitta stagionale dell' US Andreolese.
Una partita equilibrata, che aveva visto l' Andreolese passare anche in vantaggio. Il pareggio su rigore e il successivo raddoppio hanno premiato gli ospiti, ben messi in campo.
Nelle prossime ore, le altre informazioni sulla partita, seguita per SantandreaBlog da Nicola Ranieri, affiancato da Lorenzo Mirarchi.

sabato 24 novembre 2007

US Andreolese-San Vito, i convocati

I 18 selezionati da mister Domenico Ritorto:
Carioti Fiorenzo, Varano Salvatore, Cilurzo Giuseppe, Cosentino Christian, Aversa Giuseppe, Genco Bruno, Papaleo Saverio, Parisi Giuseppe, Corasaniti Marco, Pirelli Vincenzo, Frustagli Pietro, Primonato Antonio, Libroia Prisco, Scicchitano Bruno, Samà Daniele, Zangari Bruno, Papaleo Andrea, Screnci Francesco.

venerdì 23 novembre 2007

Fotovoltaico? Si, grazie

In altri paesi del comprensorio lo stanno già facendo
Ad Isca, sul tetto della piscina verrà installato un imponente impianto fotovoltaico. A S. Caterina, sui locali della delegazione comunale e delle scuole elementari stanno facendo analoga operazione. Proprio in questi giorni, infatti, gli operai sono impegnati nel montaggio delle componenti.(lo vedete nella foto)
Anche a S. Andrea si potrebbe pensare ad una soluzione del genere. Di superfici idonee ce ne sono in grande quantità e, magari, potrebbe essere l' idea giusta per risolvere anche il problema del tetto del nostro palazzetto dello sport.
Infatti, con i finanziamenti che oggi vengono erogati per la diffusione del fotovoltaico, si potrebbe ottenere una cifra sufficiente per porre fine alle infiltrazioni d' acqua e, installando l' impianto solare, produrre energia elettrica, almeno per la struttura.
Certo, è risaputo che le questioni burocratiche per il reperimento dei fondi necessari sono sempre dai tempi lunghi, contorte e mai semplici ma, chissà, forse, varrebbe la pena tentare...

Post di servizio

Come noterete, i contatori del sondaggio sono stati azzerati.
L' inconveniente è dovuto al fatto che è stata inserita la nuova opzione "Mimmo Codispoti", un' operazione che non poteva essere fatta a sondaggio già "votato". Ragion per cui si è reso necessario crearne un altro.
D' ora in poi, però, qualora dovessero giungere nuovi interessanti suggerimenti, non annulleremo il vecchio sondaggio ma ne apriremo un altro, permettendo così di mantenere i voti fino ad allora raccolti.
Ci scusiamo, comunque, per l' imprevisto e vi rinnoviamo l' invito a votare!

giovedì 22 novembre 2007

Diamo un nome al palazzetto

Il terzo sondaggio di SantandreaBlog
Ma come vogliamo chiamare il nostro palazzetto dello sport?
Lasciarlo semplicemente "palazzetto" o, peggio, "palestra comunale polifunzionale" non pare molto accattivante.
I soveratesi, molto pragmaticamente, lo hanno già ribattezzato "Palasantandrea".
Parrebbe, però, più opportuno che fossimo noi andreolesi a scegliere il giusto nome per la struttura. Magari, alla fine, andrà anche bene palasantandrea ma le opzioni sono comunque tante.
SantandreaBlog attende i vostri suggerimenti, inviateli a "francesco.rani@libero.it" o inseriteli direttamente nei commenti.
Magari, legarne il nome a qualche luogo di S. Andrea, anziché intitolarlo a persone, potrebbe essere una linea da seguire. Ma, ovviamente, ognuno dia liberamente il proprio contributo.
Intanto, qualche "nome" darà il via al terzo sondaggio, che sarà costantemente "in fieri", pronto ad essere aggiornato con i vostri consigli.
La proposta, o le proposte, più votate saranno utile spunto per un' intitolazione ufficiale della struttura, tema su cui poi si cercherà di sensibilizzare l' amministrazione comunale.

Calcio: Domenica arriva il San Vito

Mister Domenico Ritorto prepara la sfida di domenica contro il San Vito.
Un match che si prefigura impegnativo e che potrà dare utili informazioni sulle reali ambizioni dell' US Andreolese nel campionato di Terza categoria 2007/2008.
Finora, il ruolino di marcia della squadra locale è stato positivo, due vittorie casalinghe e due pareggi esterni, con una seconda posizione in classifica (8 punti) che evidenzia un buon potenziale fisico-tecnico.
Ma per incrementare ulteriormente le prestazioni e dare continuità ai risultati positivi, è ora necessario proseguire con la dovuta intensità gli allenamenti e curare con attenzione la preparazione atletico-tattica.
Il mister si ritiene fiducioso per le sorti della partita di domenica. Ma gli undici che scenderanno in campo dovranno fare molta attenzione a questo San Vito, una squadra che ha gli stessi punti in classifica dell' US Andreolese e ha mostrato una grande solidità e organizzazione di gioco.

mercoledì 21 novembre 2007

L' appello dell' associazione "daSud"

Per salvare un simbolo della lotta civile contro la 'ndrangheta
E' stato realizzato nel 1978, in piazza Vittorio Veneto a Gioiosa Jonica, e da allora il murales del "Quarto Stato" anti-'ndrangheta è divenuto un simbolo della Calabria che non vuole lasciarsi divorare dal "mostro" mafia.
E' una interpretazione del famoso quadro di Pelizza da Volpedo, che ricorda le vittime della mafia e tutti coloro che quotidianamente ad essa si oppongono, a qualunque prezzo.
Sono però trascorsi molti anni da quando venne realizzato, dopo un' intensa mobilitazione civile successiva all' omicidio di Rocco Gatto, un giovane di Gioiosa, ucciso dalle cosche mafiose locali nel marzo del 1977.
Oggi, quel murales versa in uno stato di abbandono, i suoi colori smunti lo hanno reso meno visibile agli occhi della gente ma il suo vigore umano e la sua carica emotiva sono ancora intatte e chiedono attenzione, per non dimenticare il passato e per rilanciare il futuro della nostra terra.
Per questo, l' associazione "daSud", assieme al "Comitato pro-murales teatro Gioiosa" stanno promuovendo una campagna per il suo restauro, "Salviamo il murales della memoria". Un impegno che potrebbe unire le diverse connotazioni politiche personali. Anzi, forse si dovrebbe parlare di "colorazioni" politiche personali, una grande policromia in grado di dare un nuovo e ancor più vivo colore non solo al murales ma alla carica simbolica che esso possiede.
Comunque, per qualsiasi informazione sulla campagna (per vedere le condizioni del murales), ma anche per conoscere meglio l' associazione "daSud", potete recarvi all' indirizzo web http://www.dasud.it/
Potete anche sottoscrivere direttamente l' appello che l' associazione rivolge "alle istituzioni, alla politica, alla società civile, al mondo della cultura e dello spettacolo regionali e nazionali" tutti, scaricandolo da http://www.dasud.it/ images/stories/murales/appello murales.doc
"Chiediamo di sottoscrivere l' appello per rafforzare la campagna e la solidarietà nei confronti di chi in Calabria si batte contro le 'ndrine - commenta l' associazione daSud. Il contributo economico servirà a raggiungere la somma necessaria per realizzare il restauro".

domenica 18 novembre 2007

1-1 dell' US Andreolese a Cardinale

Il rigore trasformato nella ripresa da Vincenzo Pirelli non è stato sufficiente per dare la prima vittoria in trasferta all' US Andreolese.
La squadra di mister Ritorto si è comunque mossa bene e, soprattutto nel primo tempo, ha messo alle corde gli avversari, che sono invece venuti fuori nella ripresa.
I diversi reparti dell' Andreolese si sono dimostrati attenti e reattivi. La difesa si è fatta sempre trovare pronta, mentre in attacco, il rientro di Pirelli, dopo l' infortunio di due settimane fa, ha dato i suoi frutti.
La formazione cardinalese, però, ha saputo reagire di fronte allo svantaggio e, sul campo di casa, è riuscita ad agguantare il pareggio, che, sostanzialmente, è parso essere un risultato giusto per quanto mostrato sul campo dalle due squadre.

venerdì 16 novembre 2007

Il Consiglio comunale del 16 novembre

Rinviata la discussione sulle modifiche allo statuto dell' ente.
Mentre prosegue l' autosospensione dei gruppi consiliari di opposizione "Ora et labora", guidato da Giulio Calabretta, e del "Pdci", da Pietro Aloisio, il consigliere di minoranza, come aveva già annunciato, Salvatore Vivino è tornato a sedere tra i banchi dell' aula, esponendo le motivazioni che lo hanno portato ad uscire dal gruppo "Ora et labora".
Vivino ha spiegato di "non condividere il modo di fare politica del gruppo", ritenendo che le lotte politiche vadano sostenute all' interno dell' aula consiliare e non attraverso l' autosospensione. Da parte sua, ha spiegato "continuerò a svolgere, nel rispetto del mandato elettorale assegnatomi, attività di consigliere di minoranza - ha proseguito - ma mi muoverò in piena libertà e autonomia rispetto ai temi che di volta in volta verranno affrontati in consiglio".
Dopo il suo intervento, il sindaco Maurizio Lijoi ha dato lettura della presa d' atto di un subentro di titolarità riguardo un Piano di Lottizzazione in località "Silipà", già approvato con atto n° 23/2007.
All' ordine del giorno era stata anche inserita la discussione ed esamina delle modifiche allo Statuto comunale.
Sull' argomento, il vicesindaco Giuseppe Stillo ha però posto una pregiudiziale affinché il punto venisse rinviato. "Trattandosi di uno strumento fondamentale per la vita del Comune - ha spiegato Stillo - è necessario che alla discussione partecipi e dia il suo contributo anche l' opposizione, una votazione senza tutti i gruppi - ha proseguito - sarebbe una votazione monca".
All' unanimità, il consiglio ha dunque deciso il rinvio.
L' ultimo punto ha riguardato, invece, la gestione e vigilanza del palazzetto dello sport. Dal 7 ottobre, data inizio dei tornei, il Gruppo Operativo Edelweiss - distaccamento di S. Andrea Ionio ha iniziato a svolgere tale attività. Oggi, il consiglio comunale ha così ufficializzato l' affidamento all' associazione di protezione civile, quale forma di volontariato, del servizio al palazzetto. Un' attività che dovrà svolgersi durante le partite ufficiali e durante gli allenamenti delle squadre che partecipano alle rispettive stagioni agonistiche 2007/2008.

Nota: Nelle foto alcuni momenti del consiglio. Erano presenti 8 su 13 componenti. A partire dalla foto in basso e da sinistra: Francesco Mirarchi (Consigliere), Andrea Codispoti (C), Christian Cosentino (Assessore), Bruno Varano (A), Nicola Ramogida (A), Maurizio Lijoi (Sindaco). Nella foto in alto: Vincenzo Prenestini (Segretario Generale), Giuseppe Stillo (Vicesindaco ), Salvatore Vivino (C).

mercoledì 14 novembre 2007

Venerdì si riunisce il Consiglio Comunale

Alle 13:00 di venerdì 16 novembre è stata fissata la prima convocazione della seduta del consiglio comunale in sessione straordinaria. (La seconda, eventuale, convocazione è prevista per le 14 del 17 novembre).
Questi i punti all' ordine del giorno:
1) Lettura ed approvazione verbali seduta precedente;
2) Comunicazioni del sindaco;
3) P.L. in località "Silipà" approvato con atto n° 23/2007 - Presa atto subentro titolarità;
4) Statuto comunale - Esamina modifiche;
5) Affidamento, quale forma di volontariato, servizio di gestione e vigilanza della struttura comunale "palestra polifunzionale comunale" - stagione agonistica 2007/2008 - durante le partite ufficiali e allenamenti, al Gruppo Operativo Edelweiss - Distaccamento di S. Andrea Jonio.

Il soveratese Giuseppe Sestito alla Maratona di NY

L' atleta è fresco campione del mondo di maratona a squadre M50
2h 47' 59'', 4° nella categoria Master 50, 35° dei 3500 italiani partecipanti, 236° assoluto dei circa 40.000 concorrenti.
Sono questi i numeri dell' atleta soveratese Giuseppe Sestito alla Maratona di New York edizione 2008.
I 42 Km attraverso le strade della "Grande Mela", il 4 novembre lo hanno visto tra i protagonisti, pur con una condotta di gara prudente ed accorta, conscio di dover affrontare un percorso duro, in condizioni climatiche caratterizzate da vento freddo. Il bello di questa manifestazione sta nel fatto che ci si confronta con il mondo intero, con atleti di tutte le nazioni, un momento eccezionale di aggregazione e divertimento ma anche di confronto sportivo, in un contesto metropolitano d' eccezione.
L' esperienza vissuta da Sestito, infatti, "è stata bellissima, entusiasmante - ha detto l' atleta - un pubblico caldissimo che ti porta dal 1° al 42° km sulle ali di un incitamento ininterrotto".
Alla mezza maratona è passato in 1h 23' 20'', mentre la seconda parte della sua gara "è stata molto dura" ha detto Sestito, a causa proprio del freddo che probabilmente gli avrà causato qualche problema allo stomaco, condizionandolo con alcune soste impreviste, che intorno al 20° Km gli hanno fatto perdere due minuti abbondanti. Comunque, ha chiuso la seconda metà della gara in 1h 24' 39''.
Sestito ha anche spiegato che "tra gli italiani partecipanti (3500) ho ottenuto la terza migliore posizione nelle classifiche di categoria". Si tenga conto, infatti, che meglio di lui ha fatto un atleta che di nome fa Stefano Baldini, giunto 3° tra gli M35, mentre l' altro è stato Valerio Brignone, piazzatosi 2° nella categoria M40.
"Insomma, - prosegue il forte atleta soveratese - nonostante le peripezie mi sono difeso, centrando l' obiettivo che era quello di arrivare tra i primi 5 di categoria".
Inoltre, Giuseppe Sestito è anche fresco campione del mondo nella maratona M50 a squadre. Ai Mondiali di Riccione di settembre, aveva chiuso i 42 Km in 2h 51' 12'', penalizzato da un attacco di dissenteria. La prestazione newyorchese ha dunque abbassato quel tempo, "anche se - aggiunge Sestito - il mio record personale sulla maratona è 2h 28' 06''".