giovedì 31 dicembre 2009

Buon 2010!


Buon anno!
Happy new year!
Bonne année!
Feliz año nuevo!

domenica 27 dicembre 2009

Manifestazione teatrale al "D. Savio"

Oggi alle 18, nel teatro parrocchiale "Domenico Savio" si terrà una rappresentazione teatrale. La manifestazione rientra nel programma realizzato dalla Pro-loco Sant'Andrea con il patrocinio dell'amministrazione provinciale di Catanzaro e dell'amministrazione comunale.
Al termine della rappresentazione, ci sarà l'estrazione della lotteria natalizia e una zeppolata.

giovedì 24 dicembre 2009

Natale 2009


Buon Natale
Merry Christmas
Joyeux Noël
Feliz Navidad
da
SantandreaBlog

sabato 19 dicembre 2009

Eventi natalizi

La locandina dell'evento "Il magico Natale di Beatrice e Federico", che si svolgerà il 26 dicembre.

lunedì 14 dicembre 2009

L'Andreolese sconfitta perde il primato

Il Caulonia vince nel freddo di San Vito e conquista la vetta della classifica con 22 punti, superando l’Andreolese, ferma a quota 21 e battuta sul campo di Palermiti per 3-2. Si rimescolano, così, le carte del girone ad una giornata prima della sosta natalizia.
I reggini fanno propria una partita interessante, conquistata grazie al gol di Vozzo, ben giocata da ambo le parti ma che alla fine ha premiato l’organico più forte e ambizioso, che a questo punto non si nasconde e punta senza tentennamenti a mantenere il primato. Alla formazione di S. Andrea Jonio, invece, non basta aver retto nel primo tempo (1-1) né bastano i gol di Bevivino e Larocca e il Palermiti si rilancia (con la seconda vittoria consecutiva), staccandosi dagli insidiosi bassifondi della classifica. Il Real Santa Maria, pur pareggiando in casa con l’Isonzo (1-1), si mantiene nella terza posizione con 18 punti ma deve guardarsi dall’Amaroni che, a suon di gol (4-0 con doppietta di Giampà e gol di Olivadoti e Caruso), sconfigge la Stilese, ferma ora con 13 punti a metà classifica. L’Uria 2000, invece, si prepara nel migliore dei modi al derby della prossima domenica contro il Sellia M., superando per 4-1 un S. Caterina decisamente non al massimo in questo primo scorcio di campionato (formazione rimaneggiata con due squalificati e alcuni infortuni), che viaggia con soli 7 punti in compagnia dell’altro fanalino di coda Riace, strapazzato in casa dal finalmente “consistente” Monasterace (0-3), salito ora a 15 punti assieme al Calabricata, vittorioso sul Real Sellia Marina (terzultimo a 9 punti) per 1-0.

"Lento pede" l'André riprende il cammino

Nicola Ranieri
Asd André - Catanzaro Lido 3 – 3
Tra le mura amiche l'Asd André cerca quella vittoria che manca ormai dalla seconda giornata di campionato. La partita si mette subito bene, nei primi minuti, infatti, Sgrenci porta in vantaggio la formazione di casa. Ma gli ospiti creano moltissime palle gol che non si concretizzano solo grazie al nuovo portiere della squadra di S. Andrea, Varano. Proprio lui, che ieri ha fatto la sua prima presenza, risulterà il migliore in campo. Il primo tempo si conclude col vantaggio della formazione di casa, sull’1-0.
Nel secondo tempo, gli ospiti trovano il pareggio, ma subito dopo Fratto riesce a riportare in vantaggio l'André. Attorno al 10' del secondo tempo, però, la partita si ribalta:bastano due disattenzioni difensive e in pochi minuti il Catanzaro Lido passa clamorosamente in vantaggio. Ma l'instancabile Luigi Corapi riesce a pareggiare il match. Nel finale è sempre la formazione ospite ad attaccare ma la partita rimane ferma sul 3-3.
Una piccola boccata d’ossigeno per l'Asd André, che smuove di poco la sua classifica, con un bottino di 7 punti, frutto delle due vittorie iniziali conseguite dall'ex Mister Fabio Voci e del primo punto in quattro gare di mister Alessandro Ranieri.

martedì 8 dicembre 2009

L'Andreolese riprende il cammino e mantiene il primato

Nicola Ranieri

Andreolese-Amaroni 3-1
Andreolese : Posca 5.5 - Comito 6,5 - Piroso 7 - Marra 7 - Minniti 6,5 - Parisi 6 ( Lentini 6) - Aversa 6 - Mungo 5,5 - Larocca 7 - Papaleo 5,5 (Bevivino 5,5) - Marascio 7,5 (Zangari s.v.)

L'Andreolese si presenta in campo con un 4-2-3-1.
Subito al 4', calcio d'angolo di Larocca e l'unica punta Marascio insacca con una deviazione di testa. Passano pochi minuti e Minniti raddoppia grazie anche al portiere ospite, che sbaglia l'uscita sul cross dalla sinistra. L' Amaroni riesce al 15' ad accorciare le distanze con un bel gol di Olivadoti, scaturito da una palla persa dai centrocampisti andreolesi.
Il primo tempo si conclude sul 2-1 per i padroni di casa.
Nel secondo tempo, l'Amaroni appare più determinato, colpisce un palo e crea molto con il tridente d'attacco. Al 65', però, grazie all'atterramento in area di Mungo il direttore di gara assegna il rigore alla formazione andreolese. Marascio realizza con precisione, festeggiando la doppietta personale
Da segnalare anche un palo di Papaleo Saverio, oggi all'esordio con la maglia rossoblù. Mister Feudale effettua le giuste sostituzioni riuscendo a dare nuovo equilibrio alla gara. La partità è molto accesa, con tanti cartellini gialli da ambedue le parti. I continui attacchi della formazione ospite, al 90', costringono al fallo d aultimo uomo il portiere Posca: rigore ed espulsione. Tra i pali prende posto il centrocampista Larocca che riesce a neutralizzare il tiro dagli 11 metri di Olivadoti.
Al triplice fischio, l'Andreolese vittoriosa rimane la prima della classe.
Mercato di dicembre
Svincolati: Ranieri Saverio, Mosca Nicola.
Arrivi : Papaleo Saverio

Male il calcio a 5

Nicola Ranieri

Squillace - A.s.d. Andrè 5 - 4


La formazione di Sant'Andrea non riesce a vincere e con questa sono tre le sconfitte consecutive.
In panchina siede il neo-mister Alessandro Ranieri (ex direttore sportivo).
La squadra torna comunque a disputare una buona prova e vede in Saverio Grande uno dei giocatori più in forma. L'attaccante, infatti, va a segno per tre volte nella sfida di Squillace. L'altro marcatore dell'Andrè è stato Fratto.
Novità per il mercato di dicembre: Si sono svincolati Pietro Frustagli e Giuseppe Rudi.

mercoledì 2 dicembre 2009

Seconda sconfitta per l'Asd André

Nicola Ranieri

Asd André - Maracanà 4-6

Deodato (Portiere)- Gennarini - Mazzotta - Iania - Lamanna (Cap)- Corapi - Raffaele - Frustagli - Fratto - Grande. Siede in panchina a dirigere la squadra il d.s. Ranieri.

Note: Assenti della giornata capitan Gualtieri (causa influenza), Rudi che in settimana non si è memmeno allenato.
Sintesi: Pronti via ed e subito Frustagli ad andare a segno. Nei primi minuti la squadra di casa sembra fare sul serio, andando due volte vicina al raddoppio. Il Maracanà, per niente impaurito, prende in mano la partita andando sull'1-3.
La formazione di casa riesce ad accorciare con Andrea Raffaele ma con un gran gol del portiere gli ospiti si portano sul 2-4. Poi, il Maracànà allunga con altre due marcature.
Negli ultimi minuti, grazie all'ingresso di Grande, l'Andrè realizza altre due reti che, pur non cambiando molto dal punto di vista dei punti, rendono meno amara la sconfitta.

lunedì 30 novembre 2009

Andreolese battuta. Si avvicinano Caulonia e Amaroni

Non cambia nulla nelle posizioni di vetta della classifica ma si accorciano le distanze.
La sconfitta per 1-0 contro il Real Santa Maria, che si porta in quarta posizione a 13 punti, costa all’Andreolese (ferma a 18) il riavvicinamento del Caulonia (ora a -2) e dell’Amaroni (-4). Protagonista della domenica senz’altro il temibile Caulonia, che ha superato per 4-0 il Real Sellia Marina, grazie alla doppietta di Fabio Scutieri (un rigore) e ai gol di Garuccio e Vozzo.
Anche l’Amaroni, grazie alla marcatura di De Vito, riesce ad approfittare del passo falso della squadra di S. Andrea Jonio – che non è riuscita a recuperare lo svantaggio nonostante un ottimo secondo tempo - guadagnando un punto in casa del Palermiti (1-1) e confermandosi come terza forza del campionato.
Interessante, poi, il risultato conseguito dall’Uria 2000 che schianta 3-0 la Stilese e si porta in quinta posizione a 12 punti, superando i reggini e affiancando la vittoriosa Calabricata, reduce dalla vittoria casalinga contro il S. Caterina (2-1).
Bel colpo poi del San Vito, che supera per 2-0 il Monasterace (una squadra dalle potenzialità ancora inespresse) e lo supera anche in classifica, portandosi a 10 punti e lasciando così la scomoda terzultima posizione, dove va a collocarsi il Riace, ex fanalino di coda sorprendentemente vittorioso per 2-1 contro l’Isonzo Calcio che resta così a quota 9 assieme, dunque, a Monasterace, S. Caterina e Isonzo. Scivola così in ultima posizione il Palermiti, a 6 punti, nonostante il buon pareggio con l’Amaroni.

sabato 28 novembre 2009

Terza edizione della Sagra della castagna

Torna la Sagra della castagna organizzata dalla Pro-loco Sant'Andrea.
Domenica, a partire dalle 19, in Piancastello saranno operativi i vari stands gastronomici, con le consuete prelibatezze a base di castagna.
Nel corso della serata ci sarà anche lil concerto del gruppo Parafoné.

martedì 24 novembre 2009

Il punto sui lavori del sottopasso ferroviario

I lavori procedono ormai da diversi mesi e le attese di tutti sono proiettate al futuro prossimo, quando il sottopasso ferroviario sarà finalmente aperto al transito.
Per il momento, si osserva l'attività delle varie ditte impegnate a scavare, costruire, spingere, cementificare e asfaltare. Tutti elementi fondamentali per la realizzazione di un'opera che ormai attendeva da tempo di essere realizzata, andando così ad accantonare l'ormai vetusto passaggio a livello.
I blocchi monolitici che andranno a costituire la galleria del sottovia sono già stati realizzati e attendono di essere spinti sotto la strada ferrata e quella carrabile, dopo che saranno stati effettuati gli spostamenti di tutti i servizi di rete ancora eventualmente non trasferiti (elettricità, gas, linee telefoniche).
Anche il traffico veicolare sulla statale 106 ha subìto una variazione (lo potete vedere nelle foto) per consentire ai lavori di poter procedere regolarmente, come già fatto in altri paesi (San Sostene) e come sta avvenendo anche ad Isca Marina.
Ma accanto all'attesa della futura apertura, c'è anche la curiosità di vedere come sarà regolato il transito automobilistico e pedonale, visto che l'imbocco dell'infrastruttura - e dunque l'accesso alla zona sotto ferrovia - dovrà essere effettuato nell'area attorno a via Carlo Alberto Dalla Chiesa (la strada interna parallela a viale Aldo Moro, lato torrente Cupito). Non più, dunque, direttamente dalla statale 106 ma all'interno del centro abitato. Un aspetto che richiederà, senz'altro, un supplemento di attenzione nella cura della segnaletica stradale da apporvi e un'opportuna distribuzione e gestione degli spazi per garantire appieno la sicurezza delle zone residenziali adiacenti.

lunedì 23 novembre 2009

Situazione girone F

Un bel gol realizzato dalla distanza da Piero Menniti regala, all’85°, la vittoria all’Us Andreolese di mister Feudale sui selliesi dell’Uria.
Grande fatica per la formazione di S. Andrea Jonio che, però, grazie ai tre punti conquistati (sono ora 18 in totale), mantiene dunque ben salda la propria bandiera rossoblù sulla vetta della classifica del girone F, mentre le due dirette inseguitrici, Caulonia e Amaroni, non riescono a tenere il passo, scendendo entrambe a -5 in conseguenza di due pareggi: i reggini non vanno oltre lo 0-0 sul terreno di gioco del Monasterace (che sale a quota 9 e aggancia l’Uria).
Risultato di 1-1, invece, per i catanzaresi dell’Amaroni, fermati in casa dal S. Vito, che sale così a 7 punti. Nella zona alta della classifica, al 4° posto, si conferma e guadagna un punto prezioso il Real S. Maria, che lottando coi denti strappa un pareggio (2-2 con gol di Arabia e Gentile per i catanzaresi) sul difficile campo dell’ostico Santa Caterina.
Movimenti interessanti, poi, a centro classifica, con l’Isonzo Calcio che riesce ad agganciare a quota nove punti il Calabricata, battendolo per 2-0. Pioggia di gol e spettacolo, invece, al comunale “G. Mesiti” di Stilo, dove la Stilese (10 punti e quinta posizione) supera per 4-2 il Palermiti, bloccato con 5 punti al penultimo posto in classifica.
In coda, nemmeno la formazione del Riace dà segni concreti di reazione e perde in trasferta per 2-1 contro il Real Sellia Marina, che con i tre punti sale a 9 e si porta così in una posizione di classifica interessante.

Continua la corsa dell'Andreolese

E sono 5, ora, i punti di distacco che l'Us Andreolese ha inflitto alle dirette inseguitrici (Amaroni e Caulonia), dopo la sudata vittoria interna contro la formazione selliese dell'Uria (1-0 con gol di Piero Menniti all'85°).
La formazione allenata da mister Feudale si conferma in vetta alla classifica con 18 punti in sette partite. Nelle prossime ore, su SantandreaBlog una panoramica sul girone F dell'Andreolese.

Brutta sconfitta per l'André

Nicola Ranieri
Soverato - Asd André 10 - 2
La partita del Palascoppa di Soverato ha fatto registrare il tutto esaurito ma ha anche sancito una brutta sconfitta per la formazione andreolese.
Scesa in campo con le migliori intenzioni, la formazione del presidente Stillo si è vista, nel giro di appena dieci minuti, sotto di tre gol: con altrettante spettacolari azioni, il Soverato ha infatti sferrato la prima zampata vincente sul match, rendendo tutto in salita il cammino dell'André.
La formazione ospite, tra l'altro, proprio in questa delicata fase della partita ha perso l'unico portiere di ruolo per infortunio. La prima parte della gara è terminata sul sette a zero.
Nella ripresa, dopo il primo gol dell'André, il Soverato ha messo a segno le altre marcature e la partita si è conclusa con il risultato finale di 10-2.
Una sconfitta pesante per l'ambiziosa formazione andreolese, sulle cui cause ci sarà da riflettere nel corso degli allenamenti della settimana.
Da notare, tra le note della partita, l'assenza in panchina di mister Fabio Voci che, dopo aver portato alla vittoria, nelle prime due giornate, la formazione andreolese, pare - stando a fonti interne alla società - abbia preso una "pausa di riflessione".

martedì 17 novembre 2009

Vittoria per l'Asd André

Nicola Ranieri
A.S.D. Andrè - Betpro.it (Catanzaro) 4 - 2
Vito Deodato e Pietro Calabretta (Portieri); Vincenzo Gennarini - Francesco Mazzotta - Fabio Iania - Francesco Lamanna - Luigi Corapi - Vittorio Gualtieri (Cap.) - Andrea Raffaele - Pietro Frustagli - Giuseppe Rudi - Saverio Grande.
L' A.S.D. Andrè del presidente Stillo si presenta in un palazzetto dello sport di S. Andrea gremito di pubblico.
Sin dal primo minuto di gioco si vede subito un'ottima formazione, quella di casa (allenata da mister Fabio Voci) che tesse delle buone trame di gioco.
La Betpro.it è comunque temibile e, infatti, riesce a colpire due pali e una traversa.
Ma la formazione andreolese non si fa intimorire e riesce a vincere grazie ai tre gol messi a segno da Andrea Raffaele più quello del "solito" Pietro Frustagli, che assieme a Rudi e Capitan Gualtieri ha rappresentato il gruppo andreolese del match.
Il prossimo turno sabato 21 a Soverato .

L'Andreolese allunga in classifica

Nicola Ranieri

Riace - Andreolese 1-3
Posca - Lentini - Piroso G. - Marra - Minniti - Comito (Stillo) - La Rocca - Sama (Piroso) - Ranieri - Marascio (Zangari) - Bevivino

Sul terreno di gioco del Comunale di Stignano si sono affrontate la capolista Andreolese e il fanalino di coda Riace. La formazione rossoblù, al gran completo, si è imposta con un secco tre a zero grazie alle marcature realizzate da Bevivino, Larocca e Marascio, quest'ultimo ben servito da un assist di Comito.
Solo negli ultimi minuti il Riace è riuscito a segnare la rete "della bandiera".
Con questa vittoria, dunque, l'Androlese vola a più tre sulla diretta inseguitrice Amaroni, bloccata da un pareggio con il Real Santa Maria.
Il prossimo turno vedrà l'Us Andreolese impegnata in casa contro Uria 2000 di Catanzaro.

martedì 10 novembre 2009

Esordio vincente per l'Asd André

Nicola Ranieri
Davoli

Quadrifoglio - Asd Andrè 3-5

Sospinta da un Pietro Frustagli già in grande forma l'Asd André parte alla grande nel campionato di serie D di calcio a 5.
Con 2 gol, 2 assist e un rigore procurato il neo-acquisto della squadra andreolese si mette subito in luce.
Partita bella e ricca di emozioni, quella disputata contro la squadra davolese, nella quale si sono iniziati a vedere i primi risultati del "progetto calcio a 5", partito da circa un anno a S. Andrea.

L'Andreolese si riprende la vetta della classifica

Nicola Ranieri
Davoli Marina

Andreolese -Calabricata 2-1

Soffre ma vince l'Us Andreolese e riconquista la prima posizione sull'Amaroni, fermata da un pareggio.
La partita si è svolta al Comunale di Davoli, per via dei lavori di manutenzione in corso sul terreno di gioco dello stadio "G. Larocca" di Badolato ("casa" dell'Andreolese).
L'Us di mister Feudale, nonostante ormai giochi sempre in trasferta vista l'impossibiilità di adeguare la struttura sportiva locale, continua comunque ad essere seguita da un numerosissimo pubblico.
La formazione rossoblù scende in campo in formazione rimaneggiata a causa dell'influenza che ha colpito diversi giocatori ma il riscontro sul campo è positivo: l'Us infatti riesce ugualmente a fare risultato.
Calabricata, anch'essa neo-promossa, passa in vantaggio ma nella ripresa si vede raggiungere grazie ad un'autorete che dà alla squadra di casa il momentaneo pareggio. Ci pensa poi Marascio a volgere in favore dell'Andreolese il risultato.
Ora, intanto, è già tempo di preparazione in vista del prossimo appuntamento, che sarà sul campo del Riace.

lunedì 2 novembre 2009

Monasterace - Us Andreolese 1-0

Perde in trasferta, sul campo del Monasterace, l'Us Andreolese. Una sconfitta di misura (1-0) che segna la prima battuta d'arresto in questo avvio di campionato per la squadra di mister Feudale, che aveva vinto consecutivamente le prime tre partite, incassando un bottino di nove punti e ottenendo la testa della classifica. Classifica che ora, dopo la sconfitta, vede in vetta l'Amaroni con 10 punti e subito dietro l'Andreolese.
La società rossoblù, dunque, si attende adesso un pronto riscatto già nel prossimo turno, nel quale la squadra affronterà in casa la formazione della Calabricata.

Solidarietà dopo l'incendio

Condanna con fermezza il «vile attentato» ed esprime solidarietà all'impresa edile che sta eseguendo i lavori per la costruzione del nuovo ufficio di Poste Italiane in Marina, sulla via Nazionale.
L'amministrazione comunale si riferisce all'incendio, avvenuto sera di giovedì, (e del quale abbiamo dato conto nell'edizione di ieri) del furgone, un Iveco Daily, che appartiene alla ditta barese che sta lavorando sui futuri locali delle poste.
«Ci sentiamo di esprimere solidarietà e condanna anche a nome dell'intero Consiglio Comunale e dell'intera comunità - ha scritto in una nota il sindaco Maurizio Lijoi - La storia della nostra comunità parla da sempre il linguaggio della civiltà, della solidarietà, della democrazia e del progresso. Chiediamo alle forze dell'ordine di individuare immediatamente i responsabili di questo atto ignobile e vigliacco, compiuto da forze, che come sempre agiscono nell'ombra, che con la violenza tentano di prevalere sulla stragrande maggioranza dei cittadini. A S.Andrea Jonio così non sarà».
E in attesa che le indagini facciano il loro corso - sono all'opera i carabinieri della locale stazione e della compagnia di Soverato - «chiederemo immediatamente la convocazione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica e indiremo un Consiglio Comunale aperto per dire un fermo no a questi atti violenti.

venerdì 30 ottobre 2009

In fiamme il furgone dell'impresa edile che lavora al nuovo ufficio postale

Un incendio ha distrutto, nella prima serata di ieri, un furgone Iveco Daily di proprietà di un'impresa edile barese che sta realizzando i lavori del nuovo ufficio di Poste Italiane di S. Andrea Marina.
Ignote, al momento, le cause del rogo, divampato sull'automezzo che si trovava parcheggiato, come di consueto, dietro lo stabile (situato sulla statale 106) all'interno del quale gli operai incaricati - tutti di Bari - stavano eseguendo, in questi giorni, i lavori di ristrutturazione e adeguamento dei locali.
In poco tempo, le fiamme si sono levate furiose, creando rapidamente una colonna di fumo nero e denso, che ha attirato l'attenzione di alcuni passanti e di quanti si trovavano nei vicini esercizi commerciali. Immediata, dunque, l'allerta ai vigili del fuoco che sono giunti dal distaccamento di Soverato, agli ordini del caposquadra Antonio Palaia, spegnendo le fiamme ed evitando che facessero danni anche all'adiacente struttura abitativa.
Sul posto, sono intervenuti i carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia di Soverato e quelli della locale stazione, che hanno eseguito i consueti accertamenti su ciò che rimaneva del veicolo da lavoro. Le loro ricerche si sono dirette anche attorno all'area del rogo, per verificare l'eventuale presenza di qualche traccia che possa far comprendere la matrice dell'incendio. Gli elementi raccolti sono in queste ore al vaglio degli inquirenti.

lunedì 26 ottobre 2009

Us Andreolese - Caulonia 2-0

Nicola Ranieri
Badolato

Pagella:
Us Andreolese: Posca 6.5, Menniti 6.5, Marra 7, Piroso 7, Comito 7, Aversa 6 (Parisi 5.5), Larocca 5.5, Mosca 6.5, Piroso P. 7 (Marascio 5.5), Ranieri 6, Vivino 5.5 ( Mungo 5.5).

Presentazione:
Pomeriggio freddo che, con il ritorno dell'ora solare, vede scendere in campo le squadre alle 14.30.
L’Andreolese, forte di due vittorie nelle prime due partite, affronta il Caulonia, reduce, invece, da una vittoria e una sconfitta.
La compagine locale è composta da giocatori andreolesi e non: la rosa, infatti, è composta anche da diversi elementi che provengono dai paesi del comprensorio.
Tutto il gruppo è guidato da mister Saverio Feudale che nella scorsa stagione, con grande entusiasmo, ha portato la squadra al salto di categoria, e ora la guida in questa nuova realtà della Seconda Categoria .

Cronaca:
Le due squadre, per la prima mezz’ora, si studiano senza osare più di tanto. Solo qualche tiro (debole) all'indirizzo della porta difesa da Posca e qualche errore da parte della difesa ospite.
Solo al 36° Aversa impegna il portiere ospite con un tiro insidioso. Il finale del primo tempo, poi, vede alcuni rapidi capovolgimenti di fronte che danno solo qualche brivido alla gremita tribuna dello stadio "Larocca" di Badolato.
Nel secondo tempo, le squadre scendono in campo invariate ma, col passare dei minuti, vengono effettuate tutte e tre le sostituzioni da parte di entrrambe le panchine.
Al 63°, è l’Andreolese a sbloccare il risultato, andando a segno grazie ad un tiro magistrale di Piroso P.: dalla sinistra, il giocatore rossoblù batte una punizione dal limite che passa sulla barriera e si insacca sul primo palo.
Veemente la reazione degli ospiti che più volte vanno vicini al gol. Ma l’ottima difesa andreolese riesce a negar loro la gioia del pareggio.
La partita, dunque, si accende in questa fase, anche se i portieri non vengono impegnati più di tanto.
E’, comunque, ancora l’Andreolese ad andare a segno, grazie al centrale difensivo Marra che, sugli sviluppi di un corner, servito perfettamente dall’inossidabile Comito, insacca nella porta avversaria.
La partita, poi, nonostante i 5' di recupero non fornisce altri spunti di cronaca, regalando così la vittoria all'Andreolese.
Il bilancio:
L’Andreolese vola a 9 punti con 6 reti realizzate ed una sola subita.
Il prossimo turno:
Trasferta insidiosa a Monasterace, squadra retrocessa dalla Prima Categoria.

Vento in poppa per l'Us Andreolese

L'Us Andreolese vince per 2-0 contro il Caulonia e vola in vetta alla classifica a punteggio pieno: nove punti in tre partite.
Con questa vittoria, su SantandreaBlog prende il via una nuova collaborazione, quella di Nicola Ranieri che ci racconterà le partite casalinghe dell'Andreolese, con voti ai giocatori e cronaca della partita.
Oggi stesso, nel pomeriggio, troverete su queste pagine la prima cronaca del neo-collaboratore.

venerdì 23 ottobre 2009

Laurea "cum laude"

Congratulazioni al neo ingegnere elettrico Roberto Loiero che ieri (22 ottobre) ha conseguito la Laurea al Politecnico di Milano, con votazione finale di 110 e lode.
Laurea che segue, tra l'altro, quella conseguita dal nostro concittadino lo scorso anno, nella stessa branca, all'Università di Madrid.

domenica 18 ottobre 2009

Trasferta vincente per l'Us Andreolese

Con il risultato di 1-2, l'Us Andreolese di mister Feudale supera in trasferta l'Isonzo Calcio.
I gol di Parisi e Menniti portano così la squadra a quota sei, dopo due partite disputate nel campionato di Seconda categoria.

sabato 17 ottobre 2009

Calcio: prima trasferta della stagione per l'Andreolese

Trasferta, domani, per l'Us Andreolese che affronterà, alle 15.30, i catanzaresi dell'Isonzo Calcio.
Un appuntamento nel quale i rossoblù cercheranno di confermare le buone cose viste nella scorsa partita, vinta per 2-0 contro il Real Sellia Marina.

venerdì 16 ottobre 2009

Rapina a mano armata in farmacia

Ammonta a circa trecento euro il bottino della rapina a mano armata compiuta ai danni della farmacia D'Alessandro, a S. Andrea Marina. Il malvivente ha agito dopo le 19.30 di mercoledì, andando a minacciare con un coltello la titolare dell'esercizio, la dottoressa Vincenzina D'Alessandro.
Poco prima dell'orario di chiusura, la donna si era recata verso la propria autovettura, parcheggiata, come di consueto, davanti la farmacia (che si trova lungo la statale 106), per riporvi degli oggetti. Una volta avvicinatasi all'auto, il malvivente, approfittando del buio, del maltempo e del fatto che nessuno si trovava a passare nei dintorni, le ha puntato contro il coltello, intimandole di rientrare nella farmacia e di consegnargli l'incasso. Col volto seminascosto da una felpa calata sul viso, l'ha costretta a rientrare all'interno del locale, dove si trovava anche un'altra persona, che ha assistito impotente a quanto stava accadendo. Il rapinatore è riuscito così a farsi consegnare i soldi, mostrando segni evidenti di nervosismo nella propria azione. Una volta ottenuti i 300 euro, si è poi dato a precipitosa fuga, dileguandosi rapidamente. Sul posto, chiamati dalla farmacista, sono intervenuti i carabinieri della stazione di S. Andrea, agli ordini del maresciallo Giuseppe Vergallo, e i colleghi del nucleo operativo radiomobile della compagnia di Soverato, che hanno proceduto a effettuare i rilievi e a raccogliere le testimonianze per ricostruire l'accaduto.
Sulla scorta degli elementi in loro possesso, i militari stanno indirizzando la loro attività di ricerca del malvivente. L'uomo, probabilmente, prima di colpire avrà studiato con attenzione la zona attorno alla farmacia, poiché ha scelto per agire il giorno di chiusura di un ambulatorio medico che si trova accanto ai magazzini dell'esercizio e nel periodo di ferie di un altro negozio adiacente. Un crimine, inoltre, portato a termine a tutti i costi, nonostante il rischio di essere visto o colto sul fatto fosse piuttosto elevato, considerato che la farmacia si trova sulla solitamente trafficata statale 106.

martedì 13 ottobre 2009

Si riunisce il consiglio comunale

Riunione ordinaria per il consiglio comunale.
La seduta, fissata il 16 ottobre alle 18 (seconda convocazione alle 12 del giorno successivo), prevede la discussione del "Bilancio annuale di previsione esercizio 2009. Salvaguardia degli equilibri di bilancio e ricognizione stato di attuazione dei programmi ai sensi dell'art. 193 D.Lgs 267/2000".
L'assise cittadina, poi, prenderà atto della sentenza del Tar Calabria n. 314/09 e della "mancata sottoscrizione da parte della Imis srl, lottizzante del P.L. Taverna che interessa il Villaggio turistico "Sant'Andrea", della nuova convenzione approvata con deliberazione n. 18 del consiglio comunale nella seduta del 24 luglio 2009". Quest'ultimo punto, inoltre, sarà aperto agli interventi del pubblico.

sabato 10 ottobre 2009

60enne scomparso: l'appello della famiglia

Di seguito, SantandreaBlog pubblica l'appello della famiglia di Ubaldo Opipari, 60enne scomparso da Zagarise (Cz) il 22 settembre scorso. Qualora qualcuno avesse sue notizie (l'uomo sarebbe stato visto a Soverato) contatti subito le foze dell'ordine.
"Ubaldo Opipari è un boscaiolo, operaio del corpo forestale dello stato, di 60 anni. E’ sposato e padre di 3 figli che non vivono piu’ con lui a Zagarise (CZ) ma si sono tutti trasferiti per motivi di lavoro. Da qualche anno vive solo con la moglie in una casa ai margini del paese di Zagarise. L’unico problema di salute rilevante che Ubaldo Opipari ha avuto in questi anni è stato un forte calo dell’udito che l’ha reso praticamente sordo e l’ha obbligato a ricorrere all’utilizzo dell’apparecchio acustico. Da circa una decina di giorni il fratello di Ubaldo Opipari, Carlo Opipari, aveva notato nel fratello dei comportamenti anomali, insieme alla moglie di Ubaldo aveva quindi prenotato una visita specialistica presso un neurologo fissata per il 22 settembre.
Lunedì 21 settembre le condizioni di Ubaldo sono peggiorate, il fratello Carlo, intorno alle 17, lo ha trovato fermo in macchina ad un incrocio di campagna. Alle domande di Carlo, Ubaldo Opipari non ha saputo spiegare perchè si trovasse li. La mattina del 22 settembre, intorno alle 5, Ubaldo Opipari si è alzato per andare a lavoro come d'abitudine, anche se si era preso un giorno di riposo. La moglie, preoccupata, ha chiamato dei vicini e suo fratello per farsi aiutare a convincere il marito a rimanere a casa. Dopo alcune insistenze Ubaldo Opipari si è fatto convincere, o almeno così era sembrato ma, approfittando di un momento di distrazione delle persone che erano con lui, è scappato inoltrandosi nei campi e poi nei boschi che circondano la zona ed è sparito".
Età: 60anni
Corporatura: normale
Statura:160 cm
Occhi: castani
Capelli: brizzolati
Abbigliamento: Al momento della scomparsa indossava una maglietta grigia, un paio di blue jeans e delle scarpe eleganti scure.
Scomparso da:Zagarise (Catanzaro)
Data della scomparsa:22/09/2009

La vittoria dell'Us Andreolese

Inizia bene il campionato per l'Us Andreolese: vittoria per 2-0 e "pratica" Real Sellia Marina archiviata.
La squadra di mister Feudale è parsa ben messa in campo - realizzando una marcatura per tempo - e ha fatto vedere spunti interessanti, tali da creare buone aspettative per il futuro della stagione agonistica.

venerdì 9 ottobre 2009

Calcio: Us Andreolese al debutto

Partita d'esordio nel campionato di Seconda Categoria girone F per l'Us Andreolese.
Domani (sabato), alle 15.30, la squadra rossoblù affronterà il Real Sellia Marina, allo stadio comunale "Giuseppe Larocca" di Badolato Marina.
Da quest'anno, infatti, le partite casalinghe dell'Andreolese saranno disputate sul campo badolatese, in seguito ad un accordo che concede all'Us Andreolese l'utilizzo dell'impianto sportivo per le partite interne e alla squadra femminile di pallamano di Badolato, la Principe-Cs Meta 2, l'utilizzo del palazzetto dello sport di S. Andrea.
Uno scambio sancito nel mese di agosto tra i presidenti delle società sportive - Enzo Larocca per l'Us Badolato (che gestisce lo stadio), Gerardo Samà per l'Us Andreolese, Anna Larocca per la Principe-Cs Meta 2 - e i sindaci di S. Andrea e Badolato, Maurizio Lijoi e Nicola Parretta.

giovedì 8 ottobre 2009

Depurazione - Il progetto dell'Unione dei Comuni per la gestione del servizio

Depurazione: uno sguardo al breve e uno al lungo periodo per l’Unione dei Comuni del Versante Jonico, che traccia una strada di gestione autonoma dell’importante e critico servizio.
Nella riunione che i sindaci dei centri ricadenti nell'ente (Guardavalle, S. Caterina, Badolato, Isca, S. Andrea, San Sostene, Cardinale) hanno avuto nei giorni scorsi, l’unanime decisione è stata quella di puntare sì alla gestione autonoma ma in un ragionevole lasso di tempo. Nell’immediato, si procederà ad effettuare un bando per la gestione di tipo “consolidato”, come è stato fatto, cioè, finora, attraverso l’affidamento ad una società specializzata.
Un modo per verificare puntigliosamente tutte le criticità del sistema e per risolverle (con la manutenzione di pompe, vasche, gruppi elettrogeni e tutti gli strumenti importanti), portando il livello del servizio ad essere finalmente rispondente alle esigenze dei cittadini durante l’intero arco dell’anno. Questo passaggio dovrà, comunque, passare al vaglio dei sette consigli comunali dell’Unione, che dovranno deliberare l’affidamento di tale incarico all’ente sovra-comunale. Solo dopo tale passo, si potrà procedere ad effettuare la gara d’appalto.
Questo modello di gestione dovrebbe poi servire da esempio e "guida" per l’Unione, che punta senza mezzi termini a portare avanti una gestione autonoma del servizio. Per poterlo fare è necessario sviluppare delle competenze specifiche, poiché si tratta di un servizio molto delicato – anche alla luce dell’esperienza e delle problematiche emerse nel corso di questi anni, soprattutto nei mesi estivi – e il prossimo periodo di gestione potrebbe essere utilizzato, infatti, anche per formare nuovi tecnici.
Successivamente, - si pensa ad un periodo di circa tre anni - si potrebbe procedere alla gestione autonoma, attraverso lo "spacchettamento" del servizio: impianti di sollevamento, sistema di depurazione e smaltimento dei fanghi, rispettivamente affidati a soggetti specifici. Operando in tale maniera, sarebbe anche possibile realizzare delle economie di scala, una volta messi in opera degli impianti efficienti, reinvestendo gli utili realizzati sulle strutture medesime.
"L’Unione dei Comuni – ha spiegato il dirigente del settore tecnico dell’ente, Orlando Donato – intende assumersi ogni responsabilità sul servizio ma intende farlo gestendo in maniera nuova la depurazione, acquisendo competenze e mandando a regime impianti efficienti".

mercoledì 30 settembre 2009

Furto alla Poste del centro storico

Potrebbe ammontare a circa 10mila euro il bottino raccolto dai ladri che nello scorso week-end hanno svaligiato l’ufficio di Poste Italiane del centro storico.
La brutta scoperta è stata fatta al mattino di lunedì, al momento della riapertura dell’ufficio: il quadro elettrico divelto, disordine nei locali e attrezzi da scasso per terra. Questo lo scenario che si è parato davanti agli occhi del direttore al suo ingresso nell’ufficio.
Ancora non ci sono cifre certe, perché si è in attesa dell’arrivo degli ispettori di Poste Italiane, che dovranno mettere mano a tutti i documenti contabili dell’ufficio.
Solo dopo aver effettuato questa ricerca, si avrà l’esatto ammontare del denaro rubato. Intanto, mentre le indagini dei carabinieri battono diverse piste – trattandosi di un furto “recidivo” (l’ultimo, infatti, era avvenuto nel gennaio del 2008) - l’ufficio è chiuso, perché c’è da mettere nuovamente in sicurezza il locale.
Non solo ripristinando l’allarme e il quadro elettrico distrutto dai malviventi - che si sono poi chiusi all’interno della Posta per poter lavorare indisturbati – ma anche per riordinare l’intero ufficio. Del resto, la struttura si trova in una zona del paese che, esclusa la stagione estiva, è praticamente spopolata e consente, come dunque già accaduto in passato, di tentare simili azioni criminose.
Qualcosa, però, avrà comunque disturbato i ladri, considerato il fatto che sul pavimento sino stati trovati un flessibile e un trapano-martello utilizzati per forzare la cassaforte. Probabilmente, il loro lavoro sarà stato interrotto dai movimenti dovuti al maltempo: anche nel cuore della notte, infatti, i carabinieri sono stati impegnati in servizi di controllo del territorio.
Appare dunque plausibile che i malviventi, notati i lampeggianti blu dei militari, abbiano avuto paura, sgomberando frettolosamente il campo e dandosi così a rapida fuga.

sabato 26 settembre 2009

Maltempo: uno sguardo sul territorio

Tutto come nell’alluvione del 2000: torrenti esondati, seminterrati allagati, attività commerciali sommerse dal fango e cospicui danni al territorio, con smottamenti e disagi alla rete viaria. Nell’intero basso Jonio soveratese, insomma, una notte di paura, trascorsa a osservare con apprensione il livello dell’acqua che, sulle strade, saliva sempre più.
Nessun centro urbano è stato risparmiato, pur con diverse modulazioni dei danni subìti.
I vigili del fuoco hanno fronteggiato l’emergenza sin dalle prime ore del mattino. Lavoro impegnativo anche per i carabinieri, che hanno effettuato interventi sull’intero territorio. I problemi maggiori, a Badolato, Isca e S. Andrea.
Nel primo centro, il quartiere di via Aldo Moro (area 167) è stato invaso dal fango e dall’acqua tracimata dai fossi situati a monte del territorio.
Il risultato è stato quello di scantinati e pianterreni di abitazioni civili invasi dall’ac - qua, automobili sommerse. Al mattino, i residenti erano impegnati a spalare melma e a ripulire i locali devastati, con l’aiuto dei volontari della protezione civile Edelweiss e con l’ausilio dei mezzi delle ditte che il Comune ha inviato sui luoghi più colpiti.
In via precauzionale, il sindaco Nicola Parretta ha chiuso le scuole. Isolate per ore alcune famiglie residenti nell’area marittima a nord del torrente Barone.
Problemi analoghi ad Isca, sul cui litorale si è presentato uno scenario surreale: decine e decine di bomboloni del gas adagiati sulla spiaggia, dopo essere stati trasportati a valle dal torrente Salubro, “rubati” dal piazzale dell’azienda Nardi, che si occupa di stoccaggio e distribuzione di Gpl Agip.
Il sindaco Pierfrancesco Mirarchi ha effettuato una ricognizione, evidenziando i danni alla zona industriale e alle attività commerciali oltre che la distruzione della viabilità interpoderale e i danni alle abitazioni private.
A S. Andrea, in località “Mirarchi”, seminterrati allagati e fango dappertutto. Anche diversi esercizi commerciali e magazzini sulla statale 106 hanno lottato contro il fango. L’esondazione dei fossi Carenci e Quadro, inoltre, ha causato problemi sulla statale, invasa da numerosi detriti. Nel centro storico, per l’intera mattinata di ieri è poi mancata l’elettricità. Il sindaco Maurizio Lijoi ha effettuato un monitoraggio della situazione. Preoccupazione anche a Davoli, dove il torrente Peramo, all’altezza di località Palma, ha compromesso gli argini.
Il sindaco Cosimo Femia ha incontrato ieri il presidente della Provincia, Wanda Ferro, dal quale ha ottenuto la disponibilità per una messa in sicurezza sul tratto di torrente che scorre nel centro abitato.
Più tranquilla la situazione a San Sostene. L’apertura del varco provvisorio sulla ferrovia ha consentito alla zona sottostante di non rimanere isolata. A S. Caterina e a Guadavalle, la situazione, pure seria, è rimasta sotto controllo.
A Soverato, i problemi hanno riguardato la viabilità, con smottamenti sulla statale 106 e con allagamenti nel sottopasso che collega via Amirante a via Trento e Trieste. Allagato nella mattinata di ieri anche il parcheggio del Liceo scientifico.

giovedì 24 settembre 2009

Un porcino da record: oltre due chili di peso!

Definirlo "un fungo da record" pare pienamente legittimo. Non è così probabile né facile, infatti, riuscire a trovare un fungo porcino del peso di ben 2.6 chilogrammi e con un diametro della cappella di ben 40 centimetri.
Con queste caratteristiche, il "boletus edulis" formato gigante ha attirato l'attenzione del sig. Stefano Emanuele, che lo ha trovato in un bosco di faggio della Lacina. E, dopo l'eccezionale ritrovamento, nella prima mattinata di ieri, a Sant'Andrea Marina, il sig. Stefano lo ha esposto, giustamente, come se si trattasse di un trofeo, attirando la curiosità di molti.
Il magnifico esemplare è anche comunemente conosciuto come porcino "rosso", una varietà che, notoriamente, fornisce pezzature più grandi della media.
Una settimana, stando alle sue valutazioni, sarebbe stato il tempo necessario per farlo crescere in maniera tanto smisurata, complici, probabilmente, anche le prime abbondanti piogge che si sono verificate negli ultimi giorni sul territorio.

domenica 6 settembre 2009

Comunicazione ai lettori

Come starete constatando, SantandreaBlog non è aggiornato dal mese di agosto.
Niente paura (semmai doveste averne), prossimamente tornerà ad essere la "finestra" informativa che avete avuto modo di conoscere in questi due anni di vita sul web.
Un caro saluto a tutti.
Francesco Ranieri

lunedì 3 agosto 2009

giovedì 30 luglio 2009

Il consiglio comunale boccia il progetto di un impianto fotovoltaico

L'impianto sarebbe sorto nelle immediate vicinanze delle case di località "Fego"
Non sorgerà nessun impianto fotovoltaico nei pressi della località “Fego” di S. Andrea Marina.
La proposta presentata dalla società Gfc Energy Srl – che intendeva realizzare un impianto di 3,5 Mw - è stata respinta all’unanimità nel consiglio comunale del 24 luglio scorso.
“Il progetto ricade su un’area in crescente espansione edificatoria, un sito non indicato, dunque, per ospitare un impianto del genere - ha spiegato il sindaco Maurizio Lijoi - tra l’altro, - ha aggiunto - non è stato nemmeno presentato uno studio sull’elettromagnetismo correlato a tale struttura”.
Aspetti che, dunque, hanno incontrato il favore di tutti i consiglieri, anche di opposizione che, con il capogruppo Carlo Renda, hanno sostenuto: “Siamo a favore dello sviluppo delle energie rinnovabili – ha sottolineato Renda – ma prima di poter approvare progetti del genere, è bene dotarsi di un piano energetico comunale, che dovrà essere predisposto da una commissione consiliare paritaria da istituire rapidamente”.
L’altro punto “caldo” della seduta ha riguardato lo schema di convenzione con la società Imis Srl, relativo ad un piano di lottizzazione in località “Taverna”, dove sorge il Villaggio turistico “Santandrea”. La delibera approvata dal consiglio prevede la richiesta di pagamento alla Imis di 1milione250mila euro, per la monetizzazione delle aree standard (35mila mq) poste all’interno della struttura turistica e delle opere di urbanizzazione primaria.
Il consiglio ha anche approvato il rendiconto della gestione finanziaria 2008 “che – ha riferito l’assessore al bilancio Nicola Ramogida - si chiude con un avanzo di 314mila euro”.
Dall’assise, poi, è anche scaturita l'unanime protesta contro la ventilata chiusura delle postazioni di continuità assistenziale da parte della Regione, per via del gravissimo dissesto finanziario in cui versa la sanità calabrese.
Il vicesindaco Giuseppe Stillo ha spiegato come la proposta della Regione – quella di dimezzare il numero di tali postazioni - costituisca un danno per tutti i cittadini, che resterebbero privi di un presidio essenziale per la loro salute: “Finché non sarà stato messo in atto il progetto di assistenza continua, legata ad una riorganizzazione generale, che migliorerà il servizio – ha sostenuto Stillo – la guardia medica resta un presidio fondamentale, da mantenere”.
Così, anche l'assemblea cittadina andreolese si è unita al coro di proteste già levatosi da parte dei Comuni limitrofi in favore del mantenimento delle guardie mediche. Protesta che fa il paio con la richiesta - ricordata dal consigliere Giuseppe Commodari - di convocare la conferenza dei sindaci per affrontare collegialmente il problema.

martedì 28 luglio 2009

"Fiat lux" nell'area del sottopasso

Ebbene si, è arrivata la luce sull'area del nuovo passaggio a livello, accanto al cantiere del costruendo sottopasso ferroviario.
Nei giorni scorsi, diversi cittadini avevano lamentato il disagio, e il pericolo, rappresentato dal buio imperante sulla bretella costruita come accesso alternativo al viale Francesco Lucifero, la strada che porta al mare.
Da un paio di giorni, finalmente, è stato installato un doppio faro, che migliora di gran lunga la situazione, rendendo più sicuro il transito veicolare e pedonale.
Certo, se poi si riuscisse anche a realizzare un passaggio esclusivamente dedicato ai pedoni...

venerdì 24 luglio 2009

Giovane di Isca ucciso nella notte

Un operaio di Isca è stato ucciso questa notte in via Orazio Vitale (località Fego) a S. Andrea Marina.
L'uomo, Luciano Bonelli, 33enne, - da un paio di mesi trasferitosi a S. Andrea - è stato freddato davanti casa da almeno due sicari.
Ancora in fase di sviluppo le indagini, condotte dai carabinieri della compagnia di Soverato e dai colleghi del reparto investigativo provinciale.
Si indaga per trovare eventuali legami con il recente omicidio (avvenuto ad Isca il 3 luglio) di Vincenzo Varano, manovale 52enne, di cui Bonelli era nipote.

giovedì 23 luglio 2009

Terza sagra del pesce azzurro

L'associazione Pro-loco "Sant'Andrea" - col patrocinio dell'amministrazione comunale, dell'amministrazione provinciale e della Regione Calabria - ha organizzato la terza edizione della "Sagra del pesce azzurro".
La manifestazione si svolgerà in viale Aldo Moro (S. Andrea Marina) venerdì 24 luglio, a partire dalle ore 20.

venerdì 17 luglio 2009

Il bando della Decima Edizione del Premio Letterario

Di seguito, il bando del Premio Letterario 2009:
La Pro Loco Sant’Andrea ha deciso di rivolgere gli sforzi e l’attenzione alla cultura andreolese che è come una miniera ancora in gran parte da valorizzare. A questo fine bandisce la decima edizione con due premi distinti:
1 premio unico per una breve poesia lirica inedita in lingua italiana, riguardante in qualunque modo il nostro paese, nel presente o nel passato, nel vissuto o nel ricordo.

1 premio unico per poesia in dialetto di autori anonimi del passato, come storielle, filastrocche, ninne nanne, racconti in versi, ecc. Ovviamente il premio sarà dato a chi la ricorda e la presenta.

3 premi per il primo, secondo e terzo (ex aequo) classificato per un racconto di fatti di Sant’Andrea, come personaggi, sogni, apparizioni di morti, favole, racconti del braciere, novelle riguardanti gli animali, detti celebri di andreolesi ecc.

Lo scopo di questa raccolta è di creare col tempo una ANTOLOGIA ANDREOLESE da pubblicare come volume contenente la cultura del nostro popolo che appare più evidente nella forma del racconto popolare, perché esprime le ansie, le paure, le speranze, tutto il mondo immaginario che accompagnò la vita dei nostri padri: l’identità andreolese alla quale anche noi siamo fortemente legati, anche se non ce ne rendiamo conto.
Non c’è nessun obbligo di stile, salvo l’uso dell’italiano, ma con facoltà di usare anche parole e modi di dire andreolesi.
Un personaggio famoso, per esempio, fu il Sordo di Cacca, ma personaggi eccellenti furono l’arciprete Mongiardo, don Peppe Addino, Mastru Vincenzo Gargia, quello di mini tu o minu eu, Ntoniciaddhu ’e Paliaddhu, Cenzuddhu ecc. : scrivete tutto quello che ricordate o che i vostri vecchi ricordano. Nessuno deve pensare che vogliamo deridere qualcuno, anzi, desideriamo ricordare con affetto personaggi che hanno segnato la nostra storia.

Tutto il materiale raccolto, premiato o no, verrà elaborato e sistemato in forma di libro.

Gli scritti, poesie o racconti, vanno inoltrati per e mail ad entrambi gli indirizzi sotto indicati:
manuangy1984@tiscali.it;
graziellacommodari@yahoo.it;

ENTRO IL 2 AGOSTO 2009

I vincitori saranno avvertiti in tempo dell’assegnazione del premio;

La manifestazione di premiazione si svolgerà nella serata del 13 agosto 2009 presso il Chiostro delle Suore Riparatrici nel Centro Storico del paese.

La giuria composta da:
Salvatore Mongiardo (presidente)
Filippo Veltri;
Ida Dominijanni;
Antonio Saracino
Antonio De Stefano (Segretario),

assegnerà i premi che consisteranno in trofei d’argento.

Condurrà la serata: Francesco Ranieri (Giornalista).

Si prega per ogni racconto di specificare il nome e un recapito della fonte di informazioni con la data di nascita e di morte se avvenuta. L’invito a raccogliere i racconti viene rivolto ai giovani che hanno più facilità con l’uso del computer, ma anche agli anziani che possono farsi aiutare dai nipoti o amici.

mercoledì 15 luglio 2009

Messa in sicurezza del marciapiede in Via Nazionale

Lavori in corso sul marciapiede che corre lungo la Via Nazionale.
Si tratta di un intervento "leggero" di messa in sicurezza, considerato il livello di "pericolosità" che alcuni lastroni, sollevati dalle radici degli alberi, avevano ormai raggiunto da qualche anno.
Il problema è stato sollevato più volte nel corso degli anni passati ed è stato affrontato anche in un recente incontro che l'amministrazione comunale ha avuto con il gruppo di minoranza consiliare.
In quest'occasione, la minoranza, accanto alle condizioni del marciapiede di via Nazionale, ha evidenziato la necessità di realizzare alcuni interventi, tra i quali anche quello sulla nuova bretella stradale che porta al mare, ancora buia e senza un apposito spazio per i pedoni.
Gli operai incaricati dal Comune, intanto, stanno procedendo con la distruzione/rimozione delle lastre (o di parte di esse) più deformate del marciapiede, che, spesso, hanno fatto inciampare, e perfino cadere, numerose persone.
Nella fase successiva, verrà colato il cemento, per ripristinare il piano di calpestio, che tornerà, dunque, finalmente omogeneo e sicuro.

lunedì 13 luglio 2009

Pro-loco: avvicendamenti nel consiglio direttivo

In attesa di conoscere i dettagli del programma estivo della Pro-loco "Sant'Andrea", si registrano due avvicendamenti in seno al consiglio direttivo dell'associazione: agli uscenti Giovanni Cerminara e Marzena Malus (dimessisi per motivi personali e di lavoro), sono subentrati Caterina Lamonaca e Giuliano Alosio. L'elezione è avvenuta nei giorni scorsi, in un'apposita riunione assembleare.

venerdì 3 luglio 2009

Aperto il Centro di Protezione Civile "Andrea Tortorelli"

La struttura dell'ex asilo nido diventa finalmente utile per la collettività
Tutti uniti nel ricordo di Andrea Tortorelli alla cerimonia di apertura del Centro di Protezione Civile Comunale intitolato al giovane andreolese scomparso il 1° luglio del 1996, in un tragico incidente motociclistico, all’età di 18 anni.
A 13 anni di distanza, il suo ricordo è ancora intatto. A dimostrarlo, la grande partecipazione riscontrata nel corso della cerimonia.
Il centro nasce per volere della madre di Andrea, la signora Teresina Matacera, che, prima di morire, il 22 novembre 2006, aveva chiaramente espresso la volontà di lasciare alla comunità andreolese un ricordo tangibile di Andrea.
Per la famiglia, alla cerimonia d'apertura - alla quale erano presenti i volontari del distaccamento di protezione civile "Edelweiss" di S. Andrea, quelli di Soverato e la Croce Rossa di Badolato - sono intervenuti il padre del giovane, Giovanni Tortorelli, e gli zii, Orlando e Raffaele Matacera.
Il sindaco Maurizio Lijoi, dopo la benedizione impartita dal parroco di S. AndreaMarina, don Alberto Vitale, ha spiegato che si tratta di “una struttura importantissima per l’intero territorio, ora a disposizione del nostro gruppo di volontariato”. Lijoi, che ha ringraziato le famiglie Tortorelli e Matacera per quest’opera, ha poi auspicato “sensibilità” da parte degli enti provinciale e regionale, “affinché diano un contributo per le attrezzature necessarie”.
Il signor Tortorelli, dal canto suo, ha spiegato che la realizzazione di questo Centro “è stato un grande desiderio di mia moglie, per la cui concretizzazione ringrazio l’amministrazione comunale, il consiglio e quanti vi hanno collaborato fattivamente. E’ una cosa grandissima, - ha proseguito - che aiuta a lenire il dolore lacerante e incancellabile che la perdita dell’unico figlio ti lascia dentro”. Anche lo zio di Andrea, Orlando Matacera, ha ribadito che “la struttura voluta da mia sorella sarà utile per tutta la comunità”.

lunedì 29 giugno 2009

Centro di Protezione Civile intitolato ad Andrea Tortorelli

Sarà inaugurato mercoledì 1 luglio alle 18:30 il Centro di Protezione Civile Comunale intitolato ad "Andrea Tortorelli", giovane andreolese scomparso, all'età di 18 anni, in un tragico incidente motociclistico il 1° luglio del 1996.
La cerimonia si terrà presso la sede del Centro (quella totalmente ristrutturata dell'ex asilo nido), in via Guido Rossa, a S. Andrea Marina.

lunedì 22 giugno 2009

Parte la raccolta differenziata "porta a porta"

Sacchetti bianchi e sacchetti blu diverranno, in tempi molto ristretti, familiari per i cittadini andreolesi, chiamati ad effettuare la raccolta differenziata “porta a porta” dei rifiuti.
“Noi ci differenziamo” è lo slogan dell’iniziativa che, proprio in questi giorni, il Comune di S. Andrea Jonio sta portando avanti, con la distribuzione dei sacchetti e delle brochures esplicative, nelle quali viene illustrato il progetto – che beneficia di un contributo della Regione Calabria di oltre 22mila euro - e le varie “istruzioni per l’uso”, con orari e giorni nei quali viene effettuata la raccolta da parte della società Schillacium.
La busta blu è quella che riguarda la raccolta del multimateriale: contenitori e bottiglie in vetro, scatole e contenitori in acciaio e banda stagnata per alimenti, lattine d’alluminio, bottiglie e recipienti in plastica (Pet, Puc, Pe). Ovviamente, sono da escludersi assolutamente contenitori e taniche di oli lubrificanti, vernici, lastre di vetro.
La busta bianca, invece, è quella destinata alla raccolta della carta e del cartone: giornali, riviste, cataloghi, sacchetti di carta, scatole e scatoloni.
Da non inserire prodotti poliaccoppiati (cioè formati da carta più metalli) come il tetrapack, carta e plastica, carta e alluminio, copertine plastificate di giornali, carta oleata, carta da forno.
Una serie di accorgimenti che nel giro di poco temo dovrebbero entrare nelle abitudini familiari, “andando incontro alle esigenze del cittadino e del territorio - ha evidenziato il sindaco Maurizio Lijoi – per gestire i rifiuti in maniera moderna ed efficiente, puntando anche ad un risparmio futuro nella tassa Rsu”.
Con la raccolta domiciliare, si fa un passo in avanti, permettendo al cittadino di effettuare la divisione già in casa. Infatti, in giorni prestabiliti – mercoledì (carta) e giovedì (multimateriale) nel centro storico, martedì (carta) e lunedì (multimateriale) in Marina – dalle 14 alle 18 gli addetti della Schillacium raccoglieranno i rifiuti direttamente nei pressi delle singole abitazioni e condomini.

venerdì 19 giugno 2009

Jungle Beach: per quest'anno nessuna riapertura

Se non utilizzato entro l'anno, a rischio restituzione anche il contributo del Fondo di solidarietà per le vittime del racket e dell'intimidazione ambientale.
Da un lato, lo Stato che aiuta economicamente l’imprenditore vittima di intimidazione. Dall’altro, lo stesso Stato che, con paletti burocratici e giudiziari, rischia di rimandarlo al tappeto.
E’ l’aspetto emblematico di quanto accade al signor Rocco Fortugno, titolare dello stabilimento balneare Jungle Beach, distrutto da un incendio doloso il 16 luglio 2007 e che, ancora, nonostante i tentativi di “ripartire”, è rimasto solo un bel progetto.
Il “Fondo di solidarietà per le vittime di richieste estorsive e usura”, ai sensi della L. 44/1990, ha erogato loro il 70% della “elargizione” (su un totale di 111mila euro), un procedimento seguito per i Fortugno dall’avvocato Stefano Stranges, che ha trovato efficiente riscontro presso gli uffici della Prefettura di Catanzaro. Ma, ora, proprio questa somma, che dovrebbe aiutare l’impresa, è a rischio restituzione se non utilizzata entro il 2009.
Il problema si è innescato per via di incredibili intrecci tra burocrazia e questioni giudiziarie – sequestri di cantiere seguiti da dissequestri, pareri non rilasciati dagli enti preposti o solo parzialmente positivi - che hanno accompagnato la vicenda della ricostruzione (mancata) del Jungle Beach: il 17 febbraio 2009, Fortugno ha deciso, infine, di rivolgersi al Tar per chiedere l’annullamento del verbale con cui la Provincia di Catanzaro (settore protezione civile e geologico servizio nulla osta ambientale) ha dichiarato di non poter esprimere parere, del parere contrario della Soprintendenza, e degli atti dell’agenzia del demanio e (di riflesso) del Comune di S. Andrea Jonio.
Il procedimento, seguito dagli avvocati Vincenzo Arnò e Danilo Sorrenti, è però fermo e, nonostante l’istanza di prelievo presentata per una rapida fissazione dell’udienza (vista anche l’urgenza comportata dalla scadenza dell’elargizione), non c’è ancora la data.
“Certo è che noi, nel frattempo, abbiamo affrontato una pesante situazione debitoria – spiega il dott. Carmelo Fortugno, figlio del titolare, che sta seguendo la vicenda – e oggi siamo ancora nell’incertezza, dopo tre anni di buio. Non solo quest’estate non potremo aprire alcun lido ma, per il futuro, rischiamo anche di perdere i soldi del Fondo di solidarietà e di fare definitivamente crac”.
In effetti, se in sede di Tar non dovesse sbloccarsi la vicenda, arriverebbe la beffa per i Fortugno, nonostante il loro status di “vittime di intimidazione ambientale”, riconosciuto da parte della Procura di Catanzaro. Una beffa, comunque, anche per la stessa Repubblica Italiana, evidentemente ancora incapace di tutelare appieno i diritti, pur riconosciuti, dei propri cittadini.

mercoledì 17 giugno 2009

Torna inaccessibile parte dell'area demaniale in località Vallone Bruno

Due grossi cumuli di sabbia hanno nuovamente reso inaccessibile parte di un’area del litorale, sita in località Vallone Bruno, di recente riacquisita al demanio marittimo dal Comune di S. Andrea Jonio, a conclusione di lunghe vicende giudiziarie, penali e amministrative, che lo hanno infine visto vincitore rispetto all’occupazione abusiva di quel tratto di terreno messa in atto da alcuni privati.
Nei giorni scorsi, ignoti, probabilmente nel corso della notte per evitare di essere scorti da eventuali curiosi, hanno trasportato una notevole quantità di materiale proprio di fronte l’ingresso nord dell’area (che, inclusa l’area sud, occupa 113mila metri quadrati) bloccando il transito pedonale e carrabile.
Un problema che si ripercuote, con tutta evidenza, anche sull’attività dell’azienda agricola che proprio su parte di questi terreni ha impiantato un vasto agrumeto.
Da parte dell’amministrazione comunale, il sindaco Maurizio Lijoi ha stigmatizzato con asprezza il gesto: “Un atto sciocco e vile, al quale porremo rapidamente rimedio attraverso la rimozione di quel materiale sabbioso”.
L’area era tornata fruibile alla collettività dopo le decisioni, risalenti al 12 e 26 febbraio 2009, da parte del Tar - cui si erano rivolti coloro che il Comune aveva definito sin dalla prima ora “occupanti”: Francesco Montesi Righetti, Enrichetta Lucifero e Elzivieta Musielak prima, solo la Lucifero poi – che avevano dato, di fatto, il “via libera” allo sgombero della zona. Sgombero che il Comune aveva già tentato nel 2005, attraverso l’ordinanza 4/2005 che era stata oggetto di un primo ricorso con richiesta di sospensiva (poi non concessa).
Poi, con vicende giudiziarie che si sono trascinate a lungo in sede amministrativa e civile, il Comune è riuscito a spuntarla, acquisendo al demanio i 113mila mq. Adesso, però, quei cumuli impediscono nuovamente l’accesso ad un’area di interesse naturalistico non indifferente, da valorizzare e tutelare, ricadendo in un tratto di territorio che un domani potrebbe far parte di un’area protetta.

sabato 13 giugno 2009

Sottopasso Rfi: aperta la strada alternativa

Iniziati i lavori per la costruzione del sottovia ferroviario, è stato aperto nei giorni scorsi il nuovo tracciato alternativo per raggiungere la zona del mare.
L'ingresso, come sempre, si effettua dal bivio posto sulla Statale 106 ma il passaggio a livello è stato traslato alcune decine di metri più a sud, con una conseguente variazione della strada di accesso al viale Francesco Lucifero che porta in direzione del litorale.
I lavori di scavo, dunque, interesseranno proprio quella parte di terreno su cui scorreva il vecchio tracciato stradale, a fianco del fosso Cupito.
Tra l'altro, per poter aprire il cantiere "lato mare" (mentre sono anche in corso i lavori a monte) si è reso necessario, prima di avviare l'intervento, riempire l'ampia "buca" che era stata realizzata nel luglio 2007. Evidentemente, allora era stato commesso qualche errore di calcolo o, forse, non era quello il momento giusto per scavarla.
Comunque, l'importante è che i lavori abbiano preso un avvio deciso, anche se a ormai ridosso della stagione estiva.
Proprio in virtù dell'incremento del traffico veicolare e pedonale che l'estate naturalmente comporta, c'è un aspetto che meriterebbe maggiore attenzione, legato, in particolare, alla sicurezza dei pedoni che dovranno raggiungere la zona del "lungomare": la strada che è stata appena realizzata, infatti, non prevede spazi riservati al passeggio né un'adeguata illuminazione notturna.
Una serie di carenze alle quali, con qualche adeguamento tecnico, potrebbe porsi rimedio, in modo da rendere più agevole e sicuro il transito collettivo.

venerdì 5 giugno 2009

I Vigili del fuoco incontrano gli alunni

Una squadra di vigili del fuoco del distaccamento di Soverato ha incontrato nei giorni scorsi gli alunni della scuola primaria di S. Andrea Marina.
L’incontro è stato inserito nel piano dell’offerta formativa sulla “sicurezza a scuola” che il plesso di via Pitagora, dell’istituto comprensivo di S. Andrea Jonio, guidato dal prof. Salvatore Lazzaro, porta avanti da diversi anni, con il responsabile della sicurezza, l’insegnante Giuseppe Lentini.
Tre gli elementi essenziali che il piano prevede per affrontare emergenze: collaborazione, autocontrollo, solidarietà.
Accanto ad essi, vanno aggiunte le necessarie esigenze strutturali e, soprattutto, un efficiente piano d’evacuazione. Proprio questo è stato testato al mattino, con un triplice trillo della campanella che ha fatto scattare, in buon ordine, l’evacuazione degli alunni, che hanno rapidamente guadagnato gli spazi di raccolta nel giardino.
Subito dopo, è stato il turno dei Vigili del fuoco, guidati dal caporeparto Gennaro Parentela. Con l’ausilio di un filmato, il caporeparto ha illustrato agli alunni il tema della sicurezza e di come si fronteggiano gli incendi e altre emergenze.
Non è mancato poi un accenno al terremoto in Abruzzo, con la testimonianza di alcuni vigili del distaccamento soveratese che hanno partecipato alle operazioni di soccorso.
E nel corso della mattinata, gli alunni si sono anche cimentati nelle simulazioni di emergenza, attraverso un percorso ad ostacoli predisposto dai vigili del fuoco nella zona d'ingresso dell'edificio scolastico.

sabato 30 maggio 2009

Sottopasso ferroviario: si lavora

Sono in marcia i lavori per la realizzazione del sottopasso ferroviario.
Da diversi giorni, ormai, nelle aree attorno al passaggio a livello è tutto un brulicare di uomini e mezzi: di notte per i tecnici di Rfi, che hanno predisposto il passaggio a livello alternativo (foto a sinistra) che servirà al momento dello scavo della galleria principale; di giorno, invece, per gli operai della ditta costruttrice, che stanno preparando gli scavi dei punti d'ingresso dell'infrastruttura, in attesa della costruzione del "monolite" che verrà poi sospinto nel terreno sotto la strada ferrata e la SS 106.
Si inizia, dunque, a lavorare con la speranza che i lavori possano avere una rapida conclusione.
La prospettiva di vedere l'opera ultimata è chiaramente rivolta a questo autunno.

sabato 23 maggio 2009

I lavori del consiglio comunale

Con l’astensione di due consiglieri di opposizione (Frustagli e Ranieri) il consiglio comunale ha approvato il bilancio di previsione per il 2009.
Nella seduta, l’assise presieduta dal sindaco Maurizio Lijoi ha approvato all’unanimità le determinazioni sull’ICI, che confermano (alla luce dell’abolizione per la prima casa) le aliquote e detrazioni già vigenti.
Stessa votazione per il piano alienazioni e valorizzazioni immobiliari comunali, in cui sono stati inseriti gli immobili che il Comune intende dismettere: le aree standard di “Parco dei ricci”, quelle di località “Mirarchi” e tutti i fabbricati Erp dei quali il Comune è entrato in possesso, dopo la dismissione da parte del demanio.
Il consiglio ha anche deciso di procedere ad una rivisitazione dei piani per la cessione di aree in diritto di proprietà o di superficie (area 167), per i piani di zona per l’edilizia economica e popolare e per il piano per gli insediamenti produttivi.
Modifiche sono state anche apportate al piano triennale delle opere pubbliche 2009/2011, per via di alcuni finanziamenti ottenuti: dai 250mila euro per viale Armogida ai 550mila per l’impianto fognario e di raccolta delle acque bianche in Marina - “entro giugno la consegna dei lavori” ha riferito il sindaco – fino al finanziamento di 500mila euro per la trasformazione dell’ex scuola media in centro per la musica popolare, nell’ambito del bando regionale per i centri storici. Sul bilancio di previsione, su cui c’è stata l’astensione dei due consiglieri di opposizione, ha riferito l’assessore al ramo, Nicola Ramogida.
Nella relazione, ha esposto la conferma delle tariffe locali ad eccezione dell’aumento della Tarsu (ferma dal 2006). “Per il resto, - ha spiegato - confermiamo gli impegni nei servizi sociali e a favore delle famiglie monoreddito e disagiate, con una riduzione della spesa per il personale comunale e con nuove entrate che verranno da tariffe Ici non riscosse all’Aterp nel periodo 1995-1999”.
Infine, dopo l’approvazione del regolamento per le aree di sosta ai portatori di handicap, il consiglio ha conferito la cittadinanza onoraria al responsabile Ansa Calabria, Filippo Veltri.

giovedì 21 maggio 2009

In fiamme negozio di articoli casalinghi e per il mare

L'incendio si è sviluppato nella prima serata di mercoledì

Sono ingenti i danni causati dall’incendio, scoppiato ieri sera intorno alle 21:30, in un negozio di casalinghi e articoli da mare a S. Andrea Jonio, sulla Statale 106.
Ad accorgersi di quanto stava accadendo, è stato un giovane che ha avvisato i proprietari e i vigili del fuoco.
In attesa che arrivassero sul luogo i vigili dal distaccamento di Soverato, si è cercato di spegnere le fiamme che spuntavano minacciose dalle saracinesche con l’ausilio di un estintore. Il vario materiale plastico e in legno presente all’interno del negozio ha complicato la situazione, rendendo complesso l’intervento dei vigili del fuoco, che hanno dovuto utilizzare gli autorespiratori per introdursi nel magazzino pieno di fumo acre e denso.
Sul posto, anche i carabinieri della stazione di S. Andrea Jonio, al comando del maresciallo Giuseppe Vergallo.
Approfondito il sopralluogo svolto per appurare le possibili cause del rogo.
Da una parte, si attendono ora le risultanze delle ricostruzioni svolte dai vigili del fuoco, che ad un sommario esame avrebbero individuato i punti da cui sarebbero partite le fiamme.
Dall’altra, le indagini eseguite dagli uomini dell’Arma, che stanno analizzando tutti gli elementi raccolti.

mercoledì 20 maggio 2009

Riunione del consiglio comunale

Si riunisce oggi alle 19:00 il consiglio comunale con 8 punti all'ordine del giorno:

1) Lettura e approvazione verbali seduta precedente.

2) D. Lgs. 30 dicembre 1992 n. 504. Imposta comunale sugli immobili (ICI) - Determinazioni per l'anno 2009.

3) Legge 133 del 6 agosto 2008, art. 58. Piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari comunali. Approvazione.

4) Piano di zona per l'edilizia economica e popolare. Piano per gli insediamenti produttivi. Aree da cedere in proprietà o in diritto di superficie. Provvedimenti per l'anno 2009.

5) Approvazione programma triennale delle opere pubbliche 2009/2011. Elenco annuale 2009 (art. 172, comma 1, lettera "d" del TU n. 267/00).

6) Bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2009. Relazione previsionale e programmatica e bilancio pluriennale 2009/2011. Esame ed approvazione.

7) Regolamento per la concessione di spazi di sosta personalizzati ed a titolo gratuito ai portatori di handicap.

8) Conferimento cittadinanza onoraria al dott. Filippo Veltri

sabato 16 maggio 2009

Stage canoro

Sono stati in 50 a partecipare allo Stage canoro con Gabriella Scalise, docente di canto della trasmissione televisiva Amici, organizzato dall’associazione artistico musicale “Sound Academy” e dalla Schola cantorum “Officium” di S. Andrea Jonio.
I temi affrontati nella due giorni formativa, che si è svolta nei saloni del Ventaclub Nausicaa, hanno svariato dalle tecniche basilari del canto fino alla scelta del repertorio e all’interpretazione.
La competenza e la professionalità della Scalise hanno dato un contributo importante alla crescita degli stagisti, semplici appassionati di canto e studenti, provenienti dall’intera Calabria e anche da fuori regione. La docente, che ha avuto modo di ascoltare tutti i ragazzi, dalla più piccola di appena sei anni ai fino ai cinquantenni, ha espresso apprezzamenti positivi nei confronti delle ragazze della “Sound Academy” diretta dal M° Christian Cosentino, recentemente premiato come “Maestro d’Arte – Musicista calabrese dell’anno” dalla Camera regionale della moda Calabria.
Qualche segnalazione importante per alcune ragazze, in particolare per la piccola Anastasia Franco, vincitrice nella categoria “ragazzi” della 2^ edizione del Festival canoro “Una voce per lo Jonio”.
“Una presenza importante quella della Scalise – ha dichiarato Cosentino - che qualifica il lavoro delle due associazioni musicali che, dopo aver ospitato Cheryl Porter nel 2007 e Michele Fischietti nel 2008, si sono confrontate con una delle docenti di canto più professionali d’Italia”.

venerdì 15 maggio 2009

"Baby Show Primaverile"

I bambini delle scuole andreolesi saranno i protagonisti del “Baby Show primaverile” spettacolo canoro organizzato dalla Pro-loco “Sant’Andrea”.
La manifestazione si svolgerà domenica 17 maggio, alle 18:30 presso il Teatro “Domenico Savio” nel centro storico.

giovedì 14 maggio 2009

Us Andreolese: sabato, serata di festa

La società dell'Us Andreolese ha organizzato una serata di festa per l'avvenuta promozione in Seconda Categoria.
La manifestazione si terrà sabato 16 maggio, a partire dalle ore 20:30, in piazza Martin Luther King, a S. Andrea Marina.

martedì 12 maggio 2009

Delegazione dell'Iowa in visita a S. Andrea

Una delegazione statunitense, guidata dall'Iowa Secretary of State Michael Mauro, sarà in visita venerdì pomeriggio a S. Andrea, presso il "Villaggio Santandrea".
La "puntata" nel nostro paese rientra nell'ambito delle diverse visite che la delegazione proveniente dalla capitale dell'Iowa, Des Moines, sta compiendo nella provincia di Catanzaro, grazie al gemellaggio nato tra la nostra Provincia e la città statunitense nel 2006.

domenica 10 maggio 2009

Piano comunale di spiaggia: "Ok" del Tar Calabria

Nessun annullamento per le delibere inerenti il piano comunale di spiaggia (PCS) di S. Andrea: quella di approvazione delle linee guida e quella di adozione del PCS.
La prima sezione del Tar Calabria ha, infatti, ritenuto infondati i ricorsi presentati dalle associazioni ambientaliste contro quelle delibere.
Lo si è appreso nei giorni scorsi, dopo il deposito, lo scorso 30 aprile, delle rispettive sentenze, che facevano riferimento al ricorso presentato da Fai e Italia Nostra (rappresentate dall’avvocato Giovanna Altilia) e a quello presentato da Legambiente (tutelata dall’avvocato Anna Parretta).
“Sia il ricorso che i motivi aggiunti si appalesano infondati e vanno rigettati” si legge nella sentenza della prima sezione del Tar (presidente Cesare Mastrocola, consigliere e estensore Concetta Anastasi, primo referendario, Giovanni Ruiu).
Le associazioni contestavano al Comune di S. Andrea (rappresentato dall’avvocato Andrea Gerardo Calabretta) di aver approntato un piano spiaggia che non rispettava l’ambiente naturale della zona costiera “Cupito-Alaca” - un’area di alto interesse paesaggistico e interessata anche da un processo per il riconoscimento di zona protetta - e la vigente legislazione in materia.
Di avviso diametralmente opposto, ovviamente, il Comune andreolese che ha respinto ogni contestazione, esponendo i criteri che hanno ispirato il PCS, “legati invece alla tutela di quell’ambiente” ha sottolineato l’avvocato Calabretta che ha anche spiegato come il Tar non abbia riscontrato illogicità o irragionevolezza o alcuna violazione di legge né sulle linee guida né sul piano spiaggia vero e proprio.
PCS che, tra l’altro, non è ancora in vigore, essendo in corso l’iter di approvazione.
Secondo il sindaco di S. Andrea, Maurizio Lijoi, si tratta della “dimostrazione evidente che quei ricorsi sono stati tutta una montatura volta a far apparire delle violazioni di legge e della Costituzione laddove, invece, non ce n’erano, descrivendo possibili reati che non stavano neanche nelle nostre intenzioni, tant’è che il Tar ha ritenuto di respingere i ricorsi”.

venerdì 8 maggio 2009

Conclusi i lavori di "sollevamento" della caserma dei carabinieri

Ad eseguirli, una ditta specializzata in recupero e consolidamento degli edifici
E’ stata riportata alla sua vecchia posizione la caserma dei carabinieri di S. Andrea Jonio, danneggiata dal movimento franoso innescatosi con i nubifragi dei mesi scorsi.
Grazie all’intervento richiesto dal Comune ad una ditta specializzata, la Novatek di Verona, il corpo aggiuntivo dell’edificio, che aveva iniziato a staccarsi dal corpo principale (ben poggiato sulla roccia) arrivando a distanziarsi nella parte superiore di ben 15 cm, è stato risollevato fino a chiudere la fenditura apertasi.
Il problema si ripercuoteva anche sui servizi di rete interni alla caserma, dove, tra l’altro, abita il maresciallo Giuseppe Vergallo con la sua famiglia.
L’operazione di ripristino, progettata dall’ing. Attilio Mazza, ha richiesto un intervento d’alta tecnologia, con l’ausilio di resine espandenti e di martinetti idraulici che hanno sollevato il “cubo” aggiuntivo della struttura spingendo su una serie di sei mensole in ferro (realizzate da un artigiano locale, Andrea Carioti) fissate alla parete nord delle fondazioni.
Mentre i martinetti sollevavano la struttura, venivano iniettate, attraverso dei fori che attraversavano verticalmente la fondazione, le resine espandenti. Queste, una volta raggiunte le cavità presenti, iniziavano ad accrescere il proprio volume di circa 15/20 volte, solidificandosi e creando il consolidamento e innalzamento strutturale.
“E’ stata un’operazione eccezionale e altamente professionale – ha dichiarato il sindaco Maurizio Lijoi – su cui abbiamo puntato sin dall’inizio, consapevoli che la presenza dell’Arma a S. Andrea, nella caserma del centro storico, fosse un punto imprescindibile”.
Lijoi ha aggiunto che adesso l’opera andrà completata con l’aggiunta di micropali che andranno a bloccare quella parte di terreno che si trova sul piano di scivolamento della frana. “Per fare tutto ciò – ha sottolineato il sindaco – abbiamo avuto il sostegno delle istituzioni, con l’assessore regionale Luigi Incarnato, la Prefettura e l’Arma dei carabinieri, con il colonnello Claudio D’Angelo e il capitano Emanuele Leuzzi, che hanno seguito passo dopo passo l’intera vicenda, dando un costante appoggio”.

mercoledì 6 maggio 2009

Al palazzetto si sono concluse le Finali nazionali della "Don Bosco Cup 2009"

Con le Finali nazionali under 16 di volley femminile della “Don Bosco Cup”, lo sport che diverte, che unisce e che educa ha fatto tappa al palazzetto dello sport di S. Andrea.
Per tre giorni, dall’1 al 3 maggio, sei squadre appartenenti a Polisportive giovanili salesiane (Pgs), provenienti da tutta Italia, si sono contese il titolo di campioni nazionali nell’evento organizzato dal Comitato regionale della Pgs e patrocinato dal Comune di S. Andrea Jonio. A spuntarla è stata la Pgs La Folgore di S. Mauro Torinese (TO) che in finale ha superato la Pgs Stella del Sud di Pomigliano d’Arco (NA). A rappresentare la Calabria, la Pgs Auxilium di Soverato, arrivata sesta dietro alla Pgs Pallavolo di Lonate Pozzolo (VA), alla Pgs Osaf di Lainate (MI) e alla Pgs Asd S. Giorgio Volley di Chieri (TO).
Alla manifestazione hanno partecipato il presidente regionale del Coni, Mimmo Praticò, il vicepresidente nazionale delle Pgs, Franco Longo, il presidente regionale Domenico Rosace, la responsabile regionale Fma per le Pgs suor Valeria Esposito.
Un evento riuscito grazie al lavoro di uno staff organizzativo efficiente, supportato dal rappresentante del comitato provinciale Franco Corapi. Atlete e familiari hanno alloggiato presso una nota struttura turistica andreolese.

martedì 28 aprile 2009

La ex scuola media diventerà un centro per il canto e la musica popolare

Il progetto sarà avviato grazie ad un finanziamento Apq di 500mila euro appena ottenuto dal Comune.
L’obiettivo di lungo corso è quello di realizzare un “Centro per il canto e per la musica popolare della Calabria magno-greca e luoghi della memoria etnografica” là dove adesso c’è la struttura della ex scuola media, in pieno centro storico.
Per iniziare a rendere concreto questo progetto, al Comune di S. Andrea Jonio è stato concesso un finanziamento Apq di 500mila euro, con decreto del Dipartimento N. 8 Urbanistica e Governo del Territorio della Regione Calabria, N° 6642 del 24 aprile 2009, nell’ambito del bando pubblico per la selezione di interventi relativi a “Progetti Integrati per la riqualificazione, recupero e valorizzazione dei Centri Storici della Calabria” - Delibera Cipe 35/05 Apq “Riserva Aree Urbane” e Delibera Cipe 3/06 Apq “Emergenze Urbane e Territoriali”.
Un bando al quale il Comune di S. Andrea ha partecipato assieme al Comune di Isca Jonio, San Sostene e Davoli, costituitisi per l’occasione in associazione di Comuni. Per gli altri paesi, i finanziamenti sono stati rispettivamente di 400mila euro per Isca e Davoli e di 430mila per San Sostene. Un totale, insomma, di un milione e 730mila euro.
“Con questi 500mila euro – ha spiegato, estremamente soddisfatto, il sindaco Maurizio Lijoi, che ha seguito la pratica assieme all’assessore al turismo Christian Cosentino – potremo iniziare a recuperare quell’area urbana, realizzando un’opera importante per il nostro territorio, che va nella direzione di valorizzare il suggestivo borgo andreolese”.
Il progetto complessivo – curato dall’ing. Francesco Papaleo – prevede il pieno recupero della struttura, con l’adeguamento degli spazi interni alle esigenze di quello che diventerà un vero e proprio centro al servizio della musica, anche con la realizzazione di un auditorium.
Un’idea nata alla luce della presenza sul territorio andreolese di diverse associazioni che ruotano attorno al mondo della musica, popolare e non, che si muovono attraverso ricerche, manifestazioni e coinvolgono un numero sempre crescente di persone.

lunedì 27 aprile 2009

Vittoria a tavolino per l'Asd Andrè nell'ultima partita della stagione

Vittoria casalinga a tavolino per l'Asd André, nell'ultima giornata del campionato di Serie D di Calcio a 5.
Gli avversari, la Longobarda di Catanzaro Lido, non si sono infatti presentati sabato pomeriggio al palazzetto dello sport di S. Andrea, regalando così i tre punti alla squadra di casa che ha chiuso, dunque, la sua prima stagione agonistica con 18 punti, in quartultima posizione.

venerdì 24 aprile 2009

Commemorato Andrea Campagna

Il 30° anniversario dell'uccisione dell'agente di Ps originario di S. Andrea.
Sono trascorsi ormai trent’anni dall’uccisione dell’agente di PS Andrea Campagna, originario di S. Andrea Jonio, freddato a Milano in un agguato dei Nar (nuclei armati rivoluzionari) il 19 aprile 1979.
A sparare, fu l’attivista dei Nar Cesare Battisti, protagonista delle recenti cronache giudiziarie e internazionali e al centro di una contesa tra Italia e Brasile, dove si trova (in carcere) in attesa che la locale Corte Suprema si pronunci sulla sua richiesta di asilo politico.
Per ricordare l’agente Campagna, domenica scorsa è stata celebrata una S. Messa nella Chiesa dei santi Pietro e Paolo in S. Andrea Jonio. A presiedere la celebrazione, don Franco Lorenzo, cappellano della Polizia di Stato, che ha speso parole in ricordo della figura di Andrea Campagna, ucciso a soli 25 anni in quello che fu un vero e proprio agguato a freddo, perpetrato dai Nar ed eseguito con lucida spietatezza da Battisti.
Ad assistere alla S. Messa, vi erano i familiari dell’agente Campagna, la madre Antonietta, il fratello Maurizio e le sorelle Anna e Sabrina. Accanto a loro, anche le istituzioni hanno portato il saluto con alcuni rappresentanti del corpo di Polizia, il sindaco di S. Andrea, Maurizio Lijoi, e i consiglieri comunali.

lunedì 20 aprile 2009

In via di predisposizione il cantiere del sottopasso

Sono in corso i lavori per la messa in sicurezza dell'area
C'è finalmente movimento attorno al cantiere per la realizzazione del sottopasso ferroviario.
Si stanno, infatti, avviando i primi lavori per la predisposizione di un passaggio a livello alternativo, che dovrà garantire il transito dei veicoli una volta chiuso e smantellato il vecchio, sotto cui dovrebbe essere inserita la galleria della struttura (il cosiddetto "monolite").
Proprio qualche giorno addietro, le prime ruspe hanno provveduto a radere al suolo una vecchia casa cantoniera, che si trovava nel mezzo dell'area interessata dal cantiere (nelle foto, "il prima e il dopo").
Dunque, si profila un rapido avvio dei lavori di esecuzione vera e propria, che, a quanto sembra, non dovrebbero nemmeno creare significativi disagi al traffico per il litorale, che verrebbe garantito proprio dall'apertura del nuovo passaggio a livello.